L'evento : tennis

Definite le finali scudetto del Palatagliate: in arrivo a Lucca campioni top 100.

lunedì, 3 dicembre 2018, 12:28

Al termine di una domenica densa di forti emozioni il campo, sommo e unico giudice, ha emesso il verdetto atteso dallo scorso 14 ottobre, data nella quale hanno preso il via i gironi preliminari. Saranno Tennis Club Genova 1893 e Usd Beinasco, in campo femminile, e la sfida infinita in salsa capitolina tra Circolo Canottieri Aniene e Tennis Club Parioli, a livello maschile, a giocarsi i titoli di campione d’Italia. Teatro di queste sfide sarà, dal 7 al 9 dicembre, il Palatagliate di Lucca. 

Proprio le giocatrici di casa del Ct Vicopelago sono andate ad un soffio dal suggellare una clamorosa rimonta nella sfida tra neo promosse contro le piemontesi di Beinasco. Sconfitte per 3-1 una settimana fa a Lucca, le ragazze del direttore tecnico Ivano Pieri hanno bissato, ma questa volta a loro favore, il punteggio del match di andata e portando, così, la sfida al decisivo doppio di spareggio. Nella partita senza prove di appello, l’Usd Beinasco ha piazzato l’acuto vincente con il duo Federica Di Sarra\Federica Rossihanno superato, con il risultato di 6-4 6-0, Jasmine Paolini\Alice Matteucci. Se per il circolo piemontese si tratta della prima e storica finale, lo stesso discorso non vale per il Tc Genova 1893, campione d’Italia nel 2014. Il circolo ligure ha spezzato l’egemonia del Tc Prato, dominatore delle ultime tre stagioni. Forte del 3-1 conquistato in Toscana, il team ligure ha staccato il biglietto per l’ultimo atto tricolore per effetto dei successi diAlberta Briantie Ludmila Samsonova.

Nel settore maschile andrà in scena il remake della finale di 12 mesi fa. Ai campioni d’Italia del Circolo Canottieri Aniene e ai rivali del Tc Parioli, reduci entrambi dal 4-2 del primo round, è bastato pareggiare 3-3 per accedere alla finale di Lucca. Al Park Tennis Club Genova e al Sg Angiulli Bari va l’onore delle armi per avere provato, fino all’ultimo 15, a capovolgere il punteggio di partenza. In casa Aniene i protagonisti di giornata sono stati Simone Bolelli (ex n.36 al mondo ed attuale n.146 del ranking ATP)e Matteo Berrettini (n.54), vincitori dei loro singolari e doppio vincente. Per il Tc Parioli, alla ricerca di quel titolo tricolore che manca dal lontano 1942, le notizie positive sono arrivate da Thomas Fabbiano (ex n.70 ed attuale n.102 ATP),Andrea Bessiree dal doppio composto dallo stesso Fabbiano e Miljan Zekic.

I giochi, quindi, sono fatti. L’inizio delle finali scudetto è oramai imminente: non ci resta che augurare buon divertimento a tutti gli appassionati che riempiranno le tribune del Palatagliate e che vinca il migliore. Tutti gli aggiornamenti sulla TENNIS FINAL FOUR 2018 saranno pubblicati sulla pagina Facebook, profilo Instagram e Twitter di MEF tennis events e sul sito www.meftennisevents.com

 

 

 


Altri articoli in L'evento


sabato, 2 febbraio 2019, 14:59

I donatori di Montecarlo per un 2019 con iniziative a volontà

Dopo aver chiuso il 2018 con 348 donazioni di sangue, e riconfermando la quota raggiunta l’anno precedente, il Gruppo Donatori Fratres di Montecarlo lancia la sfida ai propri iscritti di superare il traguardo delle 400 donazioni per il 2019


martedì, 15 gennaio 2019, 19:01

Gruppo Storico: 5000 euro in beneficienza

Sono state consegnate le offerte raccolte durante la Festa di Natale alla Caffetteria San Colombano sulle Mura Urbane. Da oltre 25 anni il Gruppo Storico organizza questa simpatica serata per aiutare persone e associazioni più bisognose



lunedì, 24 dicembre 2018, 20:53

Ecco la Festa di Natale 2018

Il "Gruppo Storico" invita tutti martedì 25 nella serata di Natale dalle 19.30 a scambiarsi gli auguri, divertirsi, ma soprattutto per aiutare persone meno fortunate. Ad allietare la serata ci sarannoe Save DJ con Ricca Voice.


domenica, 23 dicembre 2018, 16:07

Basket Le Mura, gli auguri di Natale del presidente Cavallo

Il presidente del Basket Le Mura rivolge i suoi auguri a tutto il mondo biancorosso cittadino "Il basket Le Mura ha ripreso il proprio cammino in una dimensione che, allo stato dell'arte, è quella consona per la nostra realtà; un anno in cui abbiamo progressivamente assorbito tanti grandi cambiamenti"