Porta Elisa News

Figc, altri sette punti di penalizzazione alla Lucchese (compreso il mancato pagamento della fideiussione)

martedì, 23 aprile 2019, 14:09

Nuova ondata di punti di penalizzazione annunciata per la società rossonera. Il Tribunale Federale Nazionale ha comminato sette punti di penalità e numerosi provvedimenti di inibizione a carico dell'amministratore unico Umberto Ottaviani. 

In particolare, la Lucchese si è vista comminare un punto di penalizzazione "per aver violato i doveri di lealtà probità e correttezza, per non aver provveduto nei termini previsti dalla normativa federale al pagamento totale della sanzione dell’ammenda di euro 350.500,00 comminata con il C.U. n. 45/TFN del 18 febbraio 2019. In relazione ai poteri e funzioni dello stesso, risultanti dagli atti acquisiti come trasmessi dalla Lega competente e ai periodi di svolgimento degli stessi". La Figc, come risulta dagli atti, ha registrato un parziale pagamento circa la fideiussione, tramite i contributi, di 134mila euro. 

Tre mesi di inibizione per Ottaviani, che ne deve scontare altri sei per aver "omesso di riferire in merito alle seguenti richieste:se sussista l’impegno formalizzato da parte del socio di riferimento a garantire il supporto finanziario necessario a fare ritenere integrato il presupposto della continuità aziendale ai sensi dell’art. 2423-bis, comma 1, n.1) c.c.; quali siano le risorse finanziarie cui si ritiene di potere fare legittimo affidamento al fine di garantire la prosecuzione dell’attività sino al termine della corrente stagione sportiva; quali siano le stime concernenti l’assorbimento di risorse pecuniarie dalla data attuale sino al termine del corrente esercizio sociale”. Il tutto nasce, come molti ricorderanno dalla visita della Covisoc in sede nel febbraio scorso per chiarimenti sulla conduzione societaria e alla quale si guardarono bene di presenziare Castelli e Ottaviani e tantomeno di rispondere ai quesiti posti. Per questa vicenda, alla Lucchese sono stati comminati 10.500 euro di multa.

Infine altri sei punti sono arrivati (e altri cinque mesi di inibizione per Ottaviani e 1000 euro di ammenda) sono arrivati per il mancato pagamento di stipendi e contributi relativi ai mesi di gennaio e febbraio da pagare entro il 18 marzo. Al Cuneo, invece, ancora due punti di penalizzazione per il mancato pagametre, entro i termini, dei contributi di gennaio e febbraio. Con questa nuova penalizzazione, la distanza dal Cuneo sale a sette punti (i piemontesi sono a quota 23, i rossoneri a 16): otto, come noto, è la massima forbice per avere titolo per lo spareggio play out. Con questi ultimi provvedimenti, grazie alle gestioni Grassini, Moriconi e Castelli la Lucchese sale alla quota record di 25 punti di penalizzazione. 

 



caffè bonito

Altri articoli in Porta Elisa News


martedì, 20 agosto 2019, 18:46

Mercato, Benassi vicino al ritorno in rossonero

Il nome più gettonato per rinforzare la difesa è quello di Maikol Benassi, classe '89 che ha fatto il settore giovanile nella Lucchese , lo scorso anno a Cesena. Per l'attacco si studiano Gaston Corado, ex Francavilla, e Luca Orlando, ex Matera. La suggestione si chiama Claudio Coralli


martedì, 20 agosto 2019, 11:13

Wikipedia e il mistero del proprietario della Lucchese

Per Wikipedia, l'enciciclopedia libera di internet, la Lucchese è in mano a un tale che di nome fa Antonio Scialla. La società si è attivata per la rimozione. Santoro: "Non sappiamo chi sia se vuole venire e portare 3-400mila euro è ben accetto.



lunedì, 19 agosto 2019, 17:52

Deoma: "I tifosi, la nostra spinta in più"

Dopo l'esordio in Coppa parla il diesse: "Sono molto soddisfatto dall'atteggiamento dei miei giocatori. E' vero ci sono ancora tante cose da migliorare ma per essere la prima partita non gli si poteva chiedere di più"


domenica, 18 agosto 2019, 21:55

Vignali: "Non si deve mollare niente: abbiamo affrontato la gara con lo spirito giusto"

Soddisfatto anche il giovane Presicci: "Un pubblico così non me lo sarei mai immaginato. Abbiamo retto bene, stiamo lavorando sodo e le due amichevoli che abbiamo giocato ci hanno fatto bene per mettere minuti nelle gambe”