Porta Elisa News

Si replica: nuovo allenamento senza sanitari

mercoledì, 6 febbraio 2019, 18:55

di diego checchi

La squadra si è allenata questa mattina e la situazione rispetto allo staff medico e i massaggiatori non è cambiata per niente. Bisogna soltanto dire grazie ai giocatori, a mister Favarin e a Obbedio che cercano di mandare avanti la baracca, insieme alla segretaria sportiva Marcella Ghilardi. Ovviamente, la situazione è al limite del sostenibile perché se è vero che non c’è l’obbligo di avere lo staff sanitario durante gli allenamenti, è altrettanto vero che per la
partita di domenica contro il Gozzano l’obbligo c’è e si rischia una forte multa.

E se poi qualcuno si facesse male, c’è anche la possibilità di una denuncia penale per le eventuali lesioni contro i responsabili della situazione. Non sappiamo  dove vogliano arrivare questa società e Arnaldo Moriconi, visto che è stato lui a vendere a queste persone. La constatazione che possiamo fare è che non si gestisce così una società di Serie C, visto che adesso come adesso mancano le cose di prima necessità, nemmeno in Eccellenza o in Prima Categoria manca il massaggiatore agli allenamenti. Ora basta.

Qualcosa deve cambiare, altrimenti deve essere la Lega o chi per lei a prendere decisioni drastiche perché così non si può andare avanti. La Lucchese ha bisogno di un minimo di stabilità che permetta alle persone che lavorano di farlo nella maniera più normale possibile. Intanto, in tutto questo baillamme, si è dimesso il consulente di mercato Enrico Ceniccola e la domanda, ora, sorge spontanea: quando mai ha fatto qualcosa per alla Lucchese a parte
partecipare a quella conferenza stampa farse insieme a Ottaviani e Castelli? Giudicate voi…

C’è da capire poi qual sia il margine di manovra del direttore generale Enrico Tommasi, che fino ad ora, evidentemente,  non ha avuto la possibilità di incidere sulla gestione della società. Ci chiediamo allora che cosa aspetti a chiedere dei chiarimenti oppure a dimettersi da un ruolo che fino ad ora lo ha sempre portato ad esporsi in prima persona al giudizio della piazza (che non glie le ha mai mandate a dire) senza però poter intervenire efficacemente nel merito dei
problemi.



caffè bonito

Altri articoli in Porta Elisa News


mercoledì, 24 aprile 2019, 15:32

Ottaviani: "Vado in Brasile e torno, ma non sarò all'udienza prefallimentare"

Umberto Ottaviani, amministratore con un numero di mesi record di inibizione giù comminati, se ne va per qualche giorno in Brasile e saluta tutti. Non prima di aver annunciato che il 14 maggio, all'udienza prefallimentare non ci sarà: "Non ho una lira, non posso fare nulla: chiedete a Ceniccola e...


mercoledì, 24 aprile 2019, 08:12

Moriconi dà buca anche a Ulisse

L'imprenditore romano già vice presidente in epoca Grassini, è salito inutilmente a Lucca per un incontro con Moriconi, ma quello che è stato il dominus della società per quasi due anni, dopo aver dato il suo assenso, si è reso uccel di bosco: non si è presentato all'appuntamento, non si...



martedì, 23 aprile 2019, 20:34

Obbedio: "Crediamo nei play out, mi auguro un maxi esodo a Chiavari: tifoseria e squadra, un corpo unico"

Il diesse: "La penalizzazione ci deve dare ancora più forza per lottare fino in fondo e provare con tutte le forze a raggiungere i play out. Lo dobbiamo a noi stessi e a tutti quelli che hanno sofferto con noi in questi mesi, compresa ovviamente la tifoseria"


martedì, 23 aprile 2019, 14:09

Figc, altri sette punti di penalizzazione alla Lucchese (compreso il mancato pagamento della fideiussione)

Nuova ondata di punti di penalizzazione annunciata per la società rossonera: il Tribunale Federale Nazionale ha comminato sette punti di penalità e numerosi provvedimenti di inibizione a carico dell'amministratore unico Umberto Ottaviani. Due punti anche al Cuneo: spareggi play out ancora possibili