Detto tra noi


Detto tra noi

Soci lucchesi, decidetevi su cosa volete fare da grandi

lunedì, 9 ottobre 2017, 14:33

di fabrizio vincenti

Il derby contro il Pisa ha naturalmente, solo temporaneamente, fatto passare in secondo piano le vicende societarie rossonere. Vicende che mettono prima di tutto tristezza. Tristezza per la città, come sempre fredda nella sua componente imprenditoriale, gente da prendere a riferimento se si vogliono semplicemente fare i "cazzi propri", tenendosi ben lontani da qualunque impegno nel tessuto comunitario che non sia la squadretta del cocco di casa o qualche associazione in omaggio a una zia degli anni '50. La trama si sa, si snoda penosamente identica da decenni. E questa stessa gente non trova mai sulla sua strada qualcuno che con le buone o le cattive la riporti all'ordine. Il ruolo del sindaco Tambellini ci pare il solito, quello che recita da una vita di fronte ai potenti: la parte è quella di don Abbodio. Non ci dimentichiamo che la crisi della Lucchese è quella delle Mura campione d'Italia e non in grado di disputare la coppa dei campioni. Dire che la città che avrebbe i mezzi è sorda, è dire poco. Diciamo che fa proprio schifo sull'argomento. Accanto a questa illuminata classe imprenditoriale, c'è un altro dato imbarazzante. Quello dell'attuale compagine societaria, dietro cui, strumentalmente, alcuni giustificano il mancato impegno. Che è strumentale lo testimonia la lunga assenza temporale dell'imprenditoria, sempre pronta a trovare una scusa, ma l'attuale gruppo dirigente non sta certo dando...


Detto tra noi

Se questa è la Lucchese dei lucchesi...

sabato, 23 settembre 2017, 15:50

di fabrizio vincenti

Trasparenza, questa sconosciuta. Passano le gestioni, ma il vezzo di non informare i tifosi, di non mettere sotto la giusta luce le questioni cruciali della società non passa. Le vicende di questi giorni, che seguono bene ricordarlo quelle del giugno scorso quando si tentò la cessione della Lucchese a un personaggio con un passato calcistico almeno movimentato, sono l'ennesima dimostrazione di scarsa trasparenza. La Lucchese stava per passare di mano senza che la città ne fosse minimamente informata. Carlo Bini, amministratore unico, solo pochi giorni addietro, a domanda precisa se la Lucchese era oggetto di trattative aveva risposto:" Trattative in corso non ce ne sono, una telefonata non è una trattativa e per ora la Lucchese è in mano saldamente ai lucchesi". Era il 17 settembre, le lettere di convocazioni dei soci per la clausola di gradimento per la cessione del club a una società con sede a Roma e con 13mila, ripetiamo: 13mila, euro di ricavi nel 2015, già spedite o in procinto di esserlo. Un comportamento che cozza con la tanta sbandierata volontà di dare massima trasparenza. Proprio uno dei motivi che tutti avevamo salutato con piacere nel momento in cui la Lucchese era rientrata nelle mani di soli soci lucchesi ai quali va il ringraziamento per quanto fatto a gennaio scorso, ma non può e non deve essere un ringraziamento a prescindere da quanto stanno facendo o faranno. Sia chiaro. Ma le anomalie mica sono finite con un bluff in...


Detto tra noi

E ora?

lunedì, 18 settembre 2017, 18:44

di fabrizio vincenti

Le esternazioni dell'amministratore unico della Lucchese Carlo Bini al termine della gara con il Monza mettono una pietra sopra i tanti discorsi spesi in questi mesi. Da quando, a fine gennaio scorso, la società è passata di mano le voci di un ingresso di nuovi imprenditori lucchesi nella Pantera si sono sprecate. Peraltro alimentate dagli stessi soci rossoneri, che più volte, pubblicamente, hanno dichiarato imminente l'ingresso di forze nuove. Un refrain più volte speso e rivelatosi totalmente velleitario. Dopo sette mesi non un imprenditore è entrato. Promesse tante, fatti zero. Anche fossero stati solo per poche migliaia di euro. Dunque, delle due l'una: o la Lucchese non interessa o nessuno si è voluto associare a questa compagine. Confortati dalla statistica, i discorsi sono i soliti da decenni del resto, propendiamo per la prima, del resto gli imprenditori illuminati del nostro territorio, gente buona a spendere 100mila euro per una festa di compleanno, preferiscono altri giocattolini. E la stessa Gesam Gas Le Mura campione d'Italia potrebbe crepare per questa gente a cui va il nostro disprezzo per la mancanza di interesse per il territorio da cui provengono e in cui le loro aziende operano. D'altro canto, a proposito di chiacchiere tante a fatti pochi come non dimenticare il sindaco Tambellini, le sue riunioni con i sindaci della Piana e foto per la stampa? Il Nostro se ne è uscito nei giorni scorsi con un lungo e accorato comunicato stampa in cui invita...


Detto tra noi

Comune, ancora una volta, se ci sei batti un colpo

lunedì, 4 settembre 2017, 13:20

di fabrizio vincenti

Era gennaio di quest'anno quando si consumò l'ennesimo rito da precampagna elettorale  con tanto di avviamento della macchina della comunicazione. Ancora conserviamo la foto sul desktop, a futura memoria. Al tavolo, con volti compunti, il sindaco di Lucca Tambellini, quello di Capannori Menesini, quello di Porcari Baccini e l'allora assessore allo Sport Marchini. Non intervennero, ma assicurando massima collaborazione per l'auspicato salvataggio della Pantera, i primi cittadini di Montecarlo e Altopascio. Sono passati quasi nove mesi. Ci chiediamo, e chiediamo ai diretti interessati, cosa si stato concretamente fatto per dare una mano alla Lucchese. Un'idea, noi, ce la siamo fatta: zero. O quasi. Non ci risulta che tramite uno qualunque dei sindaci della Piana siano entrati nuovi imprenditori locali nella Lucchese. Ci risultano solo delle telefonate e dei colloqui durante i quali, alcuni soggetti, avrebbero riferito al sindaco Tambellini che piuttosto che investire denaro nella Lucchese, avrebbero fatto beneficenza. Non ci risultano, per ora, nuove convenzioni che alleggeriscano le voci di costo della società rossonera, da mesi si parla della gestione del parcheggio esterno dello stadio. Nel frattempo, almeno a Lucca, è cabmbiato l'assessore, la risposta pare la solita: "Gli uffici ci stanno lavorando". Mai messo in dubbio, ci mancherebbe. Il problema è che la Lucchese attende risposte e in...


Detto tra noi

Riparte il campionato e Gazzetta Lucchese rilancia la sua sfida alle stelle

mercoledì, 23 agosto 2017, 17:17

di fabrizio vincenti

Riparte il campionato, sciopero permettendo. E Gazzetta Lucchese è più pronta che mai. A dieci anni dal suo esordio, quello che è un punto di riferimento per tutti i tifosi, ma anche per gli addetti ai lavori, si rinnova. Lo dobbiamo, a prezzo di grandi sacrifici, economici e non solo, ai circa 150mila utenti annuali, che producono qualcosa come 2,3 milioni di pagine lette. Numeri importanti per una testata on line che parla quasi esclusivamente di calcio rossonero, e che testimoniano un grande amore, a volte soffocato alle troppe disavventure patite negli anni dalla Lucchese, duro a morire. Qualcuno lo avrà già notato, ma da oggi è comparsa la colonna dei twit sulla home page del sito. Twitter di Gazzetta Lucchese è partito da qualche settimana, e promette di aggiornarvi con immediatezza e precisione. Dopo Facebook, sempre più seguito, ecco Twitter. Ma le novità non sono finite qui: i tecnici della Directo da sempre al nostro fianco, sono al lavoro per aggiornare il motore  su cui gira il sito e questo renderà la navigazione più veloce. Non basta: a breve sarà prodotta anche la versione di Gazzetta Lucchese per smartphone, circa un terzo dei nostri contatti arrivano da lì, era giusto offrire uno strumento che consentisse di leggere le notizie senza...


Detto tra noi

Qual è la direzione di marcia?

sabato, 5 agosto 2017, 16:40

di fabrizio vincenti

Ci dobbiamo ripetere. Ci scuserete. Ma il rispetto che abbiamo per voi e per il lavoro che facciamo ce lo impone. Siano a agosto: avete notizie di nuovi ingressi nella Lucchese? Ne avevano parlato nelle scorse settimane, e siamo al solito punto. D'accordo, ci direte: date il tempo di lavorare all'ex presidente del Senato Pera. Vero. Ma, realisticamente, qualcuno è in grado di vantare speranze che il tentativo sortisca effetti importanti? Lo stesso Pera, con grande onestà, ha dichiarato che ci proverà. La risposta della città ci pare freddina, nonostante il solleone. Come molto assente ci pare il Comune: dalla foto del gennaio scorso con i sindaci della Piana riuniti siamo ancora in attesa di un gesto concreto. Convenzione? Saltocchio? Parcheggio sotto la gradinata? Reperimento di nuovi soci? A che punto stiamo. Zero, o quasi. in pratica, salvo che per le belle operazioni di mercato di Obbedio, dentro la società non sta entrando un euro da mani diverse dalle solite. Nelle percentuali che si intuiscono. A tener banco, invece, la trattativa nelle scorse settimane con un personaggio con trascorsi definibili come quantomeno controversi. Poi, più nulla. Se non una gaffe dopo l'altra con nomine fatte e revocate nel modo peggiore fosse possibile, con un responsabile del settore giovanile, bene o male che abbia fatto, esautorato a pochi giorni dall'avvio della...


Detto tra noi

Ufficiale: per il ministero dell'Interno il problema dell'Italia sono i tifosi

lunedì, 24 luglio 2017, 12:12

di fabrizio vincenti

Non ci volevamo credere. Eppure era vero. In un ambiente di festa, peraltro in quel gioiello di paese che risponde al nome di Fiumalbo, mentre i tifosi rossoneri iniziavano a affluire al campo sportivo della località appennica per la prima amichevole stagionale della Lucchese, ha fatto la sua comparsa un mezzo Iveco antisommossa della Polizia di Stato. A bordo un gruppo di agenti del reparto mobile, vestiti di tutto punto. Come se fossero diretti all'Olimpico o a San Siro. O, almeno, a una partita di campionato della squadra di Lopez in quella Lega Pro che è sempre più la controfigura della serie C di tanti anni fa. Ma le sorprese non erano finite. Come sempre in questi casi, i Carabinieri, oltretutto competenti nelle zone montane, avevano inviato una loro pattuglia. E, naturalmente, immaginiamo per scelta della Questura di Modena, non potevano nemmeno mancare un gruppo di agenti in borghese, con tanto di telecamera e di macchina fotografica. A conti fatti per l'amichevole con La Veloce di Fiumalbo, ripetiamo: La Veloce di Fiumalbo, erano presenti una decina abbondante di rappresentanti delle forze dell'ordine. Considerando che sugli spalti c'era oltre un centinaio di persone, il rapporto era di circa un agente ogni dieci persone. Come se all'Olimpico, per una gara da 70.000 fossero presenti 7.000 agenti. Peraltro con ben altre problematiche di...


Detto tra noi

Nuovi ingressi, è tempo di dare segnali chiari

mercoledì, 5 luglio 2017, 19:20

di fabrizio vincenti

Bene. Bravi. Bis. La Lucchese e i suoi dirigenti hanno, nei tempi previsti, presentato la fideiussione indispensabile per l'iscrizione al prossimo campionato. Un atto fondamentale, reso ancora più complesso dalle normative attuali che mirano a selezionare le società iscritte alla Lega Pro. Il resto della documentazione, come noto, era stato presentato nei giorni scorsi. Un successo e un merito che vanno ascritti a una compagine che in larga parte è composta prima di tutto da tifosi. E si vede. Abbiamo atteso questo fondamentale passaggio dell'iscrizione, e prim'ancora quello che ha visto la Lucchese e tutti noi sognare nei play off, prima di sottoporre alla vostra attenzione alcune questioni. Ci riferiamo, in primis, alla vicenda, un romanzo a puntate, dell'ingresso dei nuovi soci. "Dovrebbero entrare alcuni nuovi soci, alcuni di Lucca altri no. Chiaramente manca ancora la formalizzazione del nero su bianco", così parlava, il 5 febbraio scorso Marco Gonzadi. Il dirigente rossonero, peraltro in buona compagnia, non faceva che ripetere un concetto da tutti espresso: i nuovi soci sono dietro l'angolo. E se ancora non sono arrivati, è per colpa della presenza, ancora aleggiante, di...


planet win 365 lucca


#viasangiorgio21


calendario rossonero 2017



Ultime notizie brevi


domenica, 22 ottobre 2017, 22:27

Decima di andata, i risultati della sera

Sono terminati i posticipi della sera validi per la decima di andata. In programma due gare di particolare rilevanza dalle quali escono decisamente bene Pisa e Siena, entrambe vittoriose in trasferta:


domenica, 22 ottobre 2017, 18:26

Decima giornata, il Livorno vince in rimonta

Concluse altre quattro gare valide per la decima di andata. Ecco i risultati, tra cui spicca


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px



domenica, 22 ottobre 2017, 16:25

Decima di andata, i primi risultati del pomeriggio

Si sono concluse le prime gare valide per la decima giornata di andata del campionato di serie C. Ecco i risultati:


sabato, 21 ottobre 2017, 23:47

Qui Gavorrano, Baldanzeddu ci ripensa e non firma

Colpo di scena in casa Gavorrano con il difensore Ivano Baldanzeddu che ha deciso, all'ultimo tuffio, di non accettare le proposte del club maremmano quando era ormai tutto fatto. Baldanzeddu era già stato allenato da mister Favarin proprio alla Lucchese.