Mondo Pantera

Lucca United replica duro: "Con Grassini trattativa avviata, portata avanti e conclusa da Moriconi"

venerdì, 2 novembre 2018, 12:37

Lucca United, attraverso il suo direttivo, replica alle dichiarazioni rilasciate in questi giorni da esponenti societari, in qualche modo impegnati a scaricare sui tifosi la responsabilità di quanto accaduto, della cessione a Grassini e dei punti di penalizzazione.

"Che buona parte della tifoseria rossonera, tra cui è vero molti soci di Lucca United, avesse in buona fede creduto ai proclami ed ai progetti tecnico-sportivi dello sciagurato duo Grassini-Lucchesi è cosa nota – si legge in una nota della cooperativa dei tifosi – e nessuno ha mai avuto intenzione di nasconderlo o di dimenticarlo…SI, MOLTI TIFOSI ROSSONERI HANNO SBAGLIATO A CREDERE CHE I “SIGNORI” GRASSINI e LUCCHESI AVREBBERO COSTRUITO UNA SOCIETA’ CHE POTESSE PUNTARE AD AMBITI TRAGUARDI SPORTIVI, ecco scriviamolo bello grande così che non ci siano dubbi o fraintendimenti…e allora quale è la colpa…?....perché dichiarare pubblicamente che per i punti di penalizzazione “si deve ringraziare” una parte dei tifosi rossoneri e che la società rossonera era stata venduta al “signor” Lorenzo Grassini, perché così voleva buona parte della tifoseria, ci pare che si sia veramente superato ogni limite di decenza e di corrispondenza con la realtà dei fatti".

"Al signor Carlo Bini – prosegue la nota – vogliamo ricordare che ai primi contatti ed incontri con il duo Grassini-Lucchesi non era presente alcun tifoso rossonero, ma solo ed esclusivamente il signor Arnaldo Moriconi (ci sono fotografie già pubblicate che possono testimoniarlo)…e che poi la trattativa è stata portata avanti, definita e conclusa solo ed esclusivamente dall’attuale proprietà…che poi si voglia addirittura far intendere che detta proprietà sapeva che il “signor” Lorenzo Grassini non aveva le necessarie disponibilità economiche per acquistare e poi gestire la società rossonera e che la società gli era stata ceduta “solo” perché una parte della tifoseria così voleva che fosse, ecco questo ci sembra veramente surreale nonché una cosa molto grave per chi lo dichiara, cercando oltretutto di screditare di fronte all’opinione pubblica una parte della tifoseria rossonera ed in particolar modo Lucca United.

"Riguardo a quanto dichiarato dal Direttore Sportivo signor Antonio Obbedio (sulle quali oggi c'è però una rettifica su un quotidiano cartaceo in cui si parla come la "primogenitura delle dichiarazioni" sarebbe di Carlo Bini – un imbarazzante scambio di persona da parte di chi ha fatto l'intervista? ndr), visto che ha ritenuto opportuno dichiarare espressamente che per i punti di penalizzazione “bisognava ringraziare” i tifosi rossoneri che erano presenti a Siena il giorno in cui venne stipulato l’atto di vendita tra Città Digitali Srl di Arnaldo Moriconi e la Aigornetto Limited di Lorenzo Grassini e “signora”, ecco ci permettiamo di evidenziare al signor Antonio Obbedio che ci saremmo aspettati che lo scorso anno si fosse attivato anche per ringraziare pubblicamente i tifosi rossoneri che si erano “frugati” per pagare lo stipendio a Lui ed ad agli altri tesserati della società rossonera…i tifosi che erano a Siena sono infatti una parte di quelli che si erano “frugati” per pagargli lo stipendio… o forse il direttore Obbedio si riferiva al fatto che il 30 giugno scorso (ultimo giorno utile) alcuni degli stessi tifosi rossoneri si erano ancora una volta “frugati” per versare in Lega il saldo della quota associativa nonché l’acconto della quota di partecipazione al campionato di Serie C 2018/2019 per un importo complessivamente pari ad Euro 30.000…(già quei soldi li hanno “tirati fuori” solo ed esclusivamente alcuni tifosi, peraltro soci di Lucca United)…ecco in fondo forse ha ragione il Direttore Obbedio, se i tifosi rossoneri non avessero pagato di tasca propria i 30.000 euro per consentire l’iscrizione della Lucchese al campionato in corso, non ci sarebbe stata nessuna squadra da costruire, nessuna Lucchese che partecipava al campionato di serie C e di conseguenza nessuna penalizzazione di 11 punti….è proprio vero la colpa alla fine è sempre dei tifosi!!!".

"Non avremmo più voluto parlare della sciagurata cessione della società rossonera dei mesi scorsi – conclude la nota –  consapevoli del fatto che molti tifosi rossoneri avevano riposto “sogni di gloria” nelle persone sbagliate… purtroppo siamo stati chiamati in causa e costretti ancora una volta a mettere in chiaro la realtà dei fatti, ora però basta, i punti di penalizzazione dovranno essere PER TUTTI uno stimolo a sostenere ancora di più la squadra che scende in campo con la maglia rossonera, ma per cortesia, fatela finita di dare sempre la colpa ai tifosi".

 

 

 


Altri articoli in Mondo Pantera


mercoledì, 14 novembre 2018, 15:53

Lucchese-Siena, biglietti in vendita

Attiva sul circuito Go2 la vendita dei biglietti per la gara contro i bianconeri, in programma domenica prossima alle ore 18,30. Ecco i punti vendita dove acquistare i tagliandi. Botteghino dello stadio aperto giovedì e venerdì pomeriggio


martedì, 13 novembre 2018, 07:35

Gazzettino d'argento: il derby regala solo passi indietro in classifica

Derby che lascia scorie anche nella classifica del Gazzettino d'argento, il trofeo di rendimento stilato sulla base dei voti attribuiti dai vari quotidiani che Gazzetta Lucchese mette in palio ogni anno: tutti i rossoneri arretrano nei voti medi. Falcone migliore in campo contro il Pisa



sabato, 10 novembre 2018, 19:52

Derby, venduti oltre 3700 biglietti

Il derby vicino ai 4000 paganti: domani biglietterie aperte dalle ore 14,30 con l'incognita dei tanti tifosi rossoneri che non hanno ancora acquistato il tagliando perché la Curva Ovest è esaurita così come quella ospiti non essendo stato concesso l'ampliamento dei settori


giovedì, 8 novembre 2018, 23:50

Derby, Prefettura e Questura negano l'ampliamento della Curva Ovest: e ora?

Nella giornata odierna è terminata la disponibilità (1080 posti) della Curva Ovest, ma la Questura, di concerto con la Prefettura, non ha permesso, come in passato, l'allargamento della capienza della curva. Rischio persone fuori dallo stadio. Complessivamente venduti 1700 tagliandi