Porta Elisa News

Menesini: "Dal Comune di Lucca nessuno mi ha chiesto una mano per la società rossonera"

giovedì, 27 giugno 2019, 11:39

E' sindaco del secondo comune della Piana, quella Piana che in tanti, troppi, dimenticano che dà un gran numero di tifosi alla Lucchese. Luca Menesini, da poco rieletto sindaco a Capannori non nasconde la sua preoccupazione per la situazione societaria e si offre, per quanto possibile, per provare a battere strade e cercare soluzioni. Sinora, però, da Lucca non è arrivata nessuna richiesta di impegno. L'allarme rosso scattato due anni e mezzo fa da Palazzo Orsetti, quando furono invitati i sindaci della Piana per cercare qualche soluzione nell'ennesimo momento difficile senza che peraltro si fosse concretamente fatto qualcosa, stavola non è risuonato. 

E' arrivata qualche richiesta di aiuto dal Comune di Lucca sulla crisi della Lucchese?

"No, nessuna. Non c'è stato nessun coordinamento: mi rendo conto che il Comune capoluogo tira le fila e non voglio scavalcare nessuno, ma come sindaco di Capannori e presidente della Provincia sono disposto, per quanto mi è possibile, a dare una mano".

Sinora cosa ha potuto fare?

"Ho provato a sondare qualche imprenditore, ma non ho trovato grandi disponibilità, anche se devo aggiugere che abbiamo meno carte da spendere rispetto al Comune capoluogo".

L'assessore allo Sport di Capannori, Serena Frediani, è per tanti l'unico politico con cariche istituzionali che si è mossa per la Lucchese.

"Ci siamo sempre raccordati, e ha fatto concretamente molto bene nel cercare di dare una mano alla Lucchese".

In prospettiva, con la ripartenza di una nuova società, ci sarà da affrontare il tema, storicamente deficitario, degli impianti, anche per il settore giovanile rossonero.

"Come Capannori possiamo fare un ragionamento sui campi, visto che sono in programma i lavori per la Cittadella dello Sport allo stadio di Capannori che prevedono una spesa di circa 2 milioni di euro. Sul nostro territorio ci sono l'impianto di Marlia e quello di Capannori; nel primo caso c'è la Folgor Marlia, con la quale eventualmente dovrebbe essere fatto un ragionamento, su Capannori, per ora, non ci sono impegni".

Più volte nel corso degli anni è uscita fuori l'ipotesi di uno nuovo stadio nella Piana a servizio della Lucchese.

"Parlare di uno stadio a servizio della Lucchese significa ragionare in una ottica da qui a dieci anni se si pensa all'iter urbanistico che sta dietro una simile opera: e nel frattempo? Mi pare che parlarne sia solo un'arma di distrazione di massa".

 

 



caffè bonito

Altri articoli in Porta Elisa News


martedì, 20 agosto 2019, 18:46

Mercato, Benassi vicino al ritorno in rossonero

Il nome più gettonato per rinforzare la difesa è quello di Maikol Benassi, classe '89 che ha fatto il settore giovanile nella Lucchese , lo scorso anno a Cesena. Per l'attacco si studiano Gaston Corado, ex Francavilla, e Luca Orlando, ex Matera. La suggestione si chiama Claudio Coralli


martedì, 20 agosto 2019, 11:13

Wikipedia e il mistero del proprietario della Lucchese

Per Wikipedia, l'enciciclopedia libera di internet, la Lucchese è in mano a un tale che di nome fa Antonio Scialla. La società si è attivata per la rimozione. Santoro: "Non sappiamo chi sia se vuole venire e portare 3-400mila euro è ben accetto.



lunedì, 19 agosto 2019, 17:52

Deoma: "I tifosi, la nostra spinta in più"

Dopo l'esordio in Coppa parla il diesse: "Sono molto soddisfatto dall'atteggiamento dei miei giocatori. E' vero ci sono ancora tante cose da migliorare ma per essere la prima partita non gli si poteva chiedere di più"


domenica, 18 agosto 2019, 21:55

Vignali: "Non si deve mollare niente: abbiamo affrontato la gara con lo spirito giusto"

Soddisfatto anche il giovane Presicci: "Un pubblico così non me lo sarei mai immaginato. Abbiamo retto bene, stiamo lavorando sodo e le due amichevoli che abbiamo giocato ci hanno fatto bene per mettere minuti nelle gambe”