Porta Elisa News

Mercato, per l'attacco è gara tra Broso e Cuppone

sabato, 11 agosto 2018, 16:53

di diego checchi

Spuntano due nomi nuovi per l'attacco della Lucchese. Il primo è quello di Antonio Broso, svincolato dal Ravenna classe 1991 autore di 7 gol nella stagione passata su un totale di 65 in carriera con le maglie di Chieri, Legnago, Chieti, Vallè d'Aoste Saint Christophe, Giulianova, Hinterreggio, Ebolitana e Messina. Broso, classica prima punta di 183 centimetri di altezza, ha fatto le giovanili nel Crotone ed è un nome sul taccuino di Obbedio, il ds che dovrebbe essere ufficializzato a inizio della prossima settimana. 

L'altro nome che rimbalza per l'attacco è quello di Luigi Cuppone, che da Pisa danno vicino a vestire la maglia della Lucchese. Con i nerazzurri è chiuso e non trova spazio e l'attaccante classe 1997 può fare sia la punta centrale che la seconda punta oppure fare l'esterno in un attacco a 3. La sua carriera si è dipanata fra Pisa, Vicenza, Paganese, Triestina mentre ha svolto le giovanili fra Lecce, Carpi e Lugano. In totale ha collezionato 19 presenze tra i professioniste realizzando 3 reti.



caffè bonito

Altri articoli in Porta Elisa News


sabato, 18 maggio 2019, 20:46

Langella: "Vinto solo la prima gara, non cambia niente"

Il tecnico rossonero tiene i piedi per terra: "Abbiamo un piccolo vantaggio, ma il Cuneo ha giocatori importanti. Peccato non aver realizzato altre reti nel primo tempo. Il cambio di Strechie? Nessuno vuole uscire dopo mezz’ora di una gara che stai dominando.


sabato, 18 maggio 2019, 20:32

Favale: "A Cuneo altra partita, dobbiamo andare senza fare calcoli"

Giulio Favale è stato uno dei protagonisti della gara: "Ho corso molto soprattutto nel primo tempo, poi siamo rimasti in dieci e abbiamo faticato, ma era importantissimo tenere il risultato, peccato per il gol che ho mancato, ho letto male la situazione. La chiusura finale? Era importante tenere il risultato"



sabato, 18 maggio 2019, 20:19

Obbedio: "Bene, ma il passaggio del turno è ancora aperto"

Il diesse rossonero soddisfatto del risultato e della prestazione: "Partita ad altissimo dispendio di energie più nervose che fisiche e del resto la posta in palio è alta. Abbiamo fatto 65 minuti importanti, poi chiaro che rimanere in dieci in partite come queste ti mette in difficoltà.


sabato, 18 maggio 2019, 20:11

Zanini ancora una volta determinante

Prova di grandissimo sacrificio di tutti i rossoneri, a partire da Favale, praticamente inesauribile, bene anche Sorrentino che torna al gol, Falcone sicuro, evita un paio di gol. Le pagelle di Gazzetta