Porta Elisa News

Caso fideiussione, la decisione arriverà il 18 aprile

venerdì, 29 marzo 2019, 06:02

Match pari, anzi rinviato, davanti alla Corte di Appello della Figc per il caso della fideiussione della Lucchese. La Corte, a differenza di quanto definito per il Cuneo a cui è stato respinto il ricorso (ma che si è visto accettare altri ricorsi recuperando sei punti in classifica), non ha comunicato ancora la sua decisione.

In sostanza non è stata confermata la sentenza di primo grado (che ha visto comminare otto punti di squalifica e 350mila euro di multa alla società rossonera), e si è rinviato con una apposita ordinanza la decisione, come recita il comunicato ufficiale. In pratica, la Lucchese avrebbe visto riconoscersi, così come richiesto dalla difesa, la non perentorietà del termine ultimo del 28 settembre scorso per depositare una nuova fideiussione dopo che la Figc aveva ritenuto non valida quella Finworld. La decisione, a questo punto, entra nel merito della bontà della seconda fideiussione (Cig Pannonia depositata a metà ottobre) per verificare se ha i requisiti per essere ritenuta valida. Alla Lega Pro è stata richiesto, entro 15 giorni di tempo, di dimostrare, documenti alla mano, perché Pannonia non abbia prodotto una fideiussione regolare. La sentenza della Corte di Appello arriverà il 18 aprile prossimo.

Dunque, un giudizio intelocutorio che premia parzialmente la linea difensiva della Lucchese, lascia spiragli e evita la conferma, per ora, delle sanzioni irrorate el gennaio scorso. La battaglia sposta ora sulla conformità o meno della fideiussione Cig Pannonia, che in primo grado non era stata presa in esame dai giudici, fermatisi a rilevare come la Lucchese non avesse depositato una nuova garanzia entro il termine del 28 settembre scorso, ritenuto, all'epoca, perentorio. Da ricordare, in ogni caso, che dopo il giudizio della Corte di Appello, potrà esserci quello in terzo grado del Collegio di Garanzia del Coni destinato a mettere la parola fine sulla vicenda.  

Ecco il testo integrale dell'ordinanza: "La Corte Federale d’Appello letti gli atti ed i documenti acquisiti al procedimento; sentite le parti; ritenuto necessario e, comunque, opportuno per la definizione del presente procedimento, acquisire ulteriori elementi probatori, di carattere sia documentale che informativo;  DISPONE che la Lega Pro, ove occorra avvalendosi della collaborazione della CO.VI.SO.C., chiarisca e documenti le ragioni di natura tecnica in ordine alle quali ha ritenuto che la polizza fideiussoria denominata CIG Pannonia offerta dalla società Lucchese Libertas 1905 Srl non riveste i requisiti richiesti dal sistema Licenze Nazionali ed in relazione alle quali si assume che, con riguardo alla determinazione del rating, la società Innolva Gruppo Tecnoinvestimenti non possa qualificarsi “Agenzia di certificazione globale”, così come richiesto dalla normativa federale in materia; INVITA per l’effetto, la Lega Pro a far pervenire a questa Corte Federale d’Appello, i chiarimenti e la documentazione di cui alla presente ordinanza entro la data del 15 aprile p.v., disponendone a cura della Segreteria, la trasmissione alle parti; RISERVA ogni ulteriore valutazione e decisione all’esito della disposta istruttoria e della discussione della causa, che fissa per la seduta del 18 aprile 2019 alle ore 14.00; DISPONE la sospensione dei termini di cui all’art. 38, comma 5 C.G.S. CONI; DISPONE altresì la comunicazione della presente ordinanza, comunicazione da considerarsi anche quale convocazione delle parti medesime per la seduta del 18.4.2019 ore 14.00". 



caffè bonito

Altri articoli in Porta Elisa News


domenica, 25 agosto 2019, 19:23

Nolé: "Gara condizionata da certi episodi"

Il capitano rossoero pensa già all'esordio in campionato con il Chieri: “Voltare pagine e ricominciare a lavorare come abbiamo fatto nelle settimane scorse, il lavoro è la migliore medicina. Ora dobbiamo concentrarci solo sulla partita di domenica contro il Chieri, anche se ci tenevamo a passare il turno”


domenica, 25 agosto 2019, 18:19

Monaco: "Partita vera in vista del campionato"

L'allenatore rossonero deluso dal risultato: "Potevamo gestire meglio la fase di possesso, è stata una partita tosta ma potevamo fare qualcosa in più: ho visto errori sia in fase difensiva che offensiva. L'arbitro? Preferisco non parlarne, avete visto tutti"



domenica, 25 agosto 2019, 15:32

Lucchese-Grassina: 2-3 Rossoneri eliminati

Rossoneri che escono dalla Coppa Italia per opera del Grassina: un rigore di Marzieri sblocca il match, Presicci pareggia e Torrini riporta in vantaggio gli ospiti. Nella ripresa a segno Calosi e Bitep


sabato, 24 agosto 2019, 18:26

Contro il Grassina, i rossoneri senza Lici e Gueye

Nella seconda gara di Coppa Italia, anch'essa a eliminazione diretta, mister Monaco dovrà rinunciare al difensore e all'attaccante, dubbio a centrocampo tra Nolé e Cruciani. In panchina anche l'ultimo arrivato, il giovane Yener. La probabile formazione che scenderà in campo a Camaiore