Porta Elisa News

Menichini vicinissimo alla panchina della Lucchese

mercoledì, 13 giugno 2018, 20:59

di diego checchi

E' questione di ore perché, come ha detto Fabrizio Lucchesi, il nodo dell'allenatore sia sciolto entro la fine di questa settimana. Il nome più accreditato è quello di Leonardo Menichini (anzi forse l'unico nome rimasto in ballo). E' sempre un rischio sbilanciarsi in questi casi ma siamo convinti che l'identikit tracciato dal Ds rossonero corrisponda proprio a lui. Poi nel calcio può succedere di tutto e quello che è sicuro oggi, domani potrebbe addirittura tramontare, ma due indizi fanno una prova e il tecnico di Ponsacco ma residente a Viterbo, che abbiamo contattato telefonicamente per ben due volte in giorni distinti, lascia squillare il telefono senza rispondere, evidentemente per mantenere, anche giustamente, il più stretto riserbo sulla questione.

L'altro nome che potrebbe veramente far saltare il banco per Lucchesi sarebbe quello di Vincenzo Vivarini, ma il tecnico ex Empoli in Serie B, sta aspettando giustamente formazioni di categoria superiore e proprio in queste ore è stato accostato alla panchina dello Spezia. Quindi pensiamo che non se la senta di scendere di categoria o quanto meno voglia aspettare prima di prendere una decisione del genere. Invece i tempi alla Lucchese sono stretti ecco perché accreditiamo come unica alternativa Menichini. Il tecnico di Ponsacco potrebbe incontrare fra domani e domani l'altro il proprietario rossonero Lorenzo Grassini, visto che domani sarà a Lucca per incontrare il sindaco della città Alessandro Tambellini ed anche il prefetto di Lucca.

Chi potrebbe formare lo staff di Menichini? Due nomi sono papabili per fare il vice. Il primo è quello di Massimo Salvatore D'Urso, con lui alla Reggiana ed al Crotone. Il secondo nome potrebbe essere quello di Andrea Bonatti che in questa stagione non ha lavorato con Menichini perché era impegnato in prima persona a guidare fino a febbraio la Primavera della Lazio. Il trainer bresciano, però, è un uomo fidato di Menichini. Da capire invece chi  sarà il preparatore atletico, dove potrebbe esserci anche la conferma di Riccardo Guidi, ormai un'istituzione per la Lucchese, che la nuova società farebbe bene a non farsi scappare. Alla Reggiana, però, Menichini ha lavorato anche con Fabio Martinelli e ci sarà da capire se lo porterà o meno a Lucca. Da valutare anche la posizione di Nicola Cortopassi, che lavorava insieme a Guidi soprattutto nel recupero infortunati. Come preparatore dei portieri è possibile che rimanga Biato, visto che ha ancora un anno di contratto ed ha lavorato molto bene in questi anni.


Altri articoli in Porta Elisa News


giovedì, 16 agosto 2018, 18:07

Tavanti, martedì la visita: rischia uno stop di mesi

Il giocatore si sottoporrà ad una visita per vedere se dovrà essere operato o meno al ginocchio desto: nel caso in cui dovesse essere fatta l'operazione ecco che allora per Tavanti ci potrebbe essere uno stop piuttosto lungo dai quattro ai cinque mesi


mercoledì, 15 agosto 2018, 18:32

La Lucchese sulle tracce di Zigrossi

Aperta una trattativa con l'Entella per Valerio Zigrossi, difensore romano classe 96, che nell'ultima stagione ha collezionato dodici presenze con la maglia del Cuneo. Per il ruolo di portiere esperto, riprende quota l'ipotesi Di Masi



martedì, 14 agosto 2018, 19:07

Si conclude il ritiro a Il Ciocco, tre giorni di riposo per i rossoneri

Gli uomini di Favarin si ritroveranno venerdì, previste amichevoli ogni tre-quattro giorni. Mentre Obbedio è al lavoro per rinforzare una rosa ancora chiaramente debole, spunta il nome di Marco Bertelli per il ruolo di team manager


martedì, 14 agosto 2018, 11:54

Porta Elisa, urgono lavori al terreno di gioco

In molti che hanno assistito alla gara di Coppa Italia tra Lucchese e Arezzo non hanno creduto ai loro occhi quando hanno varcato i cancelli di ingresso dello stadio: il terreno del Porta Elisa è sembrato un tessuto camouflage militare, un vero disastro