Porta Elisa News

Chi l'ha visto?

venerdì, 3 agosto 2018, 08:02

Erano solo otto giorni fa, sembra un secolo. Giovedì della scorsa settimana la Lucchese annunciava, con un comunicato ufficiale, tutta la sua soddisfazione per la nomina di Ivano Reggiani a direttore generale. "Personalità di spicco del calcio internazionale, Reggiani rappresenta una figura professionale di grande rilievo, che rafforza sostanzialmente la competitività di squadra e società", si poteva leggere nella nota del club rossonero.

A distanza di pochi giorni dalla comunicazione, e dopo una conferenza a dir poco scoppiettante tenuta dall'ex dirigente del Treviso recentemente condannato a 2 anni e 6 mesi per bancarotta, è sceso il silenzio. Nessuna comunicazione, in linea con lo stile di una Lucchese che la parola trasparenza non riesce proprio a farla entrare definitivamente nel proprio vocabolario. Ufficializzata la nomina, non pervenute le dimissioni. 

Reggiani, che ha confermato a due organi di informazione l'intenzione di farsi da parte, è sparito dai radar nonostante i proclami. Non si sa se è ancora nei quadri societari, e a questo punto nemmeno se c'era mai ufficialmente entrato. Non sarebbe il primo caso di persone inserite nello staff e presentate al pubblico senza ancora un contratto firmato. Lo stesso mister Favarin ha ammesso nei giorni scorsi che non aveva ancora firmato per la società al momento della presentazione.

La dura lite di lunedì scorso con mister Favarin ha ribaltato i rapporti di forza tra l'alleantore e il direttore generale e costretto Arnaldo Moriconi a dover accantonare quella che era una sua personale scelta, peraltro non condivisa da altri esponente societari, ma chi si attendeva una comunicazione ufficiale della società che chiarisse una volta per tutte un quadro a dir poco complicato è rimasto ancora una volta deluso.

Così, mentre per Obbedio si prova a stringere i tempi – tra oggi e domani, la situazione potrebbe subire un'accelerazione – resta ancora da attendere l'ufficializzazione della rapida uscita di scena di Reggiani. L'occasione, a questo punto, potrebbe essere proprio la scelta del nuovo direttore sportivo. Per un direttore sportivo che entra, uno generale che formalmente se ne va. 

 

 



caffè bonito

Altri articoli in Porta Elisa News


sabato, 16 febbraio 2019, 15:39

Difficile ma non impossibile: serve però ritrovare la grinta

La Lucchese affronta sul suo terreno la virtuale capoclassifica del campionato, l'Entella che ha un organico da categoria superiore: per centrare un risultat positivo, servirà però ben altra mentalità rispetto a Arzachena. La probabile formazione


sabato, 16 febbraio 2019, 14:10

Stipendi e contributi, lunedì il pagamento?

Il barometro che segna il possibile pagamento degli stipendi e contributi di novembre e dicembre, con data ultima fissata per evitare penalizzazioni a lunedì prossimo, indica crescenti probabilità che vengano regolarizzate le spettanze. In cassa sarebbe arrivato, nonostante gli avvisi di Ghirelli, anche denaro dei minutaggi



sabato, 16 febbraio 2019, 13:38

Mister Langella: "Dobbiamo fare punti anche contro l'Entella"

Il vice di Favarin presenta il match con la corazzata ligure: "Soffrono un po’ i ritmi alti ma dalla loro hanno dei giocatori importantissimi, alcuni di quelli che sono in panchina potrebbero giocare addirittura in Serie B, ovviamente dovremo metterla sull’agonismo. Formazione? Cambieremo qualcosa anche in vista di Cuneo"


venerdì, 15 febbraio 2019, 19:09

Dubbi di formazione per la gara contro l'Entella

Con Mauri e Martinelli entrambi squalificati, mister Langella dovrà ricorrere a delle novità nello schieramento dei rossoneri. Quasi certo il rientro di Strechie dal primo minuto a sostituire il collega di reparto appiedato dal giudice sportivo per una giornata.