Matches

Uno stop decisamente immeritato

domenica, 1 ottobre 2017, 23:41

di diego checchi

C’è rammarico misto a rabbia, perché la Lucchese avrebbe meritato molto di più perché nel primo tempo e per una buona parte del secondo ha giocato alla grande ed ha sempre tenuto in mano le redini del gioco. Il Piacenza, invece, deve ringraziare il proprio portiere Fumagalli che ha fatto tre o quattro parate incredibili che hanno salvato il risultato. Inoltre bisogna sottolineare che l’arbitraggio non è stato sicuramente dei migliori e non è stato fischiato un rigore netto a favore della Lucchese; poi, nel secondo tempo, c’è stata quell’incomprensione tra Capuano ed Albertoni che ha permesso agli ospiti di arrivare al vantaggio che per il resto si sono difesi ad oltranza buttando palla avanti su Romero, una attaccane di 195 centimetri che ha cercato di tener palla il più possibile per poi far ripartire la sua squadra.

Nulla da eccepire sulla prestazione della Lucchese e semmai, lo ripetiamo ancora una volta, questa squadra deve essere più cattiva negli ultimi sedici metri e Del Sante e De Vena hanno bisogno di giocare di più insieme per trovare la giusta amalgama. Il tecnico rossonero ha dato un turno di riposo a Espeche e Tavanti e dobbiamo dire che i sostituti Maini e Merlonghi hanno fatto una buona partita. Bisogna anche registrare i miglioramenti della condizione fisica di Cecchini, che questa sera ha puntato più volte l’uomo mettendo dei cross interessanti. Che dire poi di Nolè? Fino a che la condizione lo ha sostenuto ha fatto una partita ineccepibile. Adesso c’è il Cuneo e se la prestazione sarà come quella di stasera, molto probabilmente arriveranno i tre punti perché non sempre le partite si sviluppano come quella di questa sera contro il Piacenza. Una vittoria darebbe uno slancio in vista del derby contro il Pisa di domenica prossima. Per quanto riguarda gli sviluppi societari, è in corso una riunione per decidere quale strada prendere in merito alla eventuale cessione di quote; ricordiamo che domani ci sarà un incontro tra l’imprenditore Giorgio La Cava ed i soci della Lucchese alla presenza del sindaco di Lucca Tambellini.

Andando alla cronaca della partita, c’è da segnalare che la prima occasione della gara è capitata al 25’ sui piedi di De Vena, che dopo aver ricevuto un cross in profondità di Nolè, ha calciato un diagonale di destro che ha costretto Fumagalli in angolo. Dopo 3’ Cecchini ha impegnato ancora il portiere ospite con un rasoterra da fuori e sulla respinta è arrivato De Vena, ma il suo tiro è stato murato dalla difesa. La ripresa è cominciata con un brivido per i rossoneri dopo solo 2’ quando Masciangelo, al termine di una sgroppata sulla fascia, ha messo in mezzo per l’accorrente Morosini che ha fatto partire un diagonale che ha sfiorato il palo alla sinistra di Albertoni. La reazione dei padroni di casa è arrivata al 23’ quando Del Sante ha colpito di testa in seguito ad un cross di Tavanti ma Fumagalli non si è fatto cogliere impreparato ed ha alzato sopra la traversa. Al 31’ il Piacenza è passato in vantaggio, dopo che un’incomprensione tra Albertoni e Capuano ha fatto sì che la palla sia finita sui piedi del neo entrato Mora che da fuori ha trafitto il portiere rossonero. La Lucchese ha sfiorato il pareggio prima con una rovesciata di Del Sante al 36’ e poi, sul conseguente calcio d’angolo, con Baroni di testa. Al 40’ ci ha provato anche Arrigoni con una gran botta da fuori area che è uscito di poco. La Lucchese ha continuato ad attaccare fino alla fine ma il risultato non è cambiato.

Lucchese – Piacenza 0 - 1

Lucchese: 22 Albertoni, 3 Cecchini (39’ st 21 Damiani), 4 Arrigoni, 5 Maini, 6 Capuano, 7 Merlonghi (14’ st 2 Tavanti), 9 Del Sante, 10 Fanucchi, 13 Baroni, 15 Nolè, 18 De Vena (14’ st 23 Bortolussi). A disposizione: 12 Di Masi, 8 Mingazzini, 14 Razzanelli, 17 Bragadin, 19 Espeche, 20 Russo, 24 Cardore, 25 Magli, 26 Pagnini. Allenatore: Lopez.

Piacenza: 1 Fumagalli, 2 Di Cecco (26’ st 3 Mora), 4 Peregreffi, 5 Masciangelo, 6 Silva, 8 Pederzoli (41’ st 24 Segre), 9 Romero, 18 Della Latta, 19 Bertoncini, 23 Morosini, 26 Scaccabarozzi. A disposizione: 22 Lanzano, 7 Nobile, 10 Ferri, 13 Bini, 14 Carollo, 17 Masullo, 21 Castellana, 25 Zecca. Allenatore: Lussardi.

Arbitro: Sig. Clerio di Torino.

Assistenti: Sig. Biava di Vercelli e Sig. Dicosta di Novara.

Note. Ammoniti: 24’ st Fanucchi (L), 30’ st Capuano (L). Angoli: 7 - 3. Spettatori: 1845

Reti: 31’ st Mora (P)

 


Altri articoli in Matches


domenica, 12 agosto 2018, 23:26

I rigori regalano un sorriso

La Lucchese batte 4-2 l'Arezzo ai rigori e va avanti in Coppa Italia. Segna Provenzano su rigore fa pari Tassi, poi sale in cattedra Aiolfi che para quattro rigori. Commento, tabellino e foto


domenica, 5 agosto 2018, 23:05

Un pari che vale quanto e più di una vittoria

La Lucchese di mister Favarin centra un bel pari nella prima gara di Coppa Italia e nell'esordio assoluto stagionale dopo le tante vicissitudini patite. Apre Cutolo, fa pari Sorrentino, arrivato in rossonero da due giorni. Tanta grinta in campo. Commento, tabellino e foto



sabato, 5 maggio 2018, 21:36

Stagione finita nel peggiore dei modi

I rossoneri falliscono nella gara decisiva per l'accesso ai play off e vedono sfumare mestamente il sogno di ripetere l'impresa della scorsa stagione. La Lucchese chiude il campionato con una prestazione insufficiente incassando un pesante passivo dal Pro Piacenza che cala il poker al Porta Elisa.


sabato, 21 aprile 2018, 17:21

La Lucchese gioca, vince, diverte e sogna i play off

Contro l'Olbia è stata una partita senza storia: il 3-0 finale è più che meritato e i rossoeri, dopo aver archiviato la prqtica salvezza, possono continuare a inseguire il sogno play off che sino a poche settimane fa sembrava utopia. Buratto, Fanucchi e Russu in gol. Commento, tabellino e foto