Galleria Rossonera

Castagnoli: "Ipotizzare le gare alle 12 è l'ennesima follia"

martedì, 27 settembre 2022, 17:03

di diego checchi

Giulio Castagnoli, opinion leader della trasmissione “Curva Ovest” di Noitv, è netto: “Ipotizzare di giocare le partite alle 12:00 è una vera e propria follia, anche perché il sabato o la domenica a pranzo, le famiglie si riuniscono tutte insieme e non è giusto che venga tolta questa tradizione. Sono d’accordo invece sul fatto che vadano tolte le gare in notturna. L’orario più giusto per giocare le partite di Serie C è le 14:30 o le 15:00. Ma non solo per una questione di risparmio energetico, ma anche per ridurre i costi della società che altrimenti sarebbero costrette a viaggiare la notte e rimanere una notte in più in albergo. Bisogna avere anche un po’ di buon senso per i tifosi. Come si fa a pretendere che le persone vengano allo stadio se poi si gioca ad orari assurdi?”

Come è successo nella partita di sabato scorso.

“Assolutamente sì. Sabato scorso pioveva e le persone si sono bagnate e per fortuna che non era freddo. Ma le persone anziane sono rimaste sicuramente a casa perché avrebbero rischiato di prendersi dei malanni. Tutti si riempiono la bocca sul fatto di riempire gli stadi e poi succedono queste cose. Non so proprio cosa dire. Ripeto, il lunch match non è la giusta soluzione e anche il giocare a orari sfalsati non credo sia una buona trovata, perché sfido credo che a parte ai lavori, ogni tifosi segua soltanto la sua squadra. Non c’è bisogno di far giocare alle 17:30 la Lucchese, alle 21:00 il Montevarchi e alle 14:30 un’altra partita, perché gli introiti televisivi per le società sono talmente pochi che a mio avviso non vale la pena nemmeno di fare questo spezzatino. Se poi ci sono degli accordi con sky o altri emittenti per far vedere due o tre partite alla sera, ben venga, ma non di più, perché si va verso una stagione fredda e invernale”.

Che cosa pensa della squadra?
“Penso che ora ci siano tre partite dove si potrà capire qual è il vero valore della Lucchese. Per adesso è ancora troppo presto per sbilanciarmi. Il primo tempo di sabato mi è piaciuto, mentre nel secondo siamo un po’ calati. Aspetto di vedere la squadra ancora un po’ per esprimere un giudizio definitivo. Sono convinto che se riuscirà l’amalgama giusta, potrà stare nei playoff per tutto l’anno, ma ci vuole un filotto di risultati positivi. E poi sono preoccupato di una cosa: a centrocampo non ci sono tanti giocatori di grande statura e questo può penalizzarci soprattutto per quanto riguarda i campi pesanti. Sono rimasto favorevolmente colpito dal reparto offensivo. Il centrocampo e l’attacco li voglio rivedere all’opera”. 

 



Altri articoli in Galleria Rossonera


venerdì, 25 novembre 2022, 10:27

Alagna: "A Fermo ci attende una gara tosta, ma dobbiamo riscattarci"

L'ex Fermana presenta la partita con la squadra marchigiana: "Sarà una bella emozione perché la Fermana è una squadra che mi ha dato tanto e che mi ha fatto crescere anche come calciatore. Sarà bello tornare lì dove ho tanti amici”


giovedì, 10 novembre 2022, 14:34

Tiritiello: "C'è voglia di tornare a fare risultato"

Il roccioso difensore parla del momento dei rossoneri: "La squadra è molto... "arrabbiata", domenica mi aspetto una partita molto combattuta. Il Siena è una squadra di carattere che gioca bene e prende pochi gol. Siamo due formazioni che vogliono fare risultato a tutti i costi"



venerdì, 30 settembre 2022, 09:05

Bianchimano: "Voglio arrivare in doppia cifra"

L'attaccante rossonero a Gazzetta Lucchese: "È ancora presto per capire dove potrà arrivare questa squadra, ma credo che il primo obiettivo sia quello di raggiungere la salvezza e poi, da lì, partire per arrivare a fare qualcosa di importante, giorno dopo giorno. Devo ancora raggiungere la migliore condizione"


venerdì, 26 agosto 2022, 09:01

D'Alena si presenta: "Campionato complicato, ma la Lucchese ha grande valore"

Il centrocampista rossonero: "Possiamo ambire play off ma bisogna vedere cosa dice il campo, quello che è certo è che la squadra è costruita per fare bene anche se adesso è presto per definire obiettivi precisi. C'è tanta voglia di fare bene in tutti noi"