Porta Elisa News

Ottaviani a Sbragia: "Detengo l'indirizzo pec di una sola casella di posta della Lucchese"

giovedì, 11 aprile 2019, 14:51

Da Umberto Ottaviani e Enrico Ceniccola riceviamo la risposta che il primo ha prodotto alle affermazioni dell'avvocato che cura gli interessi di Marcella Ghilardi, Carlo Sbragia.

G.mo Avv.to

il fatto che l' impiegata della società si rivolga a Lei per ripondere alla normale richiesta di documentazione che non può che trovarsi presso la sede della società lascia pensare così come lascia pensare la Sua affermazione circa la mendacità di quanto da me esposto; in ogni caso riscontro qui quanto alla Sua missiva:

Circa la revisione COVISOC niente di diverso rispetto a quanto evidenziato nella mia comunicazione forse sfugge soltanto il fatto che se la S.ra Ghilardi ha sottoscritto al revisione Covisoc e quindi deve avere trattenuto disponbile una copia del verbale della stessa verifica e del bilancio che ha allegato, per l'archivio dei documenti societari;

Relativamente alle credenziali di accesso ai conti bancari mi risulta che tali credenziali sono sempre state e tutt'ora sono nel computer dell'impiegata e che l'OTP (dispositivo di autorizzazione) in occasione della vacanza dell'impiegata (19.10.2018) è stato temporaneamente affidato alla S.ra Moldovan e che dal rientro di detta vacanza l'OTP è stato condiviso fino alla data della nomina del nuovo amministratore (28.12.2018) dopodichè come da richiesta degli acquirenti è rimasta in custodia della S.ra Moldovan fino al deposito della mia firma presso la BPM, quindi non capisco, se anche fosse vero, come sia possibile che "in via di favore" la S.ra Ghilardi dichiari operasse sui conti bancari per eseguire bonifici predisposti/redatti dal Sig. Moriconi che neppure aveva titolo, forse la S.ra Ghilardi intendeva dire per conto del Sig. Carlo Bini, ma questo non rileva ai fini della mia richiesta che incentrava sulla questione della documentazione contabile che a seguito della cessione delle quote e successivamente al periodo di Affiancamento da parte della Sig. Moldovan ai ceduti ovvero fino al 31.01.2019 è stata diligentemente archiviata presso l'ufficio contabilità di cui mi risulta Lei abbia le chiavi peraltro assieme a quelle di tutti gli uffici della sede.

In ogni caso la documentazione richiesta è palesemente quella archiviata dalla Moldovan nel mese di gennaio nei cartolari presso l'ufficio contabilità ma ovvio che dal 1 febbraio ad oggi tali documenti se pur non gestiti contabilmente (motivo per cui li stiamo richiedendo per mettere in pareggio la contabilità abbandonata dallo studio del Dott. Benigni di cui la Sua Impiegata non ce ne ha dato notizia) sono inequivocabilmente pervenuti come sempre alla sede e quindi essendo la S.ra Ghilardi l'unica impiegata mi pare logico che abbia diligentemente provveduto a raccoglierli e a tresmetterli assieme alla corrispondenza in una ottica di normale collaborazione e dovere.

Relativamente ai movimenti effettuati al momento non ho sollevato nessuna eccezione, anche se erano esclusivamente riferiti all'urgenza del giorno, ed ho effettuato la semplice e normale richiesta di comunicarci ed aggiornarci su tali movimenti che mi sarei aspettato fossero eseguiti con la maggior trasparenza possibile nei miei riguari cosa che sarebbe dovuta occorrere normalmente di volta in volta senza giungere a questa mia richiesta per altro tutelata da un legale nel riscontro dovuto nel normale rapporto di lavoro ed ancora non ho ricevuto quanto richiesto e dovuto, come incassi partite, pagamenti, situazione di caasa, altri proventi e pagamenti.

Quanto agli indirizzi PEC vero è che detengo le credenziali del solo indirizzo PEC "LuccheseLibertas" fornitemi dal soggetto cedente mentre non ho mai ricevuto le credenziali delle altre due caselle PEC che mi risultano gestite esclusivamente da sempre dalla Sig.ra Ghilardi e già richieste a mezzo e-mail e non ancora ricevute. Pertanto ci attendiamo a stretto giro l'invio di copia della documentazione richiesta, vista l'incompresibile indisponibilità a tutt'oggi a riscontrare la leggittima e sollecittata richiesta dato che ci saremmo aspettati ricevere di volta in volta al fine di poter decidere per una corretta gestione.

Distinti Saluti 



caffè bonito

Altri articoli in Porta Elisa News


venerdì, 19 luglio 2019, 19:58

Porta Elisa, il Comune vuole portare sotto 4000 la capienza

Per il Comune di Lucca, dormiente da anni sul Porta Elisa e in generale sugli impianti sportivi, la capienza dello stadio va portata sotto le 4000 persone. Di più: a chi avrà l'onere di far ripartire il calcio a Lucca, l'amministrazione Tambellini chiede di giocare fuori casa le prime partite...


venerdì, 19 luglio 2019, 17:28

Futuro rossonero: due o più cordate in pista?

Al momento paiono essere due le cordate interessate, ma si rincorre la voce di una possibile terza che avrebbe il rifacimento dello stadio come obiettivo primario. Santoro: "Al 98 per cento saremo presenti alla manifestazione di interesse, ma per ora niente nomi"



venerdì, 19 luglio 2019, 09:57

Corda: "Siamo pronti per il bando"

L'ex direttore tecnico del Como ancora in città ha incontrato Vittorio Tosto e l'ex responsabile della comunicazione Giacomo Bernardi: "Non ho ancora visto nei dettagli il bando ma contiamo di depositare tutto entro il 25. In società Nicastro? Potrebbe entrare al 15-20 per cento"


venerdì, 19 luglio 2019, 09:50

Stadio, il Comune stanzia 45mila euro per i servizi di ingegneria per i lavori urgenti. E chi li paga questi ultimi?

Il Comune dà il via alla procedura per i lavori urgenti al Porta Elisa dopo che a seguito delle verifiche di vulnerabilità statica e sismica effettuate dallo studio di ingegneria Archimede s.r.l. Ecco le imprese coinvolte: ma chi pagherà i lavori veri e propri?