Porta Elisa News

Lucchesi: "A Lucca perché contagiato dall'entusiasmo di Grassini"

venerdì, 16 marzo 2018, 15:20

di diego checchi

Fabrizio Lucchesi, futuro direttore generale rossonero, è soddisfatto di poter lavorare a Lucca e lo dice senza mezzi termini.

“Sono contento di essere qua un po’ perché mi sento a casa, un po’ perché ho girato molto nella mia vita professionale e pensavo di ristabilirmi prima o poi ad Empoli e tornare a casa, dato che adesso vivo a Roma. La mia intenzione era quella di non fare più la Serie C, ma l’entusiasmo che mi ha trasmesso Lorenzo Grassini, mi ha contagiato e in questi giorni che ho vissuto la città di Lucca, ho sentito la responsabilità nel dover lavorare bene per questi colori”.

Aveva avuto anche altre proposte?

“Mi avevano chiamato diverse società di Serie B e addirittura ero in parola con una società di Serie A per giugno. I miei trascorsi li conoscete e se sono venuto a Lucca non è per bivaccare, altrimenti non avrei accettato. Qui c’è un progetto serio e importante”.

Quando entrerà ufficialmente in carica?

“Nella prossima settimana sarò a Lucca per iniziare a conoscere da dentro la Lucchese anche se non prenderò iniziativa senza aver chiesto prima a chi c’è dentro adesso. Sarò uno spettatore e fino a giugno non verrà cambiato niente. Lopez e Obbedio rimarranno al loro posto. Non vedo il perché dovremmo cambiare. Hanno lavorato bene ed è giusto che la squadra concluda la stagione senza particolari stravolgimenti. Poi entreremo nello specifico con ognuno di loro e vedremo il da farsi per la prossima stagione. È chiaro che come società porteremo il nostro stile e qualcosa, inevitabilmente, potrà cambiare. Quello che vi posso assicurare è che non abbiamo assolutamente deciso niente sullo staff tecnico del prossimo anno”.

Verrà a vedere la Lucchese?

“Sì, ma non vorrò essere ingombrante. I miei collaboratori hanno già visto la squadra e si sono fatti un’idea. Il mio lavoro sarà finalizzato solo ed esclusivamente in vista della prossima stagione”.


Altri articoli in Porta Elisa News


sabato, 22 settembre 2018, 16:09

Primo, non prenderle

A Pistoia per ottenere i primi punti della stagione. Deve essere questo l'obiettivo della squadra di Giancarlo Favarin che scenderà in campo domani alle 16 e 30 allo stadio Marcello Melani contro la formazione guidata da Indiani. La probabile formazione


sabato, 22 settembre 2018, 10:16

Arancioni a trazione anteriore

La Pistoiese che per la prima volta giocherà davanti al proprio pubblico sarà, con tutta probabilità, una squadra a trazione anteriore e potrebbe anche cambiare modulo di gioco rispetto al 4-3-1-2 visto a Busto Arsizio contro la Pro Patria



venerdì, 21 settembre 2018, 19:10

In avanti ecco la coppia De Feo-Sorrentino

Favarin, che non può contare su Jovanovic, si affida al duo De Feo-Sorrentino e torna al 3-5-2 contro la Pistoiese. Anche oggi allenamento a porte chiuse


venerdì, 21 settembre 2018, 14:39

Favarin: "La Pistoiese è più forte dell'Arezzo"

Il tecnico contro gli arancioni dovrà fare a meno di Jovanovic: "E' un girone dove tutte le squadre hanno valori importanti. Ci vorrà un po’ di tempo per ingranare con una squadra così giovane, se abbiamo l’appoggio dei tifosi è meglio”