Porta Elisa News

Grassini: "Non sono abituato a fare promesse, ma a vincere"

martedì, 13 marzo 2018, 23:20

di diego checchi

Il futuro proprietario della Lucchese Calcio Lorenzo Grassini, è intervenuto alla trasmissione “Parliamone Insieme” condotta da Emiliano Pellegrini su Ditv, direttamente da Londra, dove risiede e lavora. “Sono arrivato qui nel pomeriggio – ha affermato Lorenzo Grassini- perché questa mattina mi sono incontrato insieme a Fabrizio Lucchesi con Arnaldo Moriconi e Giuseppe Bini ed ho firmato una proposta irrevocabile d’acquisto della maggioranza della Lucchese, che andrà a compimento tra un po’ di tempo, adesso i miei incaricati faranno una due diligence vera e propria , perché sommariamente l’abbiamo già fatta e posso dire che la Lucchese è messa bene a livello economico. Ovviamente in questa proposta ci sono delle condizioni che dovranno essere rispettate da ambo le parti”.

Grassini ha poi spiegato il motivo per il quale ha deciso di acquistare la Lucchese: “Per la verità mi stuzzicava già da un po’ di tempo l’idea di poter acquisire una squadra di calcio. Ero stato vicino ad una società straniera, ma a me piaceva avere un interesse in Italia e quello di comprare una squadra di calcio era un sogno nel cassetto. Vorrei specificare anche il perché mi sono avvicinato alla Lucchese, perché credo che Lucca, dopo Firenze, sia una città fantastica, dove la tifoseria non è estremista ed è molto legata alla squadra”.

Poi il futuro proprietario sposta la chiacchierata sugli obiettivi da inseguire: “Mon sono abituato a fare delle promesse, ma sono abituato a vincere. Credo quindi che la Lucchese meriti in tempi brevi, almeno la serie B e per arrivare a questi risultati ci vorrà sia una programmazione a livello economico e a quella ci penserò io e una programmazione tecnica e quella spetterà a Lucchesi”.

Sulla figura di Fabrizio Lucchesi e sul ruolo che avrà all’interno della Lucchese, Grassini è molto chiaro: “Lucchesi ha fatto da intermediario tra me e Moriconi, è un uomo che capisce molto di calcio e sarà il nostro Direttore Generale, visto che io in materia calcistica non sono molto ferrato e avrò bisogno del suo aiuto”. Viene chiesto poi all’imprenditore senese quando verrà a vedere una partita a Lucca e lui in modo scaramantico ha detto: “lo farò quando sarò Presidente, ma tornerò in Italia a fine settimana e sarà mia premura presentarmi ai soci, alla città e alla tifoseria e ovviamente anche all’Amministrazione Comunale per farmi conoscere sia dal Sindaco, dall’Assessore allo Sport e per capire il percorso che ci sarà da fare insieme”. In ultima analisi spiega come è andata la conoscenza con Federico Vespa: “ci siamo incontrati ad una cena conviviale a Roma ed io gli ho espresso la mia volontà di voler acquistare una squadra di calcio ed anche lui ha manifestato questo interesse, ovviamente partecipando con una quota più piccola”.

Dopo Grassini è intervenuto l’amministratore delegato di Città digitali Giuseppe Bini, colui che formalmente ha firmato per la parte venditrice la proposta d’acquisto: “Ho firmato questa mattina questa proposta e noi come Città digitali ci siamo impegnati a non trattare più con nessuno. Il contratto definitivo verrà firmato entro trenta giorni da oggi. L’imprenditore Lorenzo Grassini prenderà l’80% per cento delle quote della Lucchese e in un secondo tempo il 10% lo cederà a Federico Vespa. Penso che Moriconi abbia fatto la scelta giusta per il bene e per il futuro della Lucchese”. Di conseguenza la Lucchese sarà nelle mani dei nuovi proprietari a partire dalla metà di aprile, ma già da questa mattina è iniziato un nuovo corso.  


Altri articoli in Porta Elisa News


lunedì, 19 novembre 2018, 18:11

Gabbia nei pensieri del Milan?

Secondo Tuttosport, il difensore rossonero potrebbe tornare al Milan, falcidiato da infortuni, sopratutto nel reparto difensivo. Nessuno ha però contattato Obbedio e dovesse succedere, la Lucchese tratterebbe una cifra adeguata, un pò come fece con Forte che era di proprietà dell'Inter e che il Perugia volle a tutti i costi


domenica, 18 novembre 2018, 20:55

De Vito: "Ripartiamo a testa alta"

Marco De Vito è l'unico rossonero che arriva in sala stampa a lui il compito di analizzare una sconfitta che brucia non poco: "Partita strana, molte squadre non avrebbero saputo reagire, dobbiamo guardare avanti, analizzare gli errori e continuare"



domenica, 18 novembre 2018, 20:39

De Feo ago (negativo) della bilancia

Il rigore sbagliato dall'attaccante apre la strada alla vittoria dei senesi, non convince nemmeno Falcone tra i pali. Bene Sorrentino e Madrigali, che all'esordio in campionato trova anche la via del gol: le pagelle di Gazzetta


domenica, 18 novembre 2018, 20:31

Favarin: "Ci stanno condannando gli episodi"

Giancarlo Favarin arriva in sala stampa con il volto ancora contratto dalle tante tensioni cumulate in una gara iniziata male e finita peggio: "Sono uscito dallo spogliatoio ora e ho fatto i complimenti alla squadra: ci stanno condannando solo gli episodi, passerà questo momento"