Porta Elisa News

Olbia, qualcosa è cambiato

venerdì, 30 novembre 2018, 18:29

di diego checchi

Non aspettiamoci un Olbia arrendevole che verrà a Lucca come vittima sacrificale, perchè non sarà così. La squadra dopo il cambio di allenatore da Michele Filippi a Guido Carboni ha senz'altro fatto un salto di qualità. L'esperto tecnico di Arezzo ha ridato forza ad un ambiente che era depresso e che sicuramente aveva fatto meno risultati rispetto alle attese. Lo sapete qual'è il punto forte dell'Olbia? L'attacco perchè ha elementi molto importanti come Ogunseye, Ceter e Ragatzu. Quest'ultimo ama partire da sinistra e poi accentrarsi ed andare al tiro con il destro. I

primi due citati sono attaccanti forti fisicamente e bravi a tener su palla e a far salire la squadra, dando fastidio ai difensori avversari. Il punto debole di questa squadra è sicuramente la difesa dove la squadra sarda ha perso il portiere Aresti, andato al Cagliari, e l'esperto difensore Dametto finito al Feralpisalo. In difesa come difensori centrali ci sono due giocatori di belle speranze come Bellodi e Iotti. Il primo viene dalla Primavera del Milan ed ha bisogno di farsi le ossa, mentre l'altro solo in questo campionato sta trovando un pò di continuità.

Riguardo al portiere, Marson, è un elemento di belle speranze che si è diviso fra la Primavera del Palermo ed il Sassuolo dove ha fatto anche il terzo portiere in prima squadra. Se andiamo a vedere lo score di questa squadra possiamo sottolineare che in 13 partite è riuscita ad ottenere 13 punti frutto di 3 vittorie, 4 pareggi e 6 sconfitte. Il miglior marcatore della squadra è Ragatzu con 5 reti, seguito da Ceter con 4.

Insomma è sempre l'ex gioiellino del Cagliari ad essere protagonista e non è affatto sicuro che a gennaio Ragatzu possa rimanere ad Olbia anche se in questa città ha trovato la sua giusta dimensione. Questa è la probabile formazione. Olbia 4-3-1-2: 33 Marson, 2 Pinna, 4 Bellodi, 6 Iotti, 23 Cotali, 8 Vallocchia, 32 Calamai, 13 Pennington, 10 Ragatzu, 7 Ceter, 9 Ogunseye. A disposizione: 1 Crosta, 19 Biancu, 15 Cusumano, 25 Martiniello, 20 Muroni, 11 Piredda, 14 Pisano, 3 Pitzalis, 18 Tetteh, 22 Van der Want, 21 Vergara. Allenatore: Guido Carboni.   



caffè bonito

Altri articoli in Porta Elisa News


mercoledì, 12 dicembre 2018, 16:29

Serve l'atteggiamento giusto. Da subito

Contro la Pro Vercelli, una delle corazzate del campionato, la Lucchese è chiamata a giocare a tutto gas sin dalle prime battute per provare a dare continuità ai risultati. Favarin lancia Zanini dall'inizio e pare intenzionato a rispolverare il 4-3-3: la probabile formazione


mercoledì, 12 dicembre 2018, 13:58

Favarin: "Possiamo fare risultato anche con la Pro Vercelli"

Il tecnico si dice fiducioso, ma chiede massima concentrazione ai suoi sin dal fischio d'inizio: "Domenica abbiamo iniziato a giocare tardi, dovremo essere bravi a sfruttare le occasioni. Zanini partirà titolare, non escludo cambiamenti tattici"



mercoledì, 12 dicembre 2018, 11:58

Pro Vercelli, il fascino e la forza di una grande della storia del calcio nazionale

Nonostante la sconfitta patita con il Cuneo, mister Vito Grieco, ex centrocampista di Modena e Crotone, può contare su di una squadra di tutto rispetto che si poggia sull'esperienza di capitan Mammarella e di Germano, attualmente infortunato: al Porta Elisa torna anche Tommaso Nobile


martedì, 11 dicembre 2018, 18:24

Tavanti torna a allenarsi

Il giocatore rossonero è tornato ad allenarsi allo stadio, sia pure per un lavoro differenziato, dopo l'intervento chirurigico dei mesi scorsi. Contro la Pro Vercelli, possibile che la squadra torni ad adottare il 4-3-3, con Mauri e Strechie insieme e con Zanini al posto di Lombardo per dare più spinta