Porta Elisa News

Mercato, per l'attacco si pensa a Negro

mercoledì, 20 giugno 2018, 12:54

di diego checchi

Forte interessamento della Lucchese per Maikol Negro, attaccante del 1988 nato a Lecce di proprietà del Pisa. La Lucchese sembra proprio aver puntato le attenzioni sulla seconda punta che in C1 può fare la differenza. È un giocatore agile, scattante, bravo nel dribbling, con un destro fatato che cerca di rilanciarsi dopo una stagione in chiaro scuro con il Pisa. Lo scorso anno era arrivato sotto la torre pendente con grandi aspirazioni ma i vari cambi di allenatore (prima Gautieri, poi Pazienza e per finire Petrone) non l’hanno messo nelle condizioni giuste per esprimersi al meglio.

Detto questo ha fatto 20 presenze da titolare e 7 reti sulle 31 complessive giocate. La certezza è che Maikol Negro voglia andare via da Pisa e che la società neroazzurra voglia privarsene dato l’ingaggio piuttosto alto. Fino a poco tempo fa sembrava che Negro potesse firmare per il Catanzaro dove è andato il suo mentore Gaetano Auteri che ha allenato il giocatore sia a Nocera sia a Matera. Adesso la pista si è raffreddata e Lucchesi potrebbe sparigliare le carte e aggiudicarsi il calciatore. È chiaro che la strada è quella di una rescissione del contratto con il Pisa per poi firmare un altro contratto con i rossoneri. Staremo a vedere nei prossimi giorni.

Intanto, sottotraccia continuano i rumors riguardanti l’attaccante Riccardo Bocalon. Lo abbiamo provato a contattare ma non può rilasciare dichiarazioni. Qui la situazione è più complessa visto che il giocatore ha ancora un biennale a più di 120.000 euro a stagione più bonus con la Salernitana e sembra proprio che i campani vogliano pensarci bene prima di cederlo. Ma le abilità di Lucchesi sono riconosciute, quindi tutto può succedere. Per quanto riguarda i giocatori attualmente in rosa, giovedì o venerdì dovrebbe essere il giorno giusto per il rinnovo del contratto di Jacopo Fanucchi. In quella circostanza, con ogni probabilità verrà affrontato il discorso di Tommaso Arrigonivisto il procuratore che i due giocatori hanno in comune. Salgono anche le quotazioni della permanenza di Espeche. Futuro incerto perNolée Di Masi.



caffè bonito

Altri articoli in Porta Elisa News


venerdì, 19 luglio 2019, 19:58

Porta Elisa, il Comune vuole portare sotto 4000 la capienza

Per il Comune di Lucca, dormiente da anni sul Porta Elisa e in generale sugli impianti sportivi, la capienza dello stadio va portata sotto le 4000 persone. Di più: a chi avrà l'onere di far ripartire il calcio a Lucca, l'amministrazione Tambellini chiede di giocare fuori casa le prime partite...


venerdì, 19 luglio 2019, 17:28

Futuro rossonero: due o più cordate in pista?

Al momento paiono essere due le cordate interessate, ma si rincorre la voce di una possibile terza che avrebbe il rifacimento dello stadio come obiettivo primario. Santoro: "Al 98 per cento saremo presenti alla manifestazione di interesse, ma per ora niente nomi"



venerdì, 19 luglio 2019, 09:57

Corda: "Siamo pronti per il bando"

L'ex direttore tecnico del Como ancora in città ha incontrato Vittorio Tosto e l'ex responsabile della comunicazione Giacomo Bernardi: "Non ho ancora visto nei dettagli il bando ma contiamo di depositare tutto entro il 25. In società Nicastro? Potrebbe entrare al 15-20 per cento"


venerdì, 19 luglio 2019, 09:50

Stadio, il Comune stanzia 45mila euro per i servizi di ingegneria per i lavori urgenti. E chi li paga questi ultimi?

Il Comune dà il via alla procedura per i lavori urgenti al Porta Elisa dopo che a seguito delle verifiche di vulnerabilità statica e sismica effettuate dallo studio di ingegneria Archimede s.r.l. Ecco le imprese coinvolte: ma chi pagherà i lavori veri e propri?