Porta Elisa News

Santoro: "Il progetto è una grande opportunità per l'imprenditoria lucchese"

domenica, 14 luglio 2019, 11:48

di fabrizio vincenti

Ne ha viste di tutti i colori nei tantissimi anni in cui ha lavorato per la Lucchese. Ora il tentativo di far ripartire il calcio rossonero attraverso una cordata di imprenditori locali, passa proprio da lui. Da Mario Santoro, che per molto tempo ha curato il marketing rossonero. L'idea è quella di dar vita a un progetto per certi versi simile a quello realizzato a Carrara, dove alcuni imprenditori locali non sono entrati direttamente in società, ma contribuiscono alla gestione della società marmifera. 

"Stiamo provando a tirare le somme, nella settimana prossima contiamo di avere il quadro completo degli imprenditori disponibili, con alcuni l'accordo è già raggiunto, con altri chiuderemo nei prossimi giorni".

Quanti sono complessivamente?

"Direi una quindicina, mi faccia dire che questa è una grande opportunità per l'imprenditoria lucchese per fare qualcosa che guarda al futuro del calcio cittadino. Personalmente non ne potevo più di vedere la Lucchese in queste acque, ecco perché mi sono mosso, il mio ruolo non ha importanza: importante è che riparta una Lucchese che ha prospettive".

Gli imprenditori entreranno nel club?

"Non direttamente, esprimeranno loro uomini di fiducia". 

Avete in programma di rivedervi con il sindaco Tambellini?

"Sì, nei prossimi giorni".

Per lo staff tecnico si fanno i nomi di grandi ex rossoneri a partire da Russo e Monaco, ma non solo.

"I nomi sono quelli usciti: la caratteristica del gruppo sarà aver giocato nelle Lucchese e voler bene alla Lucchese".

C'è la questione stadio a tener banco.

"E' cruciale: per garantire l'autosostentamento della società serve che l'impianto in prospettiva produca reddito. Abbiamo intenzione di individuare due figure professionali di livello, un ingegnere e un fiscalista per iniziare a progettare sin da subito il nuovo volto del Porta Elisa, serviranno alcuni anni per farcela, non si deve perdere altro tempo".



caffè bonito

Altri articoli in Porta Elisa News


venerdì, 19 luglio 2019, 19:58

Porta Elisa, il Comune vuole portare sotto 4000 la capienza

Per il Comune di Lucca, dormiente da anni sul Porta Elisa e in generale sugli impianti sportivi, la capienza dello stadio va portata sotto le 4000 persone. Di più: a chi avrà l'onere di far ripartire il calcio a Lucca, l'amministrazione Tambellini chiede di giocare fuori casa le prime partite...


venerdì, 19 luglio 2019, 17:28

Futuro rossonero: due o più cordate in pista?

Al momento paiono essere due le cordate interessate, ma si rincorre la voce di una possibile terza che avrebbe il rifacimento dello stadio come obiettivo primario. Santoro: "Al 98 per cento saremo presenti alla manifestazione di interesse, ma per ora niente nomi"



venerdì, 19 luglio 2019, 09:57

Corda: "Siamo pronti per il bando"

L'ex direttore tecnico del Como ancora in città ha incontrato Vittorio Tosto e l'ex responsabile della comunicazione Giacomo Bernardi: "Non ho ancora visto nei dettagli il bando ma contiamo di depositare tutto entro il 25. In società Nicastro? Potrebbe entrare al 15-20 per cento"


venerdì, 19 luglio 2019, 09:50

Stadio, il Comune stanzia 45mila euro per i servizi di ingegneria per i lavori urgenti. E chi li paga questi ultimi?

Il Comune dà il via alla procedura per i lavori urgenti al Porta Elisa dopo che a seguito delle verifiche di vulnerabilità statica e sismica effettuate dallo studio di ingegneria Archimede s.r.l. Ecco le imprese coinvolte: ma chi pagherà i lavori veri e propri?