Porta Elisa News

Langella: "Non moriamo mai, come hanno scritto i tifosi in uno striscione"

sabato, 4 maggio 2019, 19:02

Giovanni Langella è commosso quando arriva in sala stampa, "Faccio fatica a parlare, la cosa più bella che poteva succedere oggi, ho visto uno striscione in curva "Non moriremo mai", è esattamente così. Ora ci giochiamo due partite importantissime e ce le giocheremo. Il primo tempo abbiamo fatto fatica, contro una squadra scorbutica che meritava i play off e a cui faccio i complimenti, nel secondo tempo ci siano scrollati di dosso il peso di dover vincere a tutti i costi, un po' come tutto il girone di ritorno. Ho poche parole per il pubblico che è stato eccezionale, i ragazzi nel secondo tempo avevano una marcia in più anche per loro, spero siano tanti nella prossima gara: con loro abbiamo fatto un patto e lo dobbiamo portare avanti insieme".

"I ragazzi stanno facendo qualcosa di straordinario, ora pensiamo ai play out proprio contro il Cuneo contro cui giocammo io e mister Favarin lo scorso anno: sono partite a sé che vanno giocate con massima determinazione. Noi perderemo Gabbia dalla gara di ritorno per gli impegni in Nazionale, per l'andata vedremo. Temo la loro rosa, anche loro come noi hanno fatto punti importanti, che vinca il migliore, meritiamo noi e merita il Cuneo. Ora dobbiamo ricaricare le pile in vista delle prossime partite. Falcone? Lo avevo già a Gavorrano è cresciuto molto per Enzo Biato che è un grande professionista, i giocatori migliorano quando hanno professionisti come lui a cui siamo vicini". 



caffè bonito

Altri articoli in Porta Elisa News


martedì, 20 agosto 2019, 18:46

Mercato, Benassi vicino al ritorno in rossonero

Il nome più gettonato per rinforzare la difesa è quello di Maikol Benassi, classe '89 che ha fatto il settore giovanile nella Lucchese , lo scorso anno a Cesena. Per l'attacco si studiano Gaston Corado, ex Francavilla, e Luca Orlando, ex Matera. La suggestione si chiama Claudio Coralli


martedì, 20 agosto 2019, 11:13

Wikipedia e il mistero del proprietario della Lucchese

Per Wikipedia, l'enciciclopedia libera di internet, la Lucchese è in mano a un tale che di nome fa Antonio Scialla. La società si è attivata per la rimozione. Santoro: "Non sappiamo chi sia se vuole venire e portare 3-400mila euro è ben accetto.



lunedì, 19 agosto 2019, 17:52

Deoma: "I tifosi, la nostra spinta in più"

Dopo l'esordio in Coppa parla il diesse: "Sono molto soddisfatto dall'atteggiamento dei miei giocatori. E' vero ci sono ancora tante cose da migliorare ma per essere la prima partita non gli si poteva chiedere di più"


domenica, 18 agosto 2019, 21:55

Vignali: "Non si deve mollare niente: abbiamo affrontato la gara con lo spirito giusto"

Soddisfatto anche il giovane Presicci: "Un pubblico così non me lo sarei mai immaginato. Abbiamo retto bene, stiamo lavorando sodo e le due amichevoli che abbiamo giocato ci hanno fatto bene per mettere minuti nelle gambe”