Porta Elisa News

Caos Lucchese, Moriconi e un gruppo di tifosi partono per Firenze per incontrare un imprenditore

venerdì, 6 luglio 2018, 19:18

Passano le ore e la situazione della Lucchese continua a non sbloccarsi. Lorenzo Grassini, che ha sbandierato per mari e monti l'intenzione di ricapitalizzare per ottemperare agli obblighi dell'iscrizione, non è mai arrivato a Lucca in giornata. Tantomeno sono arrivati i 461mila euro.  La sua giornata l'ha trascorsa al comando dei Carabinieri di Siena, dove ha formalizzato una denuncia per presunte minacce via telefoo e lettera. Un epilogo degno di una commedia di quint'ordine. 

Nel frattempo, al Porta Elisa, Arnaldo Moriconi, ma anche il commercialista della società Matteo Benigni, sono negli uffici in attesa di decidere il da farsi. Per fare in modo che la Lucchese torni nelle mani del suo vecchio proprietario, servono le dimissioni di Fabrizio Lucchese, dell'allenatore Menichini e del suo vice D'Urso. Moriconi non ha intenzione di farsene carico e è alla caccia di nuovi soci. In ogni caso, potrebbe procedere alla ricapitalizzazione anche perché l'ipotesi di un fallimento è ricca di incognite anche per lui. Ma non è pensabile che lo faccia per Grassini, che, bene sottolinearlo, ha tempo sino a fine mese per ricapitalizzare qualora provveda Moriconi. Esattamente quello che sarebbe potuto succedere, a parti invertite, se avesse pagato Grassini anche l'attuale 18 per cento di Moriconi. Grassini, in sostanza, deve togliere il disturbo, pare di capire. 

Nel pomeriggio, sempre allo stadio, Moriconi ha incontrato alcuni tifosi per chiedere il via libera per inserire altri soci al suo fianco. Ma non sono trapelate informazioni sul contenuto del colloquio e cosa abbiano proposto i tifosi. Che sono sempre più esasperati. La Lucchese è appesa a un filo. Dietro l'operazione che sta archittendo in extremis Moriconi ci sarebbe, come riferito da giorni, un imprenditore dell'area fiorentina. 



caffè bonito

Altri articoli in Porta Elisa News


sabato, 23 febbraio 2019, 13:50

Mister Langella: "Non possiamo fare calcoli né guardare la classifica"

Il tecnico, nel marasma societario, prova a concentrarsi sulla gara con i bianconeri: "La squadra è stanca e cambiando i giocatori magari i meccanismi non saranno i più fluidi. Sicuramente, però, l’atteggiamento dovrà essere aggressivo, non possiamo più permetterci partite come il secondo tempo di Arzachena”


sabato, 23 febbraio 2019, 13:11

Obbedio: "Ci dicano di che morte ci vogliono far morire"

Drammatico allarme del diesse rossonero: "Dove ci vogliono portare? Ieri è arrivata notizia che i contributi sono stati bloccati, per la questione della fideiussione: siamo quasi alla canna del gas. Non sappiamo chi accede ai conti correnti della società"



venerdì, 22 febbraio 2019, 20:07

Lega Pro, martedì incontro con le amministrazioni comunali: da Lucca partirà qualcuno?

La Lega Pro ha organizzatoper il 26 febbraio un incontro con club e amministrazioni comunali sul tema dei criteri infrastrutturali per la stagione 2019-2020: verranno illustrate le novità, che riguardano gli impianti nei quali le società potranno disputare le gare ufficiali nella prossima stagione e le relative scadenze


venerdì, 22 febbraio 2019, 19:20

De Vito in dubbio per Alessandria

Se il difensore non ce la dovesse fare, pronto Madrigali per completare la difesa che sarà a tre. Centrocampo e attacco sono ancora tutti da definire: potrebbero rientrare dall'inizio Zanini e De Feo mentre sono in ballottaggio Strechie e Mauri per il ruolo di mediano davanti alla difesa