L'evento

Una corretta merenda dopo la partita di calcetto

sabato, 4 novembre 2023, 11:15

Il calcetto è una delle attività preferite degli italiani, che dopo la scuola o il lavoro si riuniscono nei campi sportivi per passare ore di divertimento e di svago. Nulla di strano per un Paese come il nostro che vive di sport, in particolar modo di calcio. Tuttavia, sarebbe bene legare ad un'attività come il calcetto una buona alimentazione, capire quindi cosa mangiare prima e soprattutto dopo aver praticato questo sport. Ovviamente bisogna prestare particolare attenzione all'orario, perché è anche sulla base di quello che si decide come alimentarsi. Tendenzialmente, infatti, sarebbe bene giocare con lo stomaco semi-vuoto per non andare incontro a dei problemi dovuti ad un pasto abbondante, che dovrebbe essere consumato almeno un paio d'ore prima della partita.

Come alimentarsi prima e dopo il calcetto

Secondo quanto riportato dal dottor Roveda, esperto del settore, prima del calcetto gli alimenti più consigliati sono carboidrati che possono derivare da ingredienti come pane, gallette con marmellata o miele e fette biscottate. Alternativamente, vanno benissimo anche un frutto come la banana o una crostata di frutta. Molto importante è anche l'alimentazione dopo la partita, che è quella sulla quale ci concentreremo maggiormente nelle prossime righe. A tal proposito, secondo il dottor Roveda sarebbe bene mangiare entro i 30 minuti successivi al calcetto per ridare al corpo i nutrienti che si sono persi, magari con carboidrati e proteine. Inoltre, è fondamentale reidratarsi per recuperare i liquidi perduti.

Tuttavia, sono diversi gli alimenti che possono unire il calcetto e la salute. Tra questi, ad esempio, rientrano senza ombra di dubbio la frutta fresca e di stagione, poiché ricca di vitamine e minerali essenziali. Le banane forniscono potassio, che aiuta a prevenire i crampi muscolari, mentre le arance e le mele sono ricche di vitamina C. La frutta secca come le mandorle, le noci e i semi di girasole sono ricchi di proteine, grassi sani e fibre, inoltre forniscono energia a lungo termine. Le barrette energetiche, poi, sono altri elementi che possono offrire un sostegno proteico all’organismo. Quest'ultime, però, come spiegato dalla dottoressa Laura Quinti, nutrizionista di Terme di Saturnia Natural Destination, si rivelano essere salutari solamente nel momento in cui presentano dei valori nutrizionali ben bilanciati ed un basso contenuto di zucchero, dolcificanti e coloranti.

Gli spuntini preferiti dai giocatori di calcio più giovani

Secondo quanto riportato dai dati elaborati dalla ricerca Doxa - Junior, quasi tutti i bambini e i ragazzi che rientrano nella fascia d'età tra i 5 e i 13 anni alternano la merenda salata con quella dolce. Infatti, per coloro che rientrano in questa fascia d'età può andare bene anche qualche spuntino un po' più goloso, assolutamente da alternare con merende salutari. 

Infatti, per i bambini più golosi sono presenti anche le patatine. Quest’ultime, oltre ad avere diverse caratteristiche nutrizionali, possono essere facilmente reperite anche su piattaforme online come ad esempio le patatine in offerta su Bennet,  scegliendo tra le diverse tipologie: da quelle classiche a quelle di lenticchie rosse, che possono essere uno snack goloso ma salutare. Un altro spuntino può essere il panino integrale con tacchino o bresaola che fornisce il giusto apporto di carboidrati, proteine e fibre.

Se ci concentriamo sugli alimenti dolci, vediamo che i preferiti sono le merendine confezionate (26%), seguite da pane e marmellata (23%), frutta fresca (17%) e biscotti non ripieni (15%). La gran parte dei bambini fa la propria merenda nel pomeriggio a casa, mentre una minima percentuale la fa fuori. Sono ancora di meno coloro che consumano il loro spuntino a scuola, mentre solamente il 5% dei bambini evita di fare merenda nel pomeriggio. Se dagli alimenti dolci ci spostiamo su quelli salati, allora vediamo che in cima alla lista dei preferiti c'è il pane con affettati e formaggi (15%), seguito da pizzetta (14%), crackers, grissini, schiacciatine (12%) e focaccia (10%).



Altri articoli in L'evento


martedì, 9 aprile 2024, 09:11

Sfinge d'Oro anche alla campionessa olimpica Giulia Quintavalle

Un'altra leggenda dello sport e del judo italiano ha confermato la sua partecipazione alla 25.a edizione del Premio Fedeltà allo Sport in programma lunedi 3 giugno all'Hotel Country Club di Gragnano Lucca. Si tratta della prima ed unica judoka italiana ad aver vinto la medaglia d'oro olimpica


lunedì, 8 aprile 2024, 15:33

Atletica Virtus: pioggia di medaglie per i Cadetti nel Cds

Ottima riuscita per la manifestazione di sabato al Campo Scuola Moreno Martini con gli atleti categoria Cadetti e Cadette protagonisti di eccellenti risultati nella seconda giornata della fase interprovinciale del Campionato di Società



martedì, 2 aprile 2024, 14:33

"Una vita in un abbraccio": ecco l'autobiografia dell'ex rossonero Quironi

Il libro dell'ex portiere della Lucchese e ora preparatori dei portieri delle Nazionali azzurre giovanili sarà presentato sabato 6 aprile nella casermetta Santa Croce alle ore 18,30: il ricavato andrà ai ragazzi dell'Allegra Brigata


giovedì, 28 marzo 2024, 19:46

La Sfinge d'Oro va anche al tre volte campione del mondo Golinelli

Il cast del Premio Fedeltà allo Sport in programma all'Hotel Country Club di Gragnano lunedi 3 giugno si arricchisce di un altro nome di prestigio. L'ex ciclista piacentino è l'ultimo vincitore italiano di due titoli mondiali su pista