Galleria Rossonera

Panico: "C'è mancato qualcosa, ora dobbiamo giocarci al massimo i play off"

venerdì, 28 aprile 2023, 08:46

Con i suoi cinque gol in sedici partite è il capocannoniere della Lucchese: Giuseppe Panico è arrivato in rossonero nel mercato di gennaio ma ha subito ben impressionato, conquistandosi una maglia da titolare inamovibile, i gol, una volta messo nel ruolo di centravanti, sono arrivati. Gol (straordinario quello di Cesena), gioco, sacrificio, lotta (testimoniata anche dai numerosi cartellini gialli): Panico è divenuto quasi da subito un riferimento per la squadra ma anche per i tifosi che già da avversario ne aveva apprezzato le qualità.

Avete ripreso gli allenamenti in un clima di assoluta incertezza sulla disputa dei play off: come state vivendo il momento?

"Non è facile per niente, anzi è pesante: dobbiamo attendere almeno due settimane ed è chiaro che tutto questo impatta sulla concentrazione, anche se poi, come ci avvicineremo alla data, la tensione salirà da sé. Ci sono i play off da giocare e sono sicuro che arriveremo pronti".

La Lucchese è arrivata ottava nella stagione regolare: è la sua posizione o forse c'è qualche rimpianto?

"Siamo arrivati ottavi perché c'è mancato qualcosa, forse anche un pizzico di fortuna, ma alla fine la classifica è questa. Ora dobbiamo giocarcela al massimo".

Contento di trovare l'Ancona o preferiva un'altra squadra?

"Detto che ai play off non c'è scritto da nessuna parte che la quinta batta la decima, una vale l'altra: c'è solo un risultato a disposizione, la vittoria".

E comunque contro le grandi squadre la Lucchese non ha mai sfigurato.

"Contro le squadre importanti ce la siamo sempre giocata, ricordo che a Cesena abbiamo recuperato e forse potevamo anche fare bottino pieno se avessimo sfruttato meglio certe situazioni; contro l'Entella abbiamo fatto la nostra partita, contro l'Ancona ci hanno raggiunto solo con un gol alla fine".

Ha giocato i play off a Vercelli: in cosa sono differenti rispetto a una partita di campionato?

"A Vercelli avevano due risultati su tre a disposizione, se sei costretto a vincere non puoi fare molti calcoli, devi lottare su ogni pallone sapendo che potrebbe essere quello decisivo e devi avere la concentrazione al 110 per cento".

Che giudizio dà della sua metà di campionato a Lucca?

"Potevo aver fatto qualche gol in più, ma sono contento. Ancora però il campionato non è finito. Diciamo che poco alla volta, dopo il mio arrivo, sono riuscito a inserirmi e a trovare la forma".

Come si è trovato da centravanti, dove ormai è stabilmente da molte partite?

"Bene, sia da centravanti da solo che con un altro attaccante fisico a cui girare intorno mi trovo meglio che da esterno. Centralmente posso attaccare più la profondità".

Dove si vede a luglio Giuseppe Panico?

"Penso ai play off, poi vedremo cosa deciderà la società, tenendo presente che c'è di mezzo anche il Crotone. Qui sono stato bene e non mi spiacerebbe certo se ricevessi una chiamata dalla Lucchese, ma è presto. Ripeto: pensiamo ai play off".



Altri articoli in Galleria Rossonera


martedì, 21 maggio 2024, 09:14

Pinna: "Lucca merita una squadra di livello"

"La salvezza è stata una magra consolazione: la Lucchese può fare qualcosa di più. Spero che la società costruisca una rosa più competitiva in grado di ambire ad altre posizioni di classifica. A Lucca, due anni stupendi, i migliori della mia carriera.


mercoledì, 15 maggio 2024, 18:03

Aliboni: "Correggio ricordo indelebile, Lucca per sempre nel mio cuore. Su Pagliuca..."

L'ex capitano ricorda la promozione dieci anni dopo: "Quella partita la Lucchese l'aveva già vinta prima di disputarla. Un ruolo fondamentale lo ebbero i tifosi, presenti addirittura sia il giorno prima di partire per l'Emilia che il giorno stesso, scortando il nostro pullman lungo il tragitto dall'albergo al campo.



sabato, 11 maggio 2024, 17:47

Musa, ds Sestri Levante : "Gorgone? Ha gettato le basi per il futuro. Sulle seconde squadre..."

Il diesse dei liguri a Gazzetta: "Play off? A mio parere Avellino e Benevento hanno un passo in più, ma occhio alla Carrarese, al Vicenza e alla Torres. La Lucchese? Quando cambiano sia la proprietà che lo staff e parte dei calciatori non è mai semplice.


venerdì, 10 maggio 2024, 08:58

D'Ancona: "Idolo Sergio Ramos, mi ispiro a Quirini. Lucchese? Mi piacerebbe tornare"

Dopo due stagioni di apprendistato e l'esordio con la prima squadra rossonera, quest'anno il classe 2005 ha giocato in prestito con l'Aglianese, totalizzando 2 reti in 31 presenze: "Con i rossoneri ho un contratto che scadrà a giugno. A me piacerebbe tornare, vedremo"