Porta Elisa News

Alessandria, una protagonista sinora mancata

venerdì, 10 novembre 2017, 13:06

di diego checchi

L’Alessandria è sicuramente la più grande delusione del campionato. Su questo non c’è dubbio perché la squadra affidata a Stellini è stata costruita per provare a vincere il campionato dopo l’eliminazione dello scorso anno nella Finale dei Playoff contro il Parma. Invece è nelle retrovie a quota 12 punti, anche perché proprio ieri ha vinto per 4 a 0 contro l’Olbia. Questo sarà un segnale di ripresa? È una bella domanda, lo vedremo più avanti.

Certo è che finora ha deluso le attese, ma il ds Sensibile e il Presidente Di Masi hanno sempre rinnovato la fiducia al tecnico Stellini, anche se in tribuna al Moccagatta si sono visti diversi allenatori in cerca di una panchina (Toscano, Foscarini, Lerda, ecc, ecc..). Se andiamo a vedere la rosa di questa formazione possiamo tranquillamente vedere che ci sono molti giocatori che hanno toccato la Serie A e Serie B: primo fra tutti il portiere Michael Agazzi, con oltre 120 presenze con le maglie di Cagliari e Chievo. Agazzi è transitato anche nel Milan.

Oltre a lui ci sono i difensori Casasola, Gozzi, Piccolo, i centrocampisti Gazzi, Bellomo e l’attaccante Gonzalez. Il modulo di questa squadra è il 4-4-2 e non dovrebbe essere convocato per la trasferta di Lucca l’ex difensore rossonero Felice Piccolo infortunato. A proposito del modulo bisogna sottolineare che l’Alessandria è partita con il 3-5-2 per poi trasformarsi in un classico 4-4-2 con Marconi e Gonzalez in avanti. Un aneddoto da raccontare: oltre a Piccolo ci sarebbe anche un altro ex rossonero durato a Lucca soltanto per 3 giorni, ovvero Nicola Bellomo che arrivò in prestito dal Bari quando nella stagione 2010/2011 la Lucchese giocava in C1 con Favarin in panchina. Dopo aver giocato un’amichevole a Marlia, il giocatore decise di abbandonare il ritiro e tornare a casa per problemi personali. In seguito si accasò al Barletta per stare vicino alla propria famiglia. Questa la probabile formazione:

ALESSANDRIA (4-4-2): 22 Agazzi, 32 Casasola, 14 Giosa, 21 Gozzi, 2 Celjak, 7 Sestu, 4 Cazzola, 24 Gazzi, 10 Bellomo, 9 Marconi, 18 Gonzalez. A disposizione: 12 Pop, 6 Sciacca, 3 Pastore, 16 Fissore, 23 Branca, 20 Russini, 30 Rossetti, 5 Ranieri, 8 Nicco, 27 Bunino, 1 Vannucchi, 11 Fischnaller. Allenatore: Cristiano Stellini



caffè bonito

Altri articoli in Porta Elisa News


domenica, 16 dicembre 2018, 14:13

Piacenza-Lucchese: 1-0 al 14' pt. Jovanovic si divora il pari

Contro una delle formazioni migliori del girone, la Lucchese se la gioca con tre punte: Favarin schiera Bortolussi, Jovanovic e De Feo. Panini titolare. Sblocca Nicco, poi palla gol per Jovanovic


sabato, 15 dicembre 2018, 17:57

Senza respiro

Nemmeno il tempo di recuperare a livello fisico e di preparare la partita a livello tattico: a meno di 72 ore dal match con la Pro Vercelli ecco il Piacenza, un'altra corazzata che vuole vincere il campionato. Rossoneri a caccia di nuovi punti: la probabile fomazione



sabato, 15 dicembre 2018, 12:03

Favarin: "A livello tattico penso di cambiare qualcosa"

Il tecnico valuta cambiamenti per Piacenza: "Non ho ancora deciso con che assetto ci schiereremo in campo, Il Piacenza è indubbiamente una delle squadre più attrezzate del campionato. I tre punti restituiti? Ci tolgono dall'ultimo posto e ci danno tanti stimoli per affrontare al meglio i prossimi impegni"


sabato, 15 dicembre 2018, 09:06

Piacenza, una nuova corazzata sul cammino dei rossoneri

La squadra di mister Franzini è seconda ad un punto dalla capolista Carrarese, ma attenzione perchè ha una partita in meno rispetto ai marmiferi. I biancorossi sono stati costruiti senza ombra di dubbio per vincere