Porta Elisa News

Società, ecco la versione ufficiale: "Incontro per l'iscrizione al prossimo campionato"

mercoledì, 16 maggio 2018, 14:55

Non è ancora finita  o perlmeno c'è una nuova puntata nella telenovela rossonera: l'assemblea dei soci della Lucchese, prevista per domani e che avrebbe dovuto sancire la nomina del nuovo amministratore unico e del direttore generale, slitta a data da destinarsi. Lo hanno concordato i due principali protagonisti della vicenda Arnaldo Moriconi e Lorenzo Grassini che hanno provveduto a avvertire tramite email gli altri soci rossoneri. 

I due, in questo momento, sono a colloquio da oltre due ore a Lucca, dopo che Grassini è giunto in città stamani. E si tratta di un faccia a faccia, difficile da dire se definitivo in una storia che pare non conscere la parola fine. Cosa abbia effettivamente provocato il rinvio, al di là delle spiegazioni di circostanza, ovvero un impedimento di Grassini, non è dato sapere per il momento. Non è difficile ipotizzare che a farla da padrona, ancora una volta, ci siano da un lato il fatto che il bonifico da 600mila euro sia effettivamente giunto, e da parte aquirente si assicura essere stato effettuato nella giornata di lunedì, una volta che Moriconi ha prodotto una garanzia fideiussioria su ulteriori debiti dovessero saltare fuori, e dall'altra proprio l'ipotesi che l'ammontare dei debiti abbia conosciuto ulteriori e impreviste variazioni. La situazione sta facendosi a dir poco grottesca, con una società che anche in Camera di Commercio è ormai in mano a Grassini e che però non ha ancora un nuovo vertice che possa rendere operativa la gestione.

Alle 18,25, ecco il comunicato della società che non spiega nulla: "La A.S. Lucchese Libertas comunica che, nella giornata odierna, Lorenzo Grassini e Arnaldo Moriconi si sono riuniti per parlare di alcuni aspetti relativi alla prossima iscrizione al campionato. L'incontro si è svolto oggi perché nella giornata di domani, Lorenzo Grassini, a causa di improcrastinabili impegni, non potrà essere presente alla già convocata assemblea dei soci. La nuova riunione si terrà pertanto a breve e la nuova data sarà fissata già nei prossimi giorni".  Ciao core, una palese toppa, l'ennesima, per un clima che si era rifatto incandescente nelle prime ore della mattinata. I motivi, ancora una volta, non sono chiari. E se una cosa c'è di bisogno, è la chiarezza. Quella che la società uscente non è mai riuscita a dare. Nel frattempo la Lucchese ha una proprietà registrata in Camera di Commercio alla Aigornetto di Grassini e un amministratore unico, che risulta o risulterebbe dimissionario, ovvero Carlo Bini già da due settimane, ma che può continuare a svolgere operazioni in nome e per conto della società. E samo a metà maggio. 


Altri articoli in Porta Elisa News


sabato, 26 maggio 2018, 14:33

Toto panchina, spunta il nome di Aglietti

Mentre ancora la trattativa per il passaggio societario non si è ancora definito, continuano a rimbalzare le voci sui nomi del possibile allenatore della prossima stagione: nel toto allenatore entra anche Alfredo Aglietti, ex Empoli, Novara, Ascoli e Entella. La posizione di Lopez


sabato, 26 maggio 2018, 09:18

Società, un'altra giornata di verifiche sui conti

Il controllo delle posizioni debitorie ulteriori che sono emerse nella contabilità della Lucchese andrà avanti anche nella giornata di lunedì. Poi, a quel punto, anche con il supporto dei commercialisti e dei legali di Moriconi e di Grassini, si arriverà al dunque. Ballano 150-200mila euro circa



venerdì, 25 maggio 2018, 19:19

Play off, quante esclusioni eccellenti

Sulla carta, il Pisa, con l'organico a disposizione di Petrone, avrebbe dovuto passare il turno ed invece è incappato in due inspiegabili sconfitte contro la Viterbese. Ancora peggio è andata all'Alessandria e al Trapani, accreditate per la vittoria finale


giovedì, 24 maggio 2018, 20:48

Faccia a faccia dei tifosi con Moriconi e Lucchesi

Quest'oggi una settantina di supporter rossoneri si sono presentati al Porta Elisa dove era in corso l'ennesimo confronto tra Arnaldo Moriconi e Fabrizio Lucchesi: oltre un'ora di colloquio serrato, con la volontà ferrea di capire qualcosa e soprattutto di avere assicurazioni sul destino della Lucchese