Porta Elisa News

Ceniccola: "Castelli mi ha dato mandato per trattare la cessione al prezzo di un euro"

lunedì, 8 aprile 2019, 11:41

di fabrizio vincenti

La palla ce l'ha lui. E' lo stesso Enrico Ceniccola, consulente dimissionario ma sempre al fianco del proprietario della Lucchese, Aldo Castelli, a  confermarlo. Eventuali acquirenti del club, spiega, dovranno interfacciarsi con l'ex guardalinee nonché commercialista rimasto nel mondo del calcio. 

"Castelli mi ha detto di occuparrmi delle trattative, avevo dato le dimissioni, mi ero defilato, ma ho un'amicizia da lunga data con Castelli e non me la sono sentita di dirgli di no".

Dunque è lei e non Ottaviani a condurre le trattative con gli eventuali acquirenti?

"Ottaviani è l'amministratore unico, non può trattare la vendita delle quote, può, come succederà oggi, al limite sostituirmi, perché sono fuori, in un primo contattato con Stefano Ulisse o chi verrà al posto suo".

A che punto sono le trattative?

"Nessuno ha ancora presentato un'offerta formale di acquisto, nemmeno l'avvocato De Feo e del resto non potrebbe, visto che sta attendendo che gli inviamo la documentazione contabile. La stiamo riunendo, sono in attesa di documenti dalla Lucchese, anche considerando che sino a tutto gennaio la signora Anca Moldovan si è occupata di ordinare e archiviare la contabilità che mi risulta però essere in sede. A breve contiamo di dare all'avvocato De Feo la situazione al 31 marzo". 

C'è poi l'ipotesi Ulisse.

"Con lui avrà un incontro, come detto, Ottaviani, ci fossero sviluppi sarà poi mia cura incontrarlo. Così come chiunque abbia intenzione di garantire continuità al club e evitare la sua scomparsa".

Con Belardelli vi siete sentiti?

"No, non l'ho sentito né io né Castelli: se è interessato si faccia avanti".

Eppure sostiene di avere un contratto di prelazione firmato proprio con Castelli a fine dicembre scorso.

"Guardi, Castelli non ha mai visto Belardelli: le ho detto tutto".

E Nuccilli?

"Sono giorni che non lo sento: direi che non ci sono i presupposti per continuare le trattative".

Cosa chiedete per vendere la Lucchese?

"Un euro stop. E, lo ripeto, le garanzie che il club vada avanti".

Ottaviani ha parlato anche di un rimborso spese.

"Immagino si riferisse alle sue competenze da amministratore, così come deliberato dall'assemblea".

C'è ancora quell'imprenditore del Nord che si fece avanti mesi fa?

"Sì, ma è in stand by, al momento le due trattative in piedi, ma senza offerte, sono con l'avvocato De Feo per Romano e con Ulisse".

E' ottimista?

"Nonostate tutto, sono convinto che Lucca sia una piazza dove si possa fare ancora calcio".

 

 

 



caffè bonito

Altri articoli in Porta Elisa News


martedì, 20 agosto 2019, 18:46

Mercato, Benassi vicino al ritorno in rossonero

Il nome più gettonato per rinforzare la difesa è quello di Maikol Benassi, classe '89 che ha fatto il settore giovanile nella Lucchese , lo scorso anno a Cesena. Per l'attacco si studiano Gaston Corado, ex Francavilla, e Luca Orlando, ex Matera. La suggestione si chiama Claudio Coralli


martedì, 20 agosto 2019, 11:13

Wikipedia e il mistero del proprietario della Lucchese

Per Wikipedia, l'enciciclopedia libera di internet, la Lucchese è in mano a un tale che di nome fa Antonio Scialla. La società si è attivata per la rimozione. Santoro: "Non sappiamo chi sia se vuole venire e portare 3-400mila euro è ben accetto.



lunedì, 19 agosto 2019, 17:52

Deoma: "I tifosi, la nostra spinta in più"

Dopo l'esordio in Coppa parla il diesse: "Sono molto soddisfatto dall'atteggiamento dei miei giocatori. E' vero ci sono ancora tante cose da migliorare ma per essere la prima partita non gli si poteva chiedere di più"


domenica, 18 agosto 2019, 21:55

Vignali: "Non si deve mollare niente: abbiamo affrontato la gara con lo spirito giusto"

Soddisfatto anche il giovane Presicci: "Un pubblico così non me lo sarei mai immaginato. Abbiamo retto bene, stiamo lavorando sodo e le due amichevoli che abbiamo giocato ci hanno fatto bene per mettere minuti nelle gambe”