L'evento

Atletica: le star italiane in gara al Meeting Internazionale Città di Lucca

martedì, 23 maggio 2023, 17:01

LUCCA - Meno di due settimane alla seconda edizione del Meeting Internazionale Città di Lucca, l’evento clou organizzato dall’Atletica Virtus Lucca e inserito nel Progetto Meeting 2020+ della Fidal, in programma domenica 4 giugno al Campo Scuola Moreno Martini. Mentre vanno ancora delineandosi le entry list delle differenti specialità della kermesse, ecco le prime conferme di alcuni tra i big dell’atletica leggera italiana che sfideranno le stelle internazionali. 

Nell’alto maschile torna a Lucca Marco Fassinotti, vincitore dell’edizione 2022 del Meeting Città di Lucca con la misura di 2.25 ed ex detentore del record italiano indoor di specialità. Finalista ai mondiali indoor di Sopot 2014 e Portland 2016, agli Europei di Barcellona 2010, agli Europei indoor di Parigi 2011 e agli ultimi Europei indoor di Istanbul, il torinese scende in pedana per confermare il risultato dell’anno passato. Tra i connazionali troverà a sfidarlo Eugenio Meloni, bronzo agli europei U23 di Tallin.

Interessante anche la gara di salto con l’asta – purtroppo orfana del campione italiano Matteo Oliveri – con la presenza di Simone Bertelli, la rivelazione degli ultimi campionati italiani Juniores/Promesse in cui ha siglato il record italiano under 20 (5.51) migliorando dopo ventotto anni il primato di Andrea Giannini, del veterano Nicolò Fusaro e di Andrea De Montis, campione italiano U18 con già vari titoli italiani giovanili in bacheca.

Nel martello torna in gara a Lucca l’esperienza di Marco Lingua, il sette volte campione italiano assoluto e nove volte campione assoluto nei lanci invernali che ha rappresentato l’Italia ai Giochi Olimpici di Pechino 2008 e Rio De Janeiro 2016. A sfidarlo: Simone Falloni, già vincitore dell’edizione 2022 del Meeting Città di Lucca con alle spalle diverse presenze in maglia azzurra, Davide Costa campione italiano invernale U23 e Giorgio Olivieri, attuale primatista italiano U18 e U20, campione italiano di lanci invernali e bronzo agli ultimi giochi del mediterraneo.  

Nel lungo ci saranno Jacopo Quarratesi, campione italiano Promesse e bronzo agli ultimi Giochi del Mediterraneo e Omar Abdul campione italiano indoor Promesse. 

Ai blocchi di partenza dei 100 metri ci saranno il giovane e promettente Matteo Melluzzo e Marco Ricci, medaglia d’oro ai Giochi del Mediterraneo 2022. 

Nei 200 metri unico atleta italiano è lo sprinter azzurro Hillary Wanderson Polanco Rijo mentre nei 110 ostacoli c’è Francesco Ferrante, finalista agli ultimi Giochi del Mediterraneo.

Brayan Lopez è il nome italiano di grido della gara dei 400 metri. Bronzo nei 400 agli Europei U23 del 2019, campione italiano assoluto indoor nel 2022, ha fatto parte del quartetto azzurro che ai mondiali in Polonia ha vistato, nella 4x400, il pass per l’avventura a cinque cerchi dei Giochi Olimpici di Tokyo. 

Tra i nomi femminili più attesi c’è sicuramente nel triplo quello della pluridecorata Dariya Derkach, vincitrice di nove titoli italiani assoluti (4 outdoor e 5 indoor), ventisei titoli giovanili, un argento europeo a Istanbul 2023 e quarta azzurra di sempre con un primato personale di 14.47. 

Due graditissimi ritorni nella pedana del martello. Il primo è quello di Sara Fantini, primatista italiana che nella scorsa edizione del Meeting Città di Lucca ha stabilito il nuovo temporaneo record italiano (74.38) superando dopo diciassette anni quello di Ester Balassini per poi migliorarsi ancora a Madrid con la misura di 75.77. Ricchissimo il suo palmares: medaglia d’oro in Coppa Europa di lanci a Leira 2023, bronzo in Coppa Europa nel 2022 e finalista ai Mondiali di Eugene 2022, sei titoli di campionessa italiana assoluta e sei di campionessa italiana di lanci invernali oltre ai vari titoli giovanili. Il secondo è quello di Rachele Moriche, dopo aver realizzato a Lucca lo scorso anno il nuovo record italiano Juniores (68.04), in estate si è laureata campionessa del mondo Juniores a Cali. 

Super star dei 100 e dei 200 metri Anna Bongiorni, uno dei pezzi più pregiati della manifestazione che vanta nel proprio palmares risultati di grandissimo livello: semifinalista ai Giochi Olimpici di Tokyo nel 2021 sui 100 metri; bronzo agli europei 2022 di Monaco nella staffetta 4x100, semifinalista nei 60 metri agli Europei indoor di Istanbul e medaglia d’oro ai World Relais 2021 di Chorzów nella staffetta 4x100 di cui faceva parte anche Irene Siragusa, anche lei in gara a Lucca in questa seconda edizione del Meeting. Vincitrice di numerosi titoli nazionali giovanili e detentrice di due record di categoria, uno Promesse e l’altro Juniores, entrambi con la staffetta 4x100, Siragusa va ad aggiungere spessore alla gara dei 100 metri di cui farà parte anche Johanelis Herrera Abreu che insieme a Bongiorni e Siragusa, nella staffetta 4x100, ha vinto il bronzo ai Giochi del Mediterraneo di Tarragona nel 2018 e l’argento agli Europei U23 di Tallin nel 2015. 

Nei 100 ostacoli infine, Giada Carmassi, reduce dal nuovo gran primato personale sui 60 ostacoli a Udine.

 

 Tutte le info su www.meetinglucca.com



Altri articoli in L'evento


lunedì, 15 luglio 2024, 18:45

Folgor Marlia si unisce a Dai Ora


mercoledì, 10 luglio 2024, 16:07

Nuova impresa per Riccardo Bergamini: scalerà la montagna di oltre 7mila metri più settentrionale del pianeta

Una nuova, grande avventura attende l'alpinista lucchese Riccardo Bergamini, che a cavallo tra il mese di luglio e il mese di agosto tenterà di salire il Khan Tengri, la montagna più settentrionale del mondo, che supera i 7000 metri d'altitudine.



lunedì, 8 luglio 2024, 16:19

Santangelo medaglia di bronzo nei 3000 metri ai Campionati italiani Allievi

Il giovane mezzofondista Virtus allenato dal tecnico Massimiliano Santangelo, al primo anno di categoria, sale sul terzo gradino del podio conquistando l’ennesimo risultato eccellente della stagione. Gli altri risultati degli atleti lucchesi


giovedì, 4 luglio 2024, 09:06

Rivoluzione digitale, l'Italia è sempre più connessa in rete

'Italia è sempre più protagonista della rivoluzione digitale e cresce, di conseguenza, la presenza dei nostri connazionali in rete: è quanto certificano i dati Audiweb più recenti, che nel solo mese di aprile 2024 parlano di un totale di ben 44,7 milioni di individui collegati almeno una volta a Internet