Porta Elisa News

Olbia, qualcosa è cambiato

venerdì, 30 novembre 2018, 18:29

di diego checchi

Non aspettiamoci un Olbia arrendevole che verrà a Lucca come vittima sacrificale, perchè non sarà così. La squadra dopo il cambio di allenatore da Michele Filippi a Guido Carboni ha senz'altro fatto un salto di qualità. L'esperto tecnico di Arezzo ha ridato forza ad un ambiente che era depresso e che sicuramente aveva fatto meno risultati rispetto alle attese. Lo sapete qual'è il punto forte dell'Olbia? L'attacco perchè ha elementi molto importanti come Ogunseye, Ceter e Ragatzu. Quest'ultimo ama partire da sinistra e poi accentrarsi ed andare al tiro con il destro. I

primi due citati sono attaccanti forti fisicamente e bravi a tener su palla e a far salire la squadra, dando fastidio ai difensori avversari. Il punto debole di questa squadra è sicuramente la difesa dove la squadra sarda ha perso il portiere Aresti, andato al Cagliari, e l'esperto difensore Dametto finito al Feralpisalo. In difesa come difensori centrali ci sono due giocatori di belle speranze come Bellodi e Iotti. Il primo viene dalla Primavera del Milan ed ha bisogno di farsi le ossa, mentre l'altro solo in questo campionato sta trovando un pò di continuità.

Riguardo al portiere, Marson, è un elemento di belle speranze che si è diviso fra la Primavera del Palermo ed il Sassuolo dove ha fatto anche il terzo portiere in prima squadra. Se andiamo a vedere lo score di questa squadra possiamo sottolineare che in 13 partite è riuscita ad ottenere 13 punti frutto di 3 vittorie, 4 pareggi e 6 sconfitte. Il miglior marcatore della squadra è Ragatzu con 5 reti, seguito da Ceter con 4.

Insomma è sempre l'ex gioiellino del Cagliari ad essere protagonista e non è affatto sicuro che a gennaio Ragatzu possa rimanere ad Olbia anche se in questa città ha trovato la sua giusta dimensione. Questa è la probabile formazione. Olbia 4-3-1-2: 33 Marson, 2 Pinna, 4 Bellodi, 6 Iotti, 23 Cotali, 8 Vallocchia, 32 Calamai, 13 Pennington, 10 Ragatzu, 7 Ceter, 9 Ogunseye. A disposizione: 1 Crosta, 19 Biancu, 15 Cusumano, 25 Martiniello, 20 Muroni, 11 Piredda, 14 Pisano, 3 Pitzalis, 18 Tetteh, 22 Van der Want, 21 Vergara. Allenatore: Guido Carboni.   



caffè bonito

Altri articoli in Porta Elisa News


sabato, 18 maggio 2019, 20:46

Langella: "Vinto solo la prima gara, non cambia niente"

Il tecnico rossonero tiene i piedi per terra: "Abbiamo un piccolo vantaggio, ma il Cuneo ha giocatori importanti. Peccato non aver realizzato altre reti nel primo tempo. Il cambio di Strechie? Nessuno vuole uscire dopo mezz’ora di una gara che stai dominando.


sabato, 18 maggio 2019, 20:32

Favale: "A Cuneo altra partita, dobbiamo andare senza fare calcoli"

Giulio Favale è stato uno dei protagonisti della gara: "Ho corso molto soprattutto nel primo tempo, poi siamo rimasti in dieci e abbiamo faticato, ma era importantissimo tenere il risultato, peccato per il gol che ho mancato, ho letto male la situazione. La chiusura finale? Era importante tenere il risultato"



sabato, 18 maggio 2019, 20:19

Obbedio: "Bene, ma il passaggio del turno è ancora aperto"

Il diesse rossonero soddisfatto del risultato e della prestazione: "Partita ad altissimo dispendio di energie più nervose che fisiche e del resto la posta in palio è alta. Abbiamo fatto 65 minuti importanti, poi chiaro che rimanere in dieci in partite come queste ti mette in difficoltà.


sabato, 18 maggio 2019, 20:11

Zanini ancora una volta determinante

Prova di grandissimo sacrificio di tutti i rossoneri, a partire da Favale, praticamente inesauribile, bene anche Sorrentino che torna al gol, Falcone sicuro, evita un paio di gol. Le pagelle di Gazzetta