Galleria Rossonera

Reggiannini: "Ai play off, l'avversario preferibile è il Gubbio"

venerdì, 22 aprile 2022, 08:20

di diego checchi

Armando Reggiannini è un doppio ex della partita di sabato prossimo e ha il cuore diviso a metà. Ma a parte questo, intervistarlo è sempre interessante in quanto è un osservatore delle Nazionali giovanili italiane e ha visto diverse gare sia dei rossoneri che degli arancioni e quindi può esprimere un giudizio sul campionato che hanno fatto entrambe le società. Reggiannini ci tiene poi a elogiare il lavoro di mister Pagliuca, che a suo avviso prepara molto bene le partite.

Che partita sarà?

"Sarà una gara importante sia per la Pistoiese che per la Lucchese perché entrambe giocheranno per cercare il miglior piazzamento rispettivamente in chiave play out e play off".

Cosa pensa del lavoro di Pagliuca?

"Il lavoro di Pagliuca e anche quello del direttore sportivo è stato ottimo, sono stati scelti giovani di qualità che sono cresciuti molto nel corso della stagione. Quindi direi un ottimo lavoro sia sul campo che dietro la scrivania".

C'è qualcosa che l'ha impressionata nel lavoro di Pagliuca?

"Pagliuca è un allenatore moderno che fa giocare bene la squadra. Forse talvolta partecipa in maniera troppo emotiva ma prepara benissimo le partite". 

Come pensa che si comporterà la Lucchese ai play off?

"Ho visto diverse partite della Lucchese e mi ha sempre fatto un'ottima impressione. Se l'è sempre giocata con tutte e credo che darà filo da torcere a diverse squadre nei play off".

Tra Ancona, Gubbio ed Entella quale squadra potrebbe essere più semplice da incontrare per i rossoneri?

"Sono tutte squadre importanti ma Entella e Ancona sono squadre esperte mentre il Gubbio è una squadra con tanti giovani e che gioca a calcio, potrebbe essere quella più semplice anche per le caratteristiche della Lucchese". 

Ai play off si giocherà ogni tre giorni, come pensa che condizionerà la competizione?

"Il fatto di giocare ogni tre giorni sarà un fattore determinante, ogni gara bisognerà dosare le forze per quella successiva, ma ovviamente intanto bisogna passare il primo turno".

Sabato potrebbero esordire i giovani Quirini e D'Ancona...

"Non conosco D'Ancona ma sono curioso di vederlo visto che è un 2005. Quirini invece lo conosco e onestamente devo dire che speravo facesse prima l'esordio. L'ho seguito alla Fiorentina, è un ragazzo serio e forte fisicamente, se sarà impiegato farà la sua figura. In prospettiva lo vedo più come terzino che come centrale, dove gli manca qualche centimetro".

Della Pistoiese cosa ci dice?

"Innanzitutto mi fa piacere che la città abbia accettato la nuova dirigenza con entusiasmo e partecipazione. Purtroppo ci sono state un paio di partite che potevano essere vinte, quelle con Viterbese e  Gubbio, e che avrebbero consentito di raggiungere la salvezza mentre ora bisognerà giocarsela ai play out. In ogni caso guarderò con attenzione la gara di sabato perché anche nella Pistoiese ci sono giovani molto interessanti come Sottini, Moretti e Portanova che purtroppo però non giocherà perché è squalificato".



Altri articoli in Galleria Rossonera


lunedì, 23 maggio 2022, 18:10

Mister Fracassi: "I tifosi hanno capito che quest'anno c'è stato tanto lavoro"

Il vice di Pagliuca parla della stagione conclusa e del futuro: "L'obiettivo è migliorarsi. È ovvio che la società deve fare i suoi passi con il rinnovi e nella costruzione della squadra, con il mister abbiamo già parlato e sappiamo dove intervenire per poter migliorare, magari anche nella fase realizzativa”


martedì, 17 maggio 2022, 12:05

Giovannini: "Ecco su chi punterei in Serie C..."

Il direttore generale, da poco passato all'Arezzo, parla dei giocatori che lo hanno impressionato e del campionato dei rossoneri: "Tutti i dirigenti sono stati bravi, non era facile ripartire dopo una retrocessione e Pagliuca ha fatto un grande lavoro sul campo e questo mi sembra sia sotto gli occhi di...



venerdì, 13 maggio 2022, 07:43

Zak Ruggiero ai saluti: "Play off emozione bellissima, meritavano di più"

Il trequartista che ha disputato un finale di stagione in crescendo: “Non lo so ancora cosa mi riserverà il futuro: è incerto. Devo scegliere bene, ho altri due anni a Crotone, adesso vedremo cosa fare insieme ai proprietari del mio cartellino”


giovedì, 12 maggio 2022, 12:38

Corsinelli: "Ecco cosa voglio per il futuro"

L'esterno esamina la sua stagione e parla del futuro: "L'obiettivo è sicuramente andare in Serie B. Sono andato vicino a vincere i playoff per ben due volte senza mai riuscirci, ma vorrei provare a fare il salto di categoria, magari con la Lucchese dove giocherò anche il prossimo anno"