Mondo Pantera

Castagnoli: "Se Moriconi cede la Lucchese a Belardelli, sarà il caos"

lunedì, 12 marzo 2018, 13:05

di diego checchi

Non l’avevamo mai sentito così carico, rabbioso e voglioso di dire la sua. Giulio Castagnoli è un fiume in piena e ne ha veramente per tutti. Vuole che la situazione societaria si risolva al più presto e non vuole sentire assolutamente parlare di Belardelli, degli avvocati pisani, o di personaggi non graditi “alla piazza”.

Che cosa pensa della situazione societaria?

“So che oggi si devono incontrare Moriconi, Grassini e Lucchesi. E penso che sia un giorno decisivo in un senso o nell’altro per le questioni societarie. Sono convinto che Moriconi giochi a rialzo, ma spero che questa vicenda si sblocchi positivamente e la Lucchese vada in mano a un imprenditore come Grassini. Da quello che so, in fin dei conti, ballano qualche centinaia di migliaia di euro. Voglio sgombrare subito il campo da ogni tipo di altra ipotesi: se la Lucchese andrà nelle mani sbagliate e mi riferisco a Belardelli, agli avvocati pisani o entrambi, succederà il caos e la società verrà ostacolata in tutti i modi, anche sotto il piano sportivo”.

Non crede che oltre a Belardelli, ci possano essere anche altri imprenditori interessati?

“No, tutte le piste portano a lui. Lo so per certo. Non fatemi dire altro”.

Ma con Lucchesi e Grassini la piazza sarebbe contenta?

“Contenta direi di no. Un po’ meno preoccupata, sì”.

Sotto l’aspetto calcistico, cosa pensa di Lucchesi?

“Non è che per le ultime società in cui è stato, tutto è andato bene. Anzi, mi risulta che siano state sull’orlo del fallimento. Il suo passato positivo da direttore generale, non conta. La fiducia se la deve guadagnare sul campo. La Lucchese è già fallita due volte e mezzo, quindi non facciamo sconti a nessuno ed io, come tifoso e appartenente a Lucca United, vigilerò su tutto, non soltanto sulla costruzione della squadra, ma anche se tutte le scadenze verranno rispettate. Dai giocatori all’autista del pullman, altrimenti saremo pronti a contestare”.

Vuole fare un appello?

“Con Moriconi ho già parlato tante volte, più che un appello diventa un ultimo invito: la società va venduta a persone più serie possibili”.

Che cosa pensa del momento della squadra?

“Sono due partite che non gioca. Sia contro la Pistoiese per impraticabilità di campo, sia contro il Gavorrano per non so quale motivo”.

Per la salvezza è tranquillo?

“Penso non ci siano problemi, ma con un atteggiamento diverso, questa squadra poteva rientrare nella griglia dei playoff”.

Quando sarà finalmente fiducioso per le sorti della Lucchese?

“Quando andremo in Serie B e quando le cose a livello societario saranno durature nel tempo” 


Altri articoli in Mondo Pantera


mercoledì, 8 agosto 2018, 22:25

Coppa Italia, Lucchese-Arezzo: biglietti in vendita

Attiva la prevendita dei biglietti per assistere alla partita Lucchese-Arezzo di Coppa Italia, in programma domenica 12 agosto alle ore 20.30 al Porta Elisa: ecco dove acquistare i tagliandi, gradinata chiusa


martedì, 7 agosto 2018, 17:46

La Libertas Femminile inserita nel girone C della Serie C Nazionale

E' arrivata la notizia uffciale del ripescaggio per meriti sportivi della Libertas Femminile nel campionato nazionale di Serie C. La formazione in rosa della Lucchese è stata inserita nel girone C, un girone di ferro



martedì, 31 luglio 2018, 14:50

Poschi Meuron a Moriconi: "Ascoltami: lascia la Lucchese"

Da Lodovico Poschi Meuron riceviamo una lettera aperta a Arnaldo Moriconi: "Meglio, molto meglio per tutti, lasciar perdere perché i tifosi, parola peraltro di cui si abusa spesso, non possono più capirti"


domenica, 29 luglio 2018, 19:13

La Libertas Femminile riparte dalla serie C

Il via libera dalla Covisod è arrivato, adesso manca solo l’ufficialità che è attesa a giorni. La prima squadra della Libertas Femminile parteciperà al campionato di Serie C Nazionale. Grande soddisfazione per la compagine femminile dell’As Lucchese che dopo la domanda di ripescaggio ha così ottenuto il via libera