Matches

Coppa Italia bye bye, svanisce il sogno della finale

mercoledì, 28 febbraio 2024, 21:14

In una cattedrale praticamente deserta come lo stadio Euganeo di Padova, popolato da poco più di un migliaio di spettatori la metà dei quali rossoneri, la Lucchese non riesce a raggiungere l'obiettivo della finale di Coppa Italia uscendo sconfitta per 2-0 e mostrando, al di là della volontà dei giocatori messi in campo, i soliti limiti cronici: una difesa pronta sempre a farsi sorprendere alla prima occasione, un attacco totalmente impotente. E così svanisce il sogno di ripetere l'impresa de 1990. Gorgone parte con l'undici annunciato, o comunque prevedibile: difesa a tre, Disanto recuperato, Magnaghi di punta. Inizio all'insegna dell'equilibrio, la prima conclusione in porta è di Zamparo, ma si deve attendere il 18': nessun problema per Coletta. Ma la gara non decolla, il Padova in formazione non tipo non trova le combinazioni, la Lucchese, guardinga e al punto giusto, gioca di rimessa: il risultato è che le due formazioni si annullano. Fino al 31', quando al primo corner concesso ai padroni di casa, ecco la solita difesa di burro: Delli Carri coglie la traversa, Faedo ribatte in rete: il vantaggio del Porta Elisa è già annullato. Se qualcuno, ricalcando tutto il cammino dei rossoneri, si aspettava anche l'occasione mancata, questa arriva puntalmente al 35': Quirini solo davanti a Zanellati non trova di meglio che centrare il portiere.

Disanto pochi minuti dopo è protagonista di un assolo in area neutralizzato dai difensori di casa. Sul finire del tempo, Lucchese che si libera con affanno di una percussione patavina. E nel recupero Dezi di testa spara alto da due passi. Da brividi. E proprio su Dezi in uscita deve intervenire Coletta a inizio ripresa. Due minuti, siamo al 6', e il portierone sfodera un provvidenziale colpo di reni per deviare una conclusione di Tordini. Altri due minuti, palla persa e contropiede dei veneti che con Cretella si mangiano un gol fatto. L'avvio della ripresa è davvero pessimo. La risposta è tutta in una punizione di Rizzo Pinna che termina alta. Coletta, chiamato agli straordinari, sventa anche una semirovesciata di Capelli al 15'. Sono i veneti a voler archiviare la pratica, i rossoneri, pur non difettando nell'impegno, sembrano di un'altra categoria. Varas, appena entrato, sfiora il palo: è un monologo. Un bel pallone recuperato con caparbietà da Rizzo Pinna non viene sfruttato, mentre scocca il 23'. E un minuto dopo ancora Rizzo Pinna mette Quirini davanti a Zanellati che con la mano salva sul tiro del rossonero. Ma è un fuoco di paglia: al 30' ancora una volta sugli sviluppi di un angolo, il Padova raddoppia con Varas che spara un missile da dentro l'area. Gorgone butta dentro Guadagni e Russo, e proprio quest'ultimo al 35' si fa parare incredibilmente il tiro da Zanellati: sembrava impossibile non far gol da due metri. L'ex Bortolussi, un minuto dopo, grazia Coletta. La partita non ha più un attimo di sosta. Se non per le sostituzioni: spazio anche a Astrologo e Djibril per l'assalto finale. Durante il quale Russo spara un missile da fuori che si perde di poco sul fondo. Occasioni anche per Djibril e Astrololo nei minuti finali. La Lucchese non si arrende. Ma nei cinque minuti di recupero non riesce a avvicinarsi ulteriormente all'area avversaria. Finisce 2-0, finisce l'avventura in Coppa con la quale probabilmente la dirigenza voleva mascherare un'annata decisamente mediocre. Ora sarà bene pensare al campionato, prima di tutto per mettere in sicurezza la categoria. Il rammarico è per quei 500 tifosi che ci hanno creduto, ancora una volta mettendoci cuore e fiato. E che alla fine hanno perso la pazienza. Inevitabilmente. Era l'ultima chiamata.

Padova-Lucchese: 2-0

Padova: Zanellati, Delli Carri, Belli (27' st Kirwan), Radrezza, Dezi, Villa, Capelli (38' st Favale), Cretella (12' st Varas) , Faedo, Tordini (12' st Liguori), Zamparo (27' Bortolussi) st . A disp. Donnarumma, Mangiaracina, Crisetig, Fusi, Grosu, Susanu. All. Torrente.

Lucchese: Coletta, Tiritiello, Rizzo Pinna, Tumbarello (38' st Astrologo), Disanto, Quirini, Sabbione, Benassai (32' st Russo), Cangianiello (38' st Djibril), Visconti, Magnaghi (27' st Guadagni). A disp. Chiorra, Berti, Alagna, Perotta, Toma, Fazzi, De Maria. All. Gorgone.

Arbitro: Zanotti di Rimini.

Reti: 31' pt Faedo, 30' st Varas.

Note. Ammoniti: Quirini, Benassai, Belli, Capelli, Russo Angoli: 5-4. Spettatori 1366 di cui 500 da Lucca.



Altri articoli in Matches


domenica, 14 aprile 2024, 16:18

Fine delle ambizioni, fine della corsa

La Lucchese perde 2-1 in pieno recupero a Fermo e accantona la residue speranze di un decimo posto valido per i playoff: vantaggio dei rossoneri con Yeboah ma i padroni di casa trovano subito il pari.


lunedì, 8 aprile 2024, 23:14

Un pari che allontana la zona play off

La Lucchese fa 1-1 con l'Arezzo in uno scontro diretto per i play off, nel primo tempo sbaglia un rigore con Rizzo Pinna e nella ripresa va sotto con un gol dell'ex Risaliti, ma in extremis trova il pari con Yeboah: commento, tabellino e foto



giovedì, 28 marzo 2024, 23:09

Balzo play off

La Lucchese spezza il digiuno fuori casa che durava dal settembre scorso e vince 3-1 a Pesaro rilanciando le sue speranze in zona play off. Rizzo Pinna nel primo tempo e Tiritiello e Yeboah nella ripresa ribaltano la gara: commento, tabellino e foto


domenica, 24 marzo 2024, 16:47

A testa alta, ma con la tasca vuota

La Lucchese esce battuta di misura dallo scontro con la capolista Cesena dopo aver mostrato un buon calcio e creato più di una occasione nei primi sessanta minuti di gioco, poi Berti rompe l'equilibrio e i rossoneri non trovano la forza per riagguantare il match. Commento, tabellino e foto