Mondo Pantera

Acf Lucchese indignata per il progetto della Lucchese presentato al Comune: “Offende la nostra storia e la nostra attività”

lunedì, 12 febbraio 2018, 16:14

Ha suscitato indignazione e rabbia nella Acf Lucchese femminile, la formazione guidata dal presidente Marco Chiocchetti che partecipa con buoni risultati al campionato nazionale di serie B, la pubblicazione sulla stampa del progetto economico-sportivo che la Lucchese Calcio ha presentato all’amministrazione comunale di Lucca . “Quelle quattro righe buttate li sul calcio femminile, oltre a non essere molto comprensibili, hanno due effetti: confermano che per la Lucchese il calcio femminile è un obbligo poco sentito e soddisfanno le esigenze personali di soggetti che si nutrono di rancori e di invidia verso chi, come la nostra società, ha una storia e una dignità nel calcio femminile nazionale”.E’ furibondo Marco Chiocchetti nel leggere che l’attuale divisione femminile della Lucchese calcio sia “l’unica realtà di questa disciplina”, o che comunque deve diventarlo, una volta approvato questo progetto dall’ente municipale. 

“Non voglio entrare nel merito del progetto in senso generale, ma certo che  se i criteri che lo hanno ispirato sono gli stessi che si riferiscono al settore femminile  c’è davvero da temere per il futuro della Lucchese. Riferendomi a quello che conosco bene- continua il presidente dell’Acf Lucchese femminile- quello che è scritto nel testo pubblicato sulla stampa offende la nostra storia, che ci ha visto ai vertici del calcio femminile nazionale, e la nostra attuale attività che ci vede, sia pure in mezzo a difficoltà straordinarie, giocare da pari a pari con le più importanti squadre italiane di serie B”. “Due anni fa abbiamo avviato un confronto e una  trattativa con l’amministrazione comunale e la Lucchese. Più volte abbiamo cercato un accordo e un dialogo anche con la Lucchese di Moriconi, senza trovarlo- conclude Chiocchetti-. Purtroppo cattivi consigli e interpretazioni difformi dalla realtà hanno prodotto questa situazione che priva Lucca della possibilità di eccellere ulteriormente nel calcio femminile. Purtroppo vincere è difficile e la stessa squadra femminile della Lucchese che nelle dichiarazioni della vigilia della stagione doveva fare un sol boccone delle squadre di serie C, categoria non eccezionale, in queste settimane ha preso ben dieci reti in una partita….”


Altri articoli in Mondo Pantera


mercoledì, 18 luglio 2018, 20:23

L'assessore Ragghianti replica all'Acf Lucchese: "Dispiace..."

L'assessore allo sport Stefano Ragghianti prova a rispondere alle dure critiche di immobilismo mosse dalll'Acf Lucchese che ha dovuto chiudere i battenti in questi giorni: "L'amministrazione è impegnata, per quanto è in suo potere, nel sostegno e nella promozione del settore sportivo"


martedì, 17 luglio 2018, 12:12

L'Acf Lucchese non si iscrive al campionato di serie B e svincola le giocatrici

Dopo avere esplorato ogni possibilità, compresa quella di giocare in un’altra sede, l’Acf Lucchese Femminile ha dovuto arrendersi all’ amara realtà. Chiocchetti: "Una sconfitta per la città di Lucca, amministrata da chi cerca lo sport solo in campagna elettorale o a parole"



domenica, 15 luglio 2018, 22:56

Vecchia Ovest: "C'è chi strumentalizza la vicenda societaria per colpire i tifosi"

Uno dei gruppi della Curva Ovest prende posizione sul presunto clima pesante denuniciato da alcuni organi di informazione: "C'è chi tende a scaricare colpe, timori e malelingue sulla tifoseria rossonera, che invece è l'unica a sorbirsi le malefatte, le malagestioni e le promesse mancate"


martedì, 10 luglio 2018, 09:39

Vecchia Ovest: "Tutti responsabili, ma dateci un campo, una categoria e una squadra e noi tiferemo"

Anche il gruppo della Vecchia Ovest prende posizione sulla crisi della Lucchese: "No a soluzioni con avventurieri, ma la situazione è figlia delle mancate risposte della politica, di una gestione che ha creato milioni di debiti e dell'indifferenza dell'imprenditoria cittadina"