Porta Elisa News

Con il fiato sospeso in attesa del via libera della Figc

giovedì, 19 luglio 2018, 20:35

di diego checchi

In attesa del verdetto sul ricorso presentato alla FIGC, ( la risposta arriverà domani dopo il Consiglio federale che sarà presieduto dal Commissario straordinario della Federcalcio Fabbricini e dopo che la Co.Vi.Soc. ha dato un suo parere già oggi, speriamo positivo) la Lucchese dovrà pensare a fare la squadra e  decidere chi sarà l'allenatore e il direttore sportivo. Tutto questo però dipenderà dalle vicende societarie e sopratutto da come sarà formata la compagine societaria. Se Moriconi cederà la maggioranza oppure no e a chi la cederà oppure se rimarrà con la maggioranza della Lucchese cercando uno o due soci che lo possono affiancare nel portare avanti la stagione. Onestamente è difficile capire quali sono le reali intenzioni del patron della Sice.

Oggi a mezzogiorno ci doveva essere una risposta da parte di Moriconi alla proposta avanzata da Fabio Bettucci per conto della Boreas Capital. Dai diretti interessati nessun segnale sia in un senso che in un altro, ma sembra proprio che ad ora questa trattativa sia più vicina a saltare che a concludersi ed allora rimangono le altre ipotesi. Quella di un imprenditore lucchese che avrebbe manifestato il proprio interesse, ma che non è ancora voluto uscire allo scoperto oppure la cordata il cui mediatore è Alessandro Sturba, ma ci sono anche altri imprenditori di Roma interessati alla Lucchese. Moriconi non vuole sbagliare la scelta e  ci può anche stare che la compagine lucchese scelga subito il ds e l'allenatore dopo la riammissione in serie C, Giancarlo Favarin rimane il nome più gettonato e possiamo sottolineare che lui sarebbe ben felice di poter tornare a lavorare a Lucca.

Vediamo se questa situazione si evolverà in maniera positiva. Attenzione però, perchè la Lucchese ha ancora sotto contratto Leonardo Menichini e Massimo Salvatore D'Urso che ufficialmente sono l'allenatore della Lucchese e il vice. Con loro o si troverà una transazione per la rescissione del contratto, visto che non l'hanno ancora fatta, oppure si deciderà magari di affidargli la squadra. Quella della Lucchese è una situazione piuttosto ingarbugliata almeno per chi la deve raccontare. L'importante è che i diretti interessati abbiano le idee chiare e che da domani tutte le caselle vengano messe al proprio posto, perchè gli impegni ufficiali non sono poi così lontani e ricordiamo che la Lucchese ha solo quattro giocatori sotto contratto.



caffè bonito

Altri articoli in Porta Elisa News


sabato, 16 febbraio 2019, 15:39

Difficile ma non impossibile: serve però ritrovare la grinta

La Lucchese affronta sul suo terreno la virtuale capoclassifica del campionato, l'Entella che ha un organico da categoria superiore: per centrare un risultat positivo, servirà però ben altra mentalità rispetto a Arzachena. La probabile formazione


sabato, 16 febbraio 2019, 14:10

Stipendi e contributi, lunedì il pagamento?

Il barometro che segna il possibile pagamento degli stipendi e contributi di novembre e dicembre, con data ultima fissata per evitare penalizzazioni a lunedì prossimo, indica crescenti probabilità che vengano regolarizzate le spettanze. In cassa sarebbe arrivato, nonostante gli avvisi di Ghirelli, anche denaro dei minutaggi



sabato, 16 febbraio 2019, 13:38

Mister Langella: "Dobbiamo fare punti anche contro l'Entella"

Il vice di Favarin presenta il match con la corazzata ligure: "Soffrono un po’ i ritmi alti ma dalla loro hanno dei giocatori importantissimi, alcuni di quelli che sono in panchina potrebbero giocare addirittura in Serie B, ovviamente dovremo metterla sull’agonismo. Formazione? Cambieremo qualcosa anche in vista di Cuneo"


venerdì, 15 febbraio 2019, 19:09

Dubbi di formazione per la gara contro l'Entella

Con Mauri e Martinelli entrambi squalificati, mister Langella dovrà ricorrere a delle novità nello schieramento dei rossoneri. Quasi certo il rientro di Strechie dal primo minuto a sostituire il collega di reparto appiedato dal giudice sportivo per una giornata.