Porta Elisa News

Massone: "C'è un gruppo di Lucca interessato alla società"

giovedì, 6 giugno 2019, 21:05

di fabrizio vincenti

Angelo Massone, l'avvocato che sta gestendo il concordato preventivo, conferma che l'interessamento di un gruppo lucchese per la formazione rossonera. Tuttto, come ovvio, passerà prima di tutto dal campo. Ma iniziano a emergere dettagli sull'operato dei mesi scorsi. 

"C'è un gruppo di Lucca che è interessato alla Lucchese, sono loro che garantiscono per il concordato. La prossima settimana chiaro che deve uscire allo scoperto. Se non lo faranno, io lascio e naturalmente dirò di chi si tratta. Nomi per ora non ne faccio, posso aggiungere che non è Aranlado Moriconi né persone a lui collegate".

Chi ha pagato le spese che dovevao essere coperte per la procedura concordataria?

"Sono 5000 euro, che ho pagato io. Avevamo valutato di farli pagare tramite la cassa della società, ma c'era da far fronte alle spese per la trasferta di Bisceglie e dunque non era possibile, così ho coperto io dopo aver ricevuto garanzie adeguate".

E perché questi soggetti potenzialmente interessati non hanno ritenuto di uscire allo scoperto e farsi carico di soli 5000 euro?

"Perhcé nessuno vuole comparire in questo momento, è la verità. Importante era coprirli".

A che punto siete con gli adempimenti?

"Abbiamo fatto quanto dovevamo fare in questa fase, e non è stato facile. Tenga conto che non era stato fatto nulla sinora. Ora c'è la variabile salvezza. Da lunedì se le cose andranno in un certo modo procederemo con l'iscrizione, altrimenti dovremo fare un'analisi giuridica della situazione".

Ha detto che sinora non è stato fatto nulla: come è possibile? C'era un amministratore?

"Ottiaviani è stata una sciagura, da quel 28 dicembre non è stato praticamente fatto nulla, la compagine sociale non ha fatto nulla".

Eppure a febbraio sono stati fatti pagamenti dal conto della Lucchese.

"Vero, si tratta di pagamenti per gli stipendi e per altri pagamenti urgenti".

Chi li ha fatti?

"All'epoca Ottaviani era amministratore".

Lui ha più volte detto che non aveva nemmeno le password del conto corrente bacario e  di non sapere cosa sia successo.

"Non so che dirle, giuridicamente lui è responsabile".

I pagamenti fatti non hanno consetito di regolarizzare i contributi dei calciatori e sono arrivati i primi deferimenti.

"Al 70 per cento i soldi sono serviti per gli stipendi, il rimanente 30 per alcuni pagamenti legati all'attività, tipo security e altre".

Sono tutti pagamenti che erano necessari a suo giudizio?

"Per me il 90 per cento sì, per il 10 io non li avrei fatti, comunque ne ha preso visione anche il commissario giudiziale. Non è che sono stati dati soldi a Ceniccola, Ottaviani o Castelli, tanto per essere chiaro". 

Ottaviani veniva pagato?

"Mille euro al mese, credo abbia preso 3000 euro per gennaio, febbraio e marzo".

Dunque marzo addirittura in anticipo, visto che i bonifici sono di febbraio: Ceniccola ha ricevuto qualcosa?

"Mi risulta di no, comunque c'è un problema più grosso di quello sui pagamenti effettuati".

Ovvero?

"Riguarda le fatture attive per la Lucchese, centinaia di migliaia di euro mai fatturati e dunque mai richiesti: siamo vicini ai 400mila euro".

Cosa???

"Ha capito bene: 240mila per mancate fatturazioni sul minutaggio, altri 120mila euro sempre dalla Lega, 30mila per un accordo pubblicitario. Tanti soldi che potevano servire per gestire l'ordinario, ma che non sono mai stati fatturati. Le fatture le abbiamo emesse in questi giorni".

 

 

 

 

 



caffè bonito

Altri articoli in Porta Elisa News


martedì, 20 agosto 2019, 18:46

Mercato, Benassi vicino al ritorno in rossonero

Il nome più gettonato per rinforzare la difesa è quello di Maikol Benassi, classe '89 che ha fatto il settore giovanile nella Lucchese , lo scorso anno a Cesena. Per l'attacco si studiano Gaston Corado, ex Francavilla, e Luca Orlando, ex Matera. La suggestione si chiama Claudio Coralli


martedì, 20 agosto 2019, 11:13

Wikipedia e il mistero del proprietario della Lucchese

Per Wikipedia, l'enciciclopedia libera di internet, la Lucchese è in mano a un tale che di nome fa Antonio Scialla. La società si è attivata per la rimozione. Santoro: "Non sappiamo chi sia se vuole venire e portare 3-400mila euro è ben accetto.



lunedì, 19 agosto 2019, 17:52

Deoma: "I tifosi, la nostra spinta in più"

Dopo l'esordio in Coppa parla il diesse: "Sono molto soddisfatto dall'atteggiamento dei miei giocatori. E' vero ci sono ancora tante cose da migliorare ma per essere la prima partita non gli si poteva chiedere di più"


domenica, 18 agosto 2019, 21:55

Vignali: "Non si deve mollare niente: abbiamo affrontato la gara con lo spirito giusto"

Soddisfatto anche il giovane Presicci: "Un pubblico così non me lo sarei mai immaginato. Abbiamo retto bene, stiamo lavorando sodo e le due amichevoli che abbiamo giocato ci hanno fatto bene per mettere minuti nelle gambe”