Porta Elisa News

Moriconi ai saluti (finali?): "Bonifico in esecuzione, il mio tempo al comando della società è finito"

giovedì, 17 maggio 2018, 16:42

di diego checchi

Arnaldo Moriconi è ad un passo dall’addio o meglio fra pochi giorni non sarà più lui ad essere sul ponte di comando e lo ha fatto capire nel corso di una chiacchierata con i giornalisti. “Questo incontro con la stampa è una mia scelta. Se faccio bene o se faccio male si vedrà. Chi non vuole ascoltarmi e pensa di perdere tempo è libero di andarsene. Non voglio né foto né telecamere. Ho chiesto la telecamera di DiTv perché voglio tenere questa chiacchierata in archivio. Vi ho voluti tutti qui e credo di non aver mai fatto comunicazione con la stampa su ciò che ho fatto e su ciò che farei. Ma visto che il contratto è pubblico quindi è visibile a tutti è il momento di dire basta e giocare sui dubbi. Oggi pomeriggio è stato messo in esecuzione il bonifico di 600 mila euro che arriveranno nel giro di pochi giorni lavorativi sul conto di Città Digitali. Da quella data le quote dell’80% passeranno alla società di Lorenzo Grassini. Volevo comunque salutare voi qui presenti della stampa perché comunque è stato un piacere, a volte no, vedere che avete scritto tanto su di me. Resterò come sapete con un 17% di cui l’1% esclusivamente mio all’interno della società. Farò quindi ancora parte di questa società e lavorerò in armonia con la nuova gestione. Vivo questo momento con massima serenità e cercherò di aiutare la nuova società nell’intento di migliorarla per portarla verso la conquista della serie B.”

Ha garantito eventuali debiti pregressi maturati dalla sua gestione rispetto a quelli rilevati in un primo momento.

“Ho presentato una fidejussione alla società che ha acquisito l’80% delle quote a salvaguardia di eventuali debiti pregressi che potrebbero uscire da qui in avanti relativamente alla mia gestione. Quindi credo di essermi qui comportato al meglio nell’intento ripeto di fare il massimo e mi fa male sentire ancora illazioni su questo argomento. Da oggi ritengo di non avere più titolarità all’interno della Lucchese relativamente alle decisione. Sarò un consigliere e penso anche un ottimo amico di Grassini.” 

Come è nata la trattativa con Lucchesi e Grassini? 

“Qualche mese fa una sera ad una cena dove eravamo presenti io con la segretaria Marcella Ghilardi, ricevetti una telefonata direttamente da Lucchesi ed io ignoravo chi fosse. Fu proprio Marcella a spiegarmi chi fosse Fabrizio Lucchesi nel calcio. Fu lui poi in un secondo tempo che mi fece conoscere Lorenzo Grassini. Questo è come è cominciato tutto.”

 Come si muoverà la società in questi giorni di attesa di passaggio effettivo?

 “Diciamo che Carlo Bini è l’unico deputato e responsabile per poter agire nella Lucchese fino a che non sarà fatto il nuovo CDA”.

 E’ contento per come è andata a concludersi questa vicenda?

“Ho visto da parte della tifoseria lucchese un’accoglienza calorosa verso Grassini quindi non vedo perché io non debba dar adito ai miei tifosi di esser contenti di questo cambio. Aspettiamo tutti insieme di avere da parte dei nuovi proprietari le soddisfazioni che ci aspettiamo. Non sono né triste né agitato per carattere non esterno. Ho lavorato per questa società per 18 mesi dove ho fatto per la Lucchese cose importanti e concrete. Le ho fatte di mia spontanea volontà di certo non me lo aveva ordinato il dottore. Lorenzo Grassini, al contrario di me, è un esuberante, pensate che se io vedo una telecamera la spengo. Vedo in Fabrizio Lucchesi uno specialista del calcio e quindi credo che tutto ciò non possa che avere ottimi presupposti.”.

Quando verrà fatto il nuovo CDA?

“All’arrivo del bonifico fisseremo l’assemblea”.

Moriconi prima di salutare i presenti ha voluto fare un ringraziamento pubblico particolare: ”Vorrei ringraziare Marcella Ghilardi, Sara Pacini e Giacomo Bernardi che reputo ottimi professionisti e persone amiche. Ho detto alla nuova società che queste tre persone devono rimanere. L’ho detto come consiglio mentre nelle altre due trattative che avevo avuto in precedenza, nella bozza di contratto avevo inserito per iscritto che Marcella Ghilardi doveva rimanere.”


Altri articoli in Porta Elisa News


martedì, 14 agosto 2018, 19:07

Si conclude il ritiro a Il Ciocco, tre giorni di riposo per i rossoneri

Gli uomini di Favarin si ritroveranno venerdì, previste amichevoli ogni tre-quattro giorni. Mentre Obbedio è al lavoro per rinforzare una rosa ancora chiaramente debole, spunta il nome di Marco Bertelli per il ruolo di team manager


martedì, 14 agosto 2018, 11:54

Porta Elisa, urgono lavori al terreno di gioco

In molti che hanno assistito alla gara di Coppa Italia tra Lucchese e Arezzo non hanno creduto ai loro occhi quando hanno varcato i cancelli di ingresso dello stadio: il terreno del Porta Elisa è sembrato un tessuto camouflage militare, un vero disastro



lunedì, 13 agosto 2018, 19:36

Obbedio, andata e ritorno: "Non mi aspettavo di essere richiamato"

Finalmente presentato il "nuovo" direttore sportivo rossonero: "Ringrazio Moriconi che mi ha voluto far tornare, la penalizzazione non mi spaventa. Mi ha fatto piacere ricevere tanti messaggi di genitori del settore giovanile per congratularsi per il mio ritorno, ma non lo guiderò io"


lunedì, 13 agosto 2018, 18:39

Rossoneri subito al lavoro

La squadra di Favarin si è divisa in due tronconi: chi ha giocato ieri sera ha svolto solo una seduta defaticante in piscina mentre gli altri si sono ritrovati sul campo per una seduta con il pallone.