Mondo Pantera

Gazzettino d'argento, la premiazione dei vincitori al Caffé Santa Zita

sabato, 4 maggio 2024, 07:57

Si è tenuta al Caffè Santa Zita di Michele Tambellini, la premiazione della diciassettesima edizione del Gazzettino d'Argento, il trofeo di rendimento stilato sulla base dei voti attribuiti dalle varie testate giornalistiche che Gazzetta Lucchese mette in palio ogni anno. Oltre ai giocatori premiati, presenti anche il responsabile del settore giovanile Bruno Russo, l'assessore allo sport Fabio Barsanti, l'ex portiere della Pantera ed attuale preparatore delle nazionali giovanili dell'Italia Davide Quironi e il patron del Caffé Santa Zita, l'ex portiere rossonero Michele Tambellini. 

Sul gradino più basso del podio è salito il portiere Niccolò Chiorra: "É stata una stagione nel complesso positiva. Sono giovane e devo migliorare ancora in tanti aspetti. Futuro? Avendo un contratto con un'altra società, non dipende solo da me. In base alle eventuali proposte che mi arriveranno, valuterò qualche opzione sarà più costruttiva per la mia crescita. Lucca però non mi sento di escluderla".  

Chi invece è legato con un contratto alla Lucchese è Robert Gucher, il quale si è classificato al secondo posto: "Personalmente penso di aver disputato un buon campionato. Quando a livello di squadra non riesci però a centrare certi obiettivi, le ambizioni dei singoli passano in secondo piano. Le aspettative che si erano create all'inizio della stagione a mio parere erano sbagliate. Eravamo consapevoli del livello equilibrato del campionato e della presenza di 5/6 squadre che a livello di budget e di potenzialità non avevano niente a che fare con noi. Futuro? A me basta vincere".

Da quest'anno, il primo premio è intitolato a Diego Cecchi, collega, colonna e anima di Gazzetta Lucchese, scomparso il settembre scorso. Ad aggiudicarsi il primo posto è stato quello che, numeri alla mano, è stato il miglior giocatore della Lucchese di quest'anno, ovvero Andrea Rizzo Pinna che ha ricevuto il riconoscimento direttamente dalle mani della mamma di Diego, Francesca.

"Sono contento di ricevere questo premio – ha spiegato Rizzo Pinna – perché ho avuto la fortuna di conoscere Diego. A livello di squadra abbiamo avuto il merito di raggiungere la semifinale di Coppa Italia, mancando però sia per colpa nostra che per episodi l'accesso ai playoff. Adesso dobbiamo ripartire più forti di prima. Francamente, non so dove sarò il prossimo anno. Come tutte le persone, anche io ho l'ambizione di migliorare le mie condizioni lavorative. Posso solo che ringraziare la società, i miei compagni di squadra e i tifosi per questo percorso bellissimo". 

Accanto ai tre, un riconoscimento anche a Ettore Quirini, a lui è andato la prima edizione del premio "Cuore Rossonero Beppe Lorenzini", istituito, grazie alla collaborazione di Lucca United, per ricordare il grande tifoso rossonero scomparso nel marzo scorso. Il premio è destinato al calciatore che ha mostrato più attaccamento alla maglia. Ecco le parole di Quirini, premiato dai familiari di Beppe, la moglie Maida e la sorella Annarita: "Non ho mai avuto l'opportunità di conoscere Beppe. Percependo però il calore e il piacere con cui tutte le persone qui presenti lo ricordano, si capisce l'importanza di questa persona. É un onore e una responsabilità ricevere questo premio".

 



Altri articoli in Mondo Pantera


sabato, 8 giugno 2024, 17:47

Il Futsal Lucchese guarda al futuro

Archiviata la vittoria del campionato di Serie C2, l'obiettivo è quello di programmare la prossima stagione: tra gli obiettivi prefissati, quello di costruire un vero e proprio settore giovanile con degli stage per le categorie Under 15, Under 17, Under 19 e Under 21 che hanno come fine la composizione...


giovedì, 30 maggio 2024, 16:30

Quirini tra i premiati del Trofeo Maestrelli

Nell'ambito del prestigioso Trofeo Maestrelli che si è svolto a Montecatini Terme, Ettore Qurini ha ricevuto il riconoscimento di "giovane rivelazione" della Lega Pro 2023-24. L'esterno è stato sicuramente una delle note positive della stagione non di certo brillante della Lucchese



sabato, 25 maggio 2024, 20:13

L'Omone torna a casa

La festa per il 119° compleanno della Lucchese è iniziata sul luogo della fondazione, sotto la targa commemorativa realizzata dall'attuale amministrazione dietro al coro di San Michele in foro, ma, indubbiamente, il momento clou è stato al Caffè delle Mura.


mercoledì, 22 maggio 2024, 16:16

Lucchese, il Comune di Lucca celebra i 119 anni dalla fondazione con Corrado Orrico

Appuntamento alle ore 17 sul luogo della fondazione, sotto la targa commemorativa realizzata lo scorso anno dall’attuale amministrazione dietro al coro di San Michele in Foro a Lucca. La festa proseguirà alle ore 18 al Caffè delle Mura con “Bentornato Omone”, con il ritorno di mister Corrado Orrico, allenatore della...