Mondo Pantera : la lettera

Lucchese, gli auguri di alcuni consiglieri di maggioranza

mercoledì, 20 giugno 2018, 13:18

Vogliamo prima di tutto salutare la nuova dirigenza rossonera e augurare un buon lavoro con l'auspicio, magari, di riportare la Pantera ai fasti dei primi anni novanta se non addirittura di anni meno recenti. Finalmente si è conclusa questa lunga e difficile trattativa che ha permesso al Presidente Grassini di rilevare la società giusto in tempo per organizzare al meglio la prossima stagione. Coloro che scrivono hanno da sempre a cuore le vicende sportive della squadra della città, innanzitutto perché tifosi rossoneri, poi perché abbiamo a cuore lo sport più in generale. Ad alcuni di noi vengono ancora i brividi soltanto ripensando a quella fantastica stagione che portò la Lucchese dalla serie C alla B. Passione sfrenata, entusiasmo contagioso, una società forte, capace di allestire una squadra vincente furono ingredienti ben amalgamati che permisero, ad un intera città, di passare anni che rimarranno nella storia. Con la consapevolezza che ripetersi è sempre difficile, ci piacerebbe che i giovani lucchesi potessero assaporare quei momenti felici che la nostra generazione ha avuto la fortuna di vivere.

Già, proprio alle ragazze e ai ragazzi vorremmo che venisse riposta maggior attenzione, rispetto a quanto è stato fatto in questi anni. Vorremmo che al settore femminile fosse data l’importanza che merita e fosse servito di mezzi e strutture adeguate, analogamente a quanto succede nei più importanti club di serie A e B e a quanto succede in nazioni vicine alla nostra. Vorremmo anche che il settore giovanile maschile fosse ben organizzato, seguito con cura e attenzione, perché solo così si costruiscono le basi per una prima squadra forte e competitiva. 

Basta vedere quello che è successo in Germania prima e in Spagna dopo. Nazioni che sono arrivate in vetta alle classifiche mondiali perché il settore giovanile di molte squadre è stato valorizzato, potenziato e sviluppato. Ma anche senza scomodare realtà fuori dalla nostra portata, basta vedere come l'Empoli riesca ad ottenere risultati ottimi grazie alla cura del settore giovanile così come del resto fa l'Atalanta da sempre.

Negli anni migliori della Lucchese, dove la prima squadra si toglieva diverse soddisfazioni, anche il settore giovanile era un riferimento importante per un territorio che andava dalla Versilia a Montecatini e oltre. Senza considerare poi che un settore giovanile professionalmente organizzato può offrire anche al territorio ricadute sociali positive, in quanto portare i ragazzi in un luogo sano, dove si imparano valori spendibili nella vita quotidiana, contribuisce indubbiamente a formare adulti migliori per il futuro.

Detto questo, con la consapevolezza che non sarà semplice affrontare tutte le questioni che comprendono la gestione di una società importante come la Lucchese calcio, rinnoviamo il nostro augurio di buon lavoro rimanendo a disposizione per una collaborazione fattiva che permetta di sviluppare al meglio l'offerta sportiva sul territorio.

Leonardo Dinelli, Gianni Giannini, Claudio Cantini, Andrea Giovannelli, Francesco Lucarini

 


Altri articoli in Mondo Pantera


martedì, 17 luglio 2018, 12:12

L'Acf Lucchese non si iscrive al campionato di serie B e svincola le giocatrici

Dopo avere esplorato ogni possibilità, compresa quella di giocare in un’altra sede, l’Acf Lucchese Femminile ha dovuto arrendersi all’ amara realtà. Chiocchetti: "Una sconfitta per la città di Lucca, amministrata da chi cerca lo sport solo in campagna elettorale o a parole"


domenica, 15 luglio 2018, 22:56

Vecchia Ovest: "C'è chi strumentalizza la vicenda societaria per colpire i tifosi"

Uno dei gruppi della Curva Ovest prende posizione sul presunto clima pesante denuniciato da alcuni organi di informazione: "C'è chi tende a scaricare colpe, timori e malelingue sulla tifoseria rossonera, che invece è l'unica a sorbirsi le malefatte, le malagestioni e le promesse mancate"



martedì, 10 luglio 2018, 09:39

Vecchia Ovest: "Tutti responsabili, ma dateci un campo, una categoria e una squadra e noi tiferemo"

Anche il gruppo della Vecchia Ovest prende posizione sulla crisi della Lucchese: "No a soluzioni con avventurieri, ma la situazione è figlia delle mancate risposte della politica, di una gestione che ha creato milioni di debiti e dell'indifferenza dell'imprenditoria cittadina"


domenica, 8 luglio 2018, 23:39

I tifosi a Moriconi: "Decidi cosa fare ma te ne assumi ogni responsabilità"

Ennesima affollata riunione dei tifosi al Museo rossonero. Tanta amarezza, tanta rabbia per la piega che hanno preso gli eventi ma anche la consapevolezza che di avventurieri Lucca ne ha piene le tasche: ennesimo no a Belardelli. Il crac, se non ripianerà Moriconi, è ormai a un passo