Matches

Non basta un buon primo tempo contro questa Carrarese

mercoledì, 23 gennaio 2019, 18:04

di diego checchi

Nonostante la sconfitta, bisogna fare i complimenti a questi ragazzi, che nel primo tempo sono stati superiori alla Carrarese, passando anche in vantaggio con Bortolussi, hanno giocanto a memoria, sfruttando alcune difficoltà della squadra di Baldini, carente quando viene presa d’infilata con palla alle spalle. Mister Favarin ha schierato la squadra con il 3-5-2 ed ha dovuto rinunciare all’ultimo momento a Roberto Strechie per un virus intestinale ed allora, il tecnico di Coltano, ha buttato nella mischia Santovito, un giovane classe ’99 che ha fatto il centrale di sinistra con molta personalità. Il tecnico lo ha scelto soprattutto in funzione delle caratteristiche degli avversari. Provenzano ha giocato davanti alla difesa, visto che Mauri era squalificato per un turno mentre le mezz’ali erano Bernardini e Zanini, con Lombardo e Favale sugli esterni; le due punte erano Bortolussi e Sorrentino. Ovviamente, accanto a Santovito c’erano Gabbia e Martinelli.

La gara, nella prima frazione, è stato di marca rossonera anche se la Carrarese ha impensierito un positivo Falcone sulle mischie. Nella ripresa, Baldini ha strigliato i suoi ed ha fatto quattro cambi contemporaneamente, inserendo Cardoselli, Ricci, Caccavallo e Tavano. A questo punto la musica è cambiata e si è visto subito che la Carrarese ha preso in mano il gioco, mettendo alle corde la Lucchese, anche perché gli uomini di Favarin non avrebbero potuto reggere gli stessi ritmi del primo tempo. Al 10’ c’è stato il rigore di Tavano che ha riportato la gara in parità e poi è stato tutto facile per i padroni di casa, che ancora con Tavano e poi Maccarone hanno chiuso i conti. La Carrarese ha dimostrato di avere un altro passo e di essere nettamente più forte rispetto alla Lucchese. Si sapeva che certi giocatori potevano fare la differenza e così è stato, quello che ci è piaciuto però, è stato lo spirito di squadra dei rossoneri, che hanno anche dimostrato di saper giocare a calcio ed avere le idee chiare su cosa fare. 

Andando alla cronaca della partita, dopo appena quattro minuti la Lucchese è andata in vantaggio dopo un perfetto uno-due fra Sorrentino e Bortolussi con quest’ultimo che sul filo del fuorigioco si è presentato davanti a Borra e lo ha battuto in uscita disperata. Dopo una mezz’ora di buon ritmo da ambo le parti al 37’ si è rivista la Lucchese in avanti con la classica azione di contropiede conclusa da un gran tiro di Bortolussi, che ha sfiorato il raddoppio, sventato in angolo da una bella parata di Borra. Nella ripresa la Carrarese si è presentata in campo con quattro nuovi innesti e ha da subito alzato i ritmi. Al decimo Rosaia con un fendente dal limite dell’area ha costretto alla deviazione in angolo Falcone. Due minuti più tardi Bernardini ha commesso fallo da rigore spingendo Tavano a terra nell’area piccola rossonera.

Dal dischetto si è presentato lo stesso attaccante gialloblu che ha calciato alla perfezione spiazzando Falcone per il gol dell’1-1. Al 25’ Falcone ha salvato la parità con una gran parata su tiro di Piscopo appena entrato dalla panchina. Due minuti più tardi è arrivata la doppietta personale di Tavano che ha portato in vantaggio la Carrarese. L’attaccante gialloblu ha scambiato palla con Piscopo ed ha battuto Falcone con un tiro rasoterra che ha sbattuto sul palo e poi è finito in rete. Al 33’ è arrivata la rete del 3-1 per i padroni di casa con Maccarone che ha sfruttato un grande assist di Piscopo per battere con una staffilata, sotto la traversa, Falcone. Al 36’ si sono rivisti i rossoneri in avanti e Isufaj ha sfiorato la traversa con un bel colpo di testa su cross di Bernardini. Nei minuti di recupero Favale ha colpito il palo con un tiro cross.

Carrarese – Lucchese 3-1 

Carrarese 4-2-4: 22 Borra, 2 Carrisoni, 3 Varga (1’ st Ricci G.), 7 Maccarone, 8 Rosaia, 11 Biasci (1’ st Tavano), 13 Ricci L., 27 Bentivegna (1’ st Cardoselli), 28 Varone (19’ st Piscopo), 30 Valente (1’ st Caccavallo), 33 Karkalis. A disposizione: 1 Mazzini, 6 Alari, 10 Tavano, 12 Rollandi, 15 Shehu, 18 Caccavallo, 19 Piscopo, 21 Cardoselli, 23 Ricci G., 24 Pugliese. Allenatore: Baldini. 

Lucchese 4-3-3: 22 Falcone, 5 Martinelli, 6 Lombardo, 9 Sorrentino, 10 Provenzano, 11 Bernardini, 13 Santovito (30’ st Greselin), 16 Favale, 18 Gabbia, 23 Bortolussi (30’ st Isufaj), 33 Zanini. A disposizione: 12 Scatena, 31 Bacci, 3 Madrigali, 4 Castagna, 7 Cardore, 8 Greselin, 15 Palmese, 17 De Vito, 21 Isufaj, 27 Baroni, 28 De Feo. Allenatore: Favarin.

Arbitro: Sig. Daniele Rutella di Enna.

Assistenti: Sig. Saccenti di Modena e sig. Cavallini di Parma.

Reti: 4’ pt Bortolussi (L), 12’ st rig. e 27’ st Tavano (C) e 33’ st Maccarone (C).

Ammoniti: 6’ st Provenzano.

Note: angoli 8-5; spettatori 1116 di cui circa 100 da Lucca.

Recupero 3’ st.


Altri articoli in Matches


mercoledì, 13 febbraio 2019, 21:18

Errori pagati a caro prezzo

Una sconfitta che brucia, quella di Arzachena, perché giunge contro una squadra tutt'altro che trascendentale e che ha trovato il gol nell’unica vera occasione. I rossoneri sbagliano un rigore, Mauri si fa tirare fuori e alla fine pagano il conto a una manciata di minuti dal termine.


domenica, 10 febbraio 2019, 18:15

Al Porta Eilsa se ne vedono di tutti i colori

Prima un cedimento di alcuni calcinacci della tribuna provoca la chiusura del settore, poi sul campo i rossoneri colgono uno 0-0 contro il Gozzano: partono male, poi si riprendono ma giocano tutta la ripresa in dieci per una espulsione che non c'è e si vedono negare un chiaro rigore.



domenica, 27 gennaio 2019, 18:08

Fino all'ultimo respiro

Una Lucchese mai doma trova il pari in rimonta contro l'Alessandria (2-2) al termine di una gara dai due volti: primo tempo di marca piemontese con doppio vantaggio, ripresa per i rossoneri che vanno in gol con Isuafj e Provenzano a tempo scaduto. Espulso mister Favarin.


domenica, 27 gennaio 2019, 17:14

Obbedio: "I ragazzi sono stati commoventi"

Il diesse elogia la reazione della squadra e parla del mercato: "Primo tempo pessimo, quasi ci fossimo imborghesiti ma è stato bravo Favarin a dare la scossa ai ragazzi ed ha indovinato i cambi vincenti. Peccato per il finale. Sul mercato cercheremo due innesti"