Matches

La beffa è servita ancora una volta

mercoledì, 11 ottobre 2023, 14:37

Niente da fare: anche stavolta il campo di Ferrara rimane tabù. Dopo che il 23 settembre scorso la Lucchese aveva ribaltato la gara ed era stata fermata solo da un nubifragio che aveva provocato l'interruzione del match al 12' del secondo tempo con i rossoneri in vantaggio per 2-1, alla ripresa di oggi la squadra di mister Gorgone è stata raggiunta dagli estensi che trovano un punto letteralmente miracoloso per quello visto in campo. Un tiro in oltre mezzora e un gol con la Lucchese costantemente alla caccia del bottino pieno che da queste parti è ormai una chimera quasi da un secolo.

La cronaca, necessariamente, parte dal 23 settembre con gli estensi che partono molto aggressivi, ma i rossoneri presidiano bene il campo. C'è giusto un errore di misura di Tiritiello che potrebbe fare male, rimedia con i piedi Chiorra. La prima stoccata è degli uomini di Gorgone che con una bella combinazione consentono a Russo di fiondare dal limite, Del Favero è reattivo in tuffo: è il 10'. Poco dopo ci prova Magnaghi ma la palla va abbondantemente sul fondo. E' la Lucchese, con le sue trame rapide, a condurre le danze con il passare dei minuti. Ma la Spal rischia di far male con una percussione che mette Dalmonte in condizione di concludere al 18': la difesa rimpalla la conclusione. Non c'è respiro: Fedato scodella in area piccola un tiro-cross respinto da Del Favero. Poi, siamo al 22', sugli sviluppi di una punizione, l'occasione più nitida: Cangianiello da dentro l'area incrocia il tiro, il portiere è fuori causa, la palla sfiora il palo. Tre minuti e Russo, solo davanti al portiere, spara in curva. Imperdonabile. Mica è finita: su un pallone invitante Fedato non trova l'impatto con il pallone. E' quasi un monologo, ma non c'è da sorridere: troppe le occasioni mancate. E infatti, puntuale, arriva la punizione: calcio piazzato degli estensi dal limite, batti e ribatti poi trova il gol in acrobazia Peda: è la mezzora. Vantaggio immeritato quanto si vuole, ma il calcio non tollera errori in sequenza. La Lucchese ha però il merito di non disunirsi. E viene premiata: al 43' cross al bacio di Russo e Guadagni da due passi insacca di testa. Nel settore ospiti è il delirio. Pari meritato. Strameritato, anzi. Di sicuro le squadre e i tifosi presenti non si meritano la vera e propria bufera di acqua e grandine che si scatena nell'intervallo e che costringe l'arbitro a ritardare l'inizio della ripresa. Sotto una pioggia battente, con il terreno intriso d'acqua, l'errore è dietro l'angolo. Proprio quello che rischia Del Favero su un tiro da centrocampo di Guadagni al 4'. Più piove, più dalle due curve coperte si alza l'incitamento per i propri giocatori. Ma la Lucchese gioca, e gioca bene. E segna: è l'8' quando Benassai, sugli sviluppi di una punizione insacca di testa. A far gol è anche l'acqua, un diluvio vero e proprio che costringe l'arbitro a far rientrare le squadre negli spogliatoi al 12' della ripresa. 

La ripresa di oggi, con molti interpreti diversi in campo, parte con una rete di Guadagni annullata per fuorigioco (tra più di un dubbio) e con Gorgone che preferisce uno schieramento leggermente più guardingo, ma non per questo meno propositivo. Poi è Gucher a concludere alto al 18'. Sulle tribune, deserta la curva dei padroni di casa per protesta con la scelta dell'orario di recupero, l'atmosfera è piuttosto spenta, ravvivata solo dal gruppo dei tifosi rossoneri presenti. Ma a far gol con una conclusione (la prima) non apparsa irresistibile è Rao al 20'. Svantaggio annullato senza fatica e in pochi minuti, per gli estensi. Proprio quello che non ci voleva. La Lucchese, però, continua a fare la partita, pur non creando pericoli. Sino al 32' con Guadagni che da due passi incrocia sull'esterno della rete. Poi ci prova Gucher, ma Alfonso che ha sostituito Del Favero dopo la papera di domenica scorsa, blocca. A una manciata di minuti dal termine prova il gioco di prestigio Russo, ma la conclusione è parata dal portiere estense.

Spal-Lucchese: 2-2

Spal: Alfonso, Valentini, Antenucci, Rabbi (31' st Collodel), Iglio, Celia, Arena, Carraro, Siligardi (31' st Contiliano), Maistro, Rao. A disp. Meneghetti, Del Favero, Bruscagin, Bertini, Breit, Dumbravanu, Puletto, Simonetta, Marrale. All. Colucci.

Lucchese: Chiorra, Alagna, Tiritiello, Tumbarello, Russo, Sabbione (46' st Merletti), Gucher, Cangianiello, Guadagni, De Maria, Magnaghi. A disp. Coletta, Berti, Perotta, Rizzo Pinna, Romero, Fedato, Sueva, Quirini, Djibril, Yeboah, Visconti. All. Gorgone.

Arbitro: Giaccaglia di Jesi.

Reti: 30' pt Peda, 43' pt Guadagni, 8' st Benassai, 20' st Rao.

Note. Ammoniti: Bertini e l'allenatore estense Colucci. Angoli: 1-4. Spettatori 6569 di cui 350 da Lucca (conteggio biglietti venduti nella gara iniziale).



Altri articoli in Matches


sabato, 2 dicembre 2023, 22:42

Ancora una volta sfuma la vittoria

La Lucchese, rimasta in dieci per l'espulsione di Benassai, si fa raggiungere dall'Arezzo sull'1-1 proprio allo scadere dopo che Rizzo Pinna aveva trovato ancora una volta la rete. Commento, tabellino e foto


sabato, 25 novembre 2023, 19:30

Grave stop

La Lucchese cappotta in casa contro la Vis Pesaro: marchigiani in doppio vantaggio nel primo tempo con i rossoneri inesistenti, poi nella ripresa accorcia Rizzo Pinna, ma il pari non arriva. Classifica che si fa preoccupante come l'involuzione della squadra. Contestazione dei tifosi. Commento, tabellino e foto



domenica, 19 novembre 2023, 21:22

Esce Tiritiello e la Lucchese sprofonda

Quinta sconfitta in campionato per la Lucchese che cade per 3-0 contro il Cesena: tutti nella ripresa i gol dei romagnoli dopo che il capitano si era infortunato: commento, tabellino e foto


lunedì, 13 novembre 2023, 23:15

Il ruggito della Pantera

La Lucchese si aggiudica all'ultimo tuffo la gara delicatissima contro l'Entella: partita bloccata per larga parte dei 90' ma con i rossoneri sempre attenti e pronti a ribattere colpo su colpo, poi Russo decide a un soffio dalla conclusione: commento, tabellino e foto