Galleria Rossonera

Lombardo: "A Chiavari aspettiamo i nostri tifosi, insieme a loro faremo di tutto per vincere la partita"

mercoledì, 24 aprile 2019, 17:35

di diego checchi

Mattia Lombardo nel momento più importante della stagione ci mette la faccia e non si tira indietro. Le sue parole, come sempre del resto, risuonano come il rintocco di un orologio ed entrano dirette nel cuore dei tifosi. Mattia, come del resto anche gli altri elementi del gruppo, è stato sempre convinto che la Lucchese si salverà sul campo ed è proprio per questo che l'abbiamo voluto intervistare per capire che cosa ne pensasse della partita di Chiavari contro l'Albissola. 

Sabato ci sarà una partita che vale come una finale, cioè quella contro l'Albissola...

"È la partita più importante perché è la prossima gara che dobbiamo affrontare perché importante sarà anche quella contro il Pontedera. Ma adesso è giusto focalizzarci su questo scontro diretto. Dobbiamo ancora una volta conpattarci e dare oltre il nostro 100% per portare i tre punti a Lucca".

Che cosa teme dell'Albissola? 

"Sicuramente l'Albissola è una squadra con individualità importanti. Ma a me piace guardare a noi stessi, concentrarsi sulle nostre qualità, sulla nostra forza. L'atteggiamento sarà fondamentale ed il risultato sarà la giusta conseguenza se entreremo in campo determinati a lottare su ogni pallone e vogliosi di portare a casa i tre punti ad ogni costo".

È arrivata anche l'ultima stangata di 7 punti sia per gli stipendi che per la mancata fideiussione: a voi cosa cambia? 

"Ci aspettavamo tutto ciò. Adesso che è arrivata anche l'ultima sentenza, possiamo e dobbiamo pensare solo al campo. Ciò che succede al di fuori per noi vale zero. Sabato è un ulteriore occasione per dimostrare ancora una volta che siamo una squadra forte".

Avete smaltito la sconfitta casalinga contro il Piacenza?

 "Sicuramente la sconfitta contro il Piacenza ha fatto male, siamo rimasti scottati. Ma ci ha insegnato ancora una volta che le partite in questo campionato finiscono al 100esimo minuto. Meritavamo sul campo forse un altro risultato e abbiamo la possibilità di recuperare i punti persi già sabato nella trasferta di Chiavari".

Che messaggio vuol mandare ai tifosi?  

"Che li ringraziamo come abbiamo sempre fatto, per il sostegno che non ci hanno fatto mai mancare durante le partite e per quello economico che ci ha permesso di fare le ultime trasferte. Spero che verranno in tanti in trasferta sabato a Chiavari perché il loro sostegno sarà più che mai fondamentale. Noi li aspettiamo ed insieme a loro faremo di tutto per vincere questa partita". 


Altri articoli in Galleria Rossonera


giovedì, 23 maggio 2019, 18:36

Falcone: "Dobbiamo tenera alta la guardia: il Cuneo proverà a segnare subito"

Il portierone rossonero parla della gara di ritorno: "Dovremo essere bravi a non concedere spazi e occasioni e se possibile a fare un gol. Credo che De Feo o Zanini saranno decisivi. 400 tifosi al seguito? Ci sono sempre stati accanto, con loro un'unione incredibile"


venerdì, 17 maggio 2019, 19:17

Anche Fanucchi accanto ai rossoneri: "A questi ragazzi andrebbe fatto un monumento"

L'ex farà il possibile per essere presente al match contro il Cuneo: "Ho un impegno familiare, ma voglio esserci e se non riuscirò, sarò attaccato al cellulare tutto il tempo. Spero che la Lucchese si salvi sul campo e poi che ci sia qualcuno in grado di risolvere questa situazione...



mercoledì, 15 maggio 2019, 08:38

La carica di capitan Bortolussi: "Crederci sino in fondo"

L'attaccante chiama a raccolta i suoi compagni e i tifosi: "Sarà una partita da preparare nei minimi dettagli, sarà una battaglia e ci sarà da lottare fino all'ultimo minuto. Cuneo squadra solida, ha fatto tanti punti e gliene sono stati tolti tanti"


domenica, 12 maggio 2019, 14:49

Il Prof Guidi assicura: "Sono fiducioso perché ho visto come abbiamo affrontato insieme le difficoltà"

Lo storico preparatore atletico dei rossoneri fa il punto sullo stato di forma e sulla preparazione play out: "È fondamentale recuperare le energie nervose e questo lo si fa proponendo ai ragazzi esercitazioni più ludiche, che richiedono meno attenzione”