Mondo Pantera

Gazzettino d'argento, Fanucchi: "Vincerlo da lucchese è ancora più bello"

martedì, 15 maggio 2018, 20:22

di diego checchi

Nella splendida cornice di piazza San Frediano, al caffè Santa Zita di Michele Tambellini, si è svolta l’undicesima edizione della cerimonia di premiazione Gazzettino d’Argento, premio organizzato proprio dalla nostra redazione. A presentare la serata, c’erano i nuovi collaboratori di Gazzetta Lucchese perché, a parte una piccola introduzione del nostro direttore Fabrizio Vincenti, è toccato ad Emanuela Lo Guzzo e Simone Pellico fare gli onori di casa. Il primo premio è andato a Jacopo Fanucchi che ha ottenuto una media voto pari a 6,37. A seguire Arrigoni con la media di 6,32 e quindi il portiere Albertoni con 6,2. Il primo ad essere premiato è stato Enzo Biato, preparatore dei portieri rossoneri e il significato del premio è molto semplice: sia Nobile (nella passata stagione) che Albertoni sono arrivati tra i primi classificati di questo premio, a testimonianza del buon lavoro svolto da Biato che ha poi affermato: “Ringrazio tutti per questo riconoscimento che francamente non mi aspettavo, io credevo di essere qui per premiare Albertoni e invece il premiato sono io”. Il premio è stato consegnato da Simone Barsanti che ha chiesto a Biato un bilancio del suo lavoro e della stagione.

“La stagione è stata positiva nonostante tutti i problemi che ci sono stati e il merito è senza dubbio dell’allenatore e dei ragazzi che hanno dato l’anima. Per quanto riguarda il mio lavoro, posso dire di avere avuto dei bravi portieri, io cerco di fare il minimo indispensabile, il merito è tutto loro”. A Biato, come poi a tutti gli altri premiati, insieme al premio è stata offerta dal padrone di casa Michele Tambellini, una confezione di biscotti “Il miracolo di Santa Zita”.

Un altro premio speciale è andato poi alla cooperativa di tifosi Lucca United per il delicato lavoro svolto negli anni, soprattutto in quest’ultimo. Il premio è stato ricevuto dal presidente Stefano Galligani e a consegnarlo è stato Marco Tirinnanzi del Tirreno.

“Abbiamo raggiunto un obiettivo importante anche quest’anno – ha commentato Galligani – ma le scommesse nel corso di questi anni sono state molte e penso che siamo sempre riusciti a vincerle. Quest’anno, con le problematiche legate alla cessione della società, credo che la cosa più importante è che abbiamo fatto da legame con tutte le frange della tifoseria e siamo riusciti a tenere tutti uniti”. 

A questo punto, è arrivato il momento più atteso della serata e cioè la premiazione dei giocatori, partendo ovviamente dal terzo classificato il portiere Marco Albertoni, a consegnare il trofeo il collega di Gazzetta di Lucca Michele Masotti. Il giovane portiere, soddisfatto del riconoscimento e della stagione, ha poi sottolineato che sotto la guida di Enzo Biato è migliorato soprattutto nell’aspetto mentale, la cosa forse più importante per un portiere.

Prima di proseguire con le premiazioni, si è parlato della gestione della comunicazione nell’ambito di una società calcistica e lo hanno fatto Giacomo Bernardi, addetto stampa della società rossonera, e Emanuela Lo Guzzo, che aveva ricoperto quel ruolo fino alla stagione scorsa. Entrambi si sono dichiarati d’accordo sul fatto che sia un lavoro molto delicato, in cui la polemica è sempre dietro l’angolo e la differenza la fanno la passione e una buon rapporto con la stampa locale”.

Il secondo classificato Tommaso Arrigoni è stato premiato da Luciano Nottoli de La Nazione e Gino Mazzei, in rappresentanza della ditta R.E.N.A.T. sponsor principale della manifestazione. Arrigoni nel ricevere il premio ha sottolineato: “Sono contento di com’è andata la stagione, qui sono stato bene, la città è bellissima e me la sono goduta proprio tanto e si ci saranno le condizioni rimarrò volentieri. Ringrazio i miei compagni perché se ho fatto una bella stagione è per soprattutto merito loro che mi hanno messo in grado di farla. Ringrazio anche il mister e tutto staff che ci hanno dato tanto nonostante le difficoltà in cui si siamo trovati. Peccato solo per l’ultima giornata, ci tenevamo ai play off. Un ultima nota sui i tifosi, che ci hanno sostenuto fino all’ultimo minuto in una maniera incredibile”. 

Il primo premio lo ha vinto Jacopo Fanucchi e ricordiamo innanzitutto che ci era già andato vicino due anni fa ma a spuntarla fu Terrani. A premiare l’attaccante lucchese è stato il padrone di casa Michele Tambellini. Fanucchi, ha poi spiegato l’andamento di questa stagione rimarcando che è stato una stagione dura, ma come lo sono state anche quelle prima… ha ribadito il rammarico per non essere arrivati ai play off: “Nell’ultima gara non siamo proprio scesi in campo e quindi abbiamo fallito gli spareggi promozioni. Ci tengo comunque a ringraziare tutti i ragazzi, lo staff e soprattutto il mister. Mi chiedete qual è stato il gol più bello in rossonero? Sicuramente quello segnato al Pisa. Ill futuro? Non ancora, ma il mio desiderio sarebbe di rimanere a Lucca a chiudere la carriera”.

Fanucchi ha poi parlato del camp estivo per i giovani calciatori che terrà insieme a Nicola Mingazzini dal 12 giugno al 6 luglio allo stadio Porta Elisa: “Mi auguro che vengano tanti bambini, è un’idea che ci è venuta nel novembre scorso e l’abbiamo sviluppata anche perché la Lucchese aveva deciso di non fare attività di questo genere. Sarà un camp all’insegna del calcio e del divertimento”.

Da segnalare poi che all’undicesima edizione del Gazzettino d’Argento erano presenti il socio rossonero Moreno Micheloni, il team manager Vanni Pessotto e l’addetto stampo Giacomo Bernardi. Alla serata erano presenti tanti tifosi ed anche l’ex rossonero Marino Taddeucci.

 


Altri articoli in Mondo Pantera


mercoledì, 8 agosto 2018, 22:25

Coppa Italia, Lucchese-Arezzo: biglietti in vendita

Attiva la prevendita dei biglietti per assistere alla partita Lucchese-Arezzo di Coppa Italia, in programma domenica 12 agosto alle ore 20.30 al Porta Elisa: ecco dove acquistare i tagliandi, gradinata chiusa


martedì, 7 agosto 2018, 17:46

La Libertas Femminile inserita nel girone C della Serie C Nazionale

E' arrivata la notizia uffciale del ripescaggio per meriti sportivi della Libertas Femminile nel campionato nazionale di Serie C. La formazione in rosa della Lucchese è stata inserita nel girone C, un girone di ferro



martedì, 31 luglio 2018, 14:50

Poschi Meuron a Moriconi: "Ascoltami: lascia la Lucchese"

Da Lodovico Poschi Meuron riceviamo una lettera aperta a Arnaldo Moriconi: "Meglio, molto meglio per tutti, lasciar perdere perché i tifosi, parola peraltro di cui si abusa spesso, non possono più capirti"


domenica, 29 luglio 2018, 19:13

La Libertas Femminile riparte dalla serie C

Il via libera dalla Covisod è arrivato, adesso manca solo l’ufficialità che è attesa a giorni. La prima squadra della Libertas Femminile parteciperà al campionato di Serie C Nazionale. Grande soddisfazione per la compagine femminile dell’As Lucchese che dopo la domanda di ripescaggio ha così ottenuto il via libera