Mondo Pantera

I tifosi compatti: "No a Belardelli e chi governa la Lucchese vada via"

lunedì, 8 gennaio 2018, 22:53

No, e ancora una volta no. I tifosi rossoneri, oltre un centinaio, che si sono ritrovati al Museo rossonero hanno ribadito la loro totale contrarietà all'arrivo a Lucca di Pietro Belardelli e/o altri soggetti come gli avvocati pisani. Nonostante le smentite di rito della società, la sensazione è che i giochi siano ancora aperti. E di questo sono convinti anche Stefano Galligani e Moreno Micheloni che sono presidente e vice presidente di Lucca United, la cooperativa dei tifosi che è socia della Lucchese con il dieci per cento. Clima tranquillo ma non troppo nel Museo, i tifosi hanno ribadito che non c'è spazio per certe ipotesi e prende corpo anche l'ipotesi di revocare il comodato d'uso del marchio della Lucchese Libertas che scadrà a giugno prossimo e che è nelle mani di Lucca United. Che deve tra l'altro ripianare le perdite per 36 mila euro entro fine mese. A questo scopo, verrà lanciata una vera e propria campagna di raccolta fondi nei prossimi giorni perché la cooperativa possa rimanere in società e una volta ripianato quanto dovuto, ricapitalizzare per l'1 per cento.

E dalla riunione esce un altro dettaglio: la maggioranza della Lucchese, nell'ultima assemblea, ha chiesto di ricostituire il capitale non più a 100mila euro ma a soli 10mila. Un vantaggio in primis per chi detiene grandi quote. Ovvero chi gestisce la Lucchese attualmente che con pochi euro, una volta ripianata la perdita potrà sottoscrivere il nuovo capitale.

“Siamo in trattative con una emittente sudamericana per la telenovela Lucchese – ha spiegato Stefano Galligani – purtroppo continuiamo a vivere in una telenovela. Battute a parte, dopo che l'accordo che la società era stato stracciato abbiamo sempre detto che era stata vinta una battaglia e non la guerra. Le interviste rilasciate da Belardelli sono eloquenti. Il comunicato della Lucchese e le dichiarazioni di Bini non dovrebbero lasciare spazio a dubbi, se le parole hanno un valore. Allora l'unica pista credibile è quella con gli imprenditori lucchesi? Oggi ho ricevuto la telefonata di uno dei due avvocati pisani, che volevano venire a illustrare il loro progetto e mi hanno confermato che Belardelli è in joint venture con loro. E questi avrebbero avuto conferma della bontà del progetto di Belardelli, mi hanno confermato il nome di Ceniccola. Hanno confermato che aspetteranno qualche giorno, da parte mia ho confermato che ci sono tante società con il cartello vendesi. Non ho la certezza che questa storia sia finita e ho l'impressione che la pista degli imprenditori lucchesi non sia gradita a una parte della società. Basti pensare che la Lucchese intende consegnare al Comune il piano mercoledì e avere una risposta venerdì dopo aver messo mesi per redigerlo. Temo che si voglia riproporre Belardelli con Moriconi che va in Comune e non spiaccica parola davanti agli imprenditori lucchesi, che vorrebbero un direttore generale come referente”. 

“Il progetto da restituire al Comune – ha aggiunto Moreno Micheloni – è stato osteggiato e tenuto nel cassetto per tanto tempo. Del resto se entrano imprenditori locali, certi meccanismi vengono smantellati. Solo da qualche giorno l'idea del progetto è decollata, mercoledì ci vedremo con il Comune e la risposta non potrà che arrivare dopo qualche giorno dagli imprenditori lucchesi. Rimane ancora aperta l'ipotesi Giorgio La Cava che conferma l'interesse per una quota anche se il suo entusiasmo era stato strategicamente fatto scemare. C'è da capire in che modo potrebbe convergere le due strade e fermo restando che il Comune deve fare la sua parte, penso alla convenzione dello stadio, per esempio. Quanti sono gli imprenditori lucchese interessati? Una quindicina, una parte di questi disposta a entrare, magari con un cartello, gli altri a sponsorizzare in via pluriennale”.

“Via tutti – hanno spiegato alcuni tifosi – Moriconi ha cercato Sundas, ce lo ha confermato lui stesso. C'è una voglia matta di rivendere la Lucchese, ma questa gente non la vogliamo più e del resto chi entra tra gli imprenditori lucchesi sino a che c'è Moriconi?”

 


Altri articoli in Mondo Pantera


venerdì, 22 giugno 2018, 16:53

Libertas Femminile, le Juniores a un passo dal sogno

Sabato alle 10,30 allo stadio Bozzi di Firenze, la formazione Juniores della Libertas Femminile affronterà nella finale della Fase Nazionale il Venezia. Dopo la vittoria del campionato le ragazze di Elena Bruno vogliono entrare nella storia ed aggiudicarsi il match per scrivere una pagina importante


mercoledì, 20 giugno 2018, 13:18

Lucchese, gli auguri di alcuni consiglieri di maggioranza

Alcuni consiglieri della maggioranza che sostiene il sindaco Alessandro Tambellini hanno inviato i propri auguri alla nuova società rossonera:"Alle ragazze e ai ragazzi vorremmo che venisse riposta maggior attenzione, rispetto a quanto è stato fatto in questi anni"



sabato, 16 giugno 2018, 08:56

Seconda maglia della Lucchese, ecco la nostra proposta

La proposta di Gazzetta Lucchese: perché non adottare una composizione ricavata dalla bandiera di stato della Repubblica, quella blu con bande diagonali in oro che contengono la scritta 'Libertas', che per assonanza rimanda immediatamente anche al nome della Lucchese Libertas 1905?


lunedì, 11 giugno 2018, 16:38

Libertas Femminile, le Juniores conquistano la finale battendo la Lazio

Festa grande in casa della Libertas Femminile. Le ragazze della formazione Juniores hanno battuto la Lazio per 2 a 0 ed hanno così staccato il biglietto per la finale che si giocherà sabato 23 giugno, luogo ancora da definire, e che vedrà le rossonere di fronte al Venezia