Galleria Rossonera

Romero: "Voglio far ricredere tutti sulle mie potenzialità"

domenica, 20 agosto 2023, 08:49

di fabrizio vincenti

Non cerca rivincite, semmai solo l'occasione di dimostrare tutto il suo valore, dopo che la passata stagione l'ha trascorsa molto, troppo, in panchina, realizzando pochi ma pesantissimi gol, sempre da subentrato. Niccolò Romero vuol provare a stupire tutti. Nelle amichevoli precampionato è andato bene e anche in gol. Lui ci scherza sopra: "Ho dimostrato di essere un attaccante da serie D, ora devo dimostrare di esserlo da C...".

E' uno dei giocatori rimasti, ma intorno è cambiato un po' tutto..

"E' cambiato quasi tutto, la società ha chiarito da subito gli obiettivi di medio periodo, che sono quelli di vincere, e quelli di breve tra cui colmare alcune lacune, a partire da quelle del terreno di gioco, dello stadio. Idee chiare e tutto con molta disponibilità e umiltà, anche verso i giocatori esperti della squadra a cui è stato chiesto cosa fare per migliorare: c'è molta umiltà anche nel chiedere aiuto e consigli".

Anche il tecnico è nuovo.

"Anche il mister si è presentato con grande determinazione e voglia di mettersi a disposizione, durante il ritiro ha iniziato a plasmare il gruppo  e iniziato la costruzione del suo modo di gioco. C'è tanto entusiasmo e voglia di fare bene, le amichevoli ci hanno dato fiducia, poi il campionato è un'altra storia e lì sarà la stagione vera". 

Il girone è definito da tutti di ferro...

"Diciamo che non basta avere il nome, personalmente ritengo più attrezzate squadre come Ancona e Carrarese rispetto a un Perugia o a una Spal di oggi. In ogni caso, è un girone importante dove ci sono tante squadre forti a prescindere dal nome. Dovremo essere bravi a farci trovare pronti, le prime partite conteranno molto sul morale e sulla possibilità di far crescere l'entusiasmo".

Quale sfida la intriga maggiormente?

"Quella con il Pescara, non ho mai giocato in quello stadio, diversamente da altri come Perugia e Ferrara, spero di giocare quella gara e che sia un big match".

A proposito di sfide: qual è quella di Niccolò Romero per la stagione che va a cominciare?

"Far ricredere tutti sulle mie potenzialità rispetto a quanto visto lo scorso anno dove ho anche io le mie colpe: sono arrivato non al massimo per motivi extracalcistici, poi mi sono infortunato e poi è stato difficile ribaltare le gerarchie dopo che alcuni equilibri erano stati trovati".

Ha fatto soli tre gol, ma tutti importanti.

"Diciamo pochi ma buoni, miro a farne decisamente di più quest'anno".

Un nuovo compagno che l'ha colpita.

"Faccio il nome di Simone Cangianiello, ha qualità e capacità di capire cosa vuole il mister. E' un ragazzo silenzioso che lavora sempre al massimo, spero davvero possa levarsi soddisfazioni".



Altri articoli in Galleria Rossonera


mercoledì, 7 febbraio 2024, 08:33

Astrologo si presenta: "La Lucchese gioca sempre per vincere. Sugli obiettivi..."

Il giovane neo rossonero: "Sono venuto a sapere dell'interessamento per me solo nell'ultima settimana di mercato. Sono felice e carico per questa nuova tappa della mia carriera. La Pantera l'ho seguita anche in televisione e devo dire che a livello collettivo mi hanno impressionato tutti"


lunedì, 1 gennaio 2024, 15:30

Cangianiello: "Il mio obiettivo sono i playoff. La gara che mi è rimasta più impressa..."

Il giovane centrocampista a Gazzetta Lucchese: "Sono fin qui soddisfatto del mio percorso, ma le differenze sono tante. In Serie C il livello tecnico e fisico delle squadre è elevato. Anche il ritmo delle partite è un'altra variante di cui tenere conto.



sabato, 30 dicembre 2023, 08:56

Rastelli: "La Lucchese si merita altre categorie"

Intervista esclusiva all'indimenticabile ex bomber rossonero: "Ecco cosa ci mancò per arrivare alla serie A, la partita che ricordo di più è la vittoria in Coppa Italia contro l'Inter. Dei tecnici avuti in rossonero ho cercato di prendere il meglio. E sulla Lucchese di oggi, dico che..."


mercoledì, 22 novembre 2023, 12:54

Bergamini si racconta: "Alpinismo, imprese e la passione per la Lucchese"

Intervista esclusiva con l'alpinista tifosissimo rossonero: "La Pantera la seguo sin da quando ero molto piccolo. Ho avuto la fortuna di assistere alle due storiche promozioni dalla C2 alla C1 e nel 1990 dalla C1 alla Serie B. In quegli anni ho seguito i rossoneri in tutti gli stadi d'Italia.