Galleria Rossonera

Mingazzini: "E' il mio ultimo anno, voglio lasciare Lucca con un ricordo positivo"

giovedì, 22 febbraio 2018, 13:15

di diego checchi

Una bella chiaccherata con Nicola Mingazzini che fotografa il momento della Lucchese e da una chiave di lettura anche a come uscire da questo periodo negativo. Il centrocampista rossonero spiega anche quali sono le sue condizioni fisiche ed in questa intervista tocca anche l'argomento che riguarda il suo futuro.

 Finalmente l'abbiamo rivista in campo dal primo minuto dopo tanto tempo...

"Sono felice di questo. La mia condizione sta migliorando giorno dopo giorno ed ora posso fare tutto anche in allenamento e questo è importante per dare il meglio nel lavoro quotidiano così da migliorare sempre più la condizione".

Come vede il momento della Lucchese? 

"Sono sincero. E' da quattro anni che sono qui e questo forse è il momento più difficile che sto vivendo a livello di squadra. Ma sono convinto che continuando a lavorare con questa voglia ed intensità ne usciremo presto fuori".

Qual è il valore reale della Lucchese? 

"Non eravamo dei fenomeni prima quando la squadra era quinta in classifica e non siamo dei brocchi adesso perchè non siamo da quint'ultimo posto. Se stiamo attraversando un periodo del genere le colpe sono di tutti. Le quattro sconfitte del periodo natalizio hanno incrinato le nostre convinzioni. Adesso è difficile ottenere il risultato dal campo nonostante le prestazioni ci siano".

E contro il Pisa? 

"Sulla carta sembra la peggior squadra da affrontare ma un risultato positivo e soprattutto una grande prestazione potrebbe essere la chiave di svolta della nostra stagione. Dopo Pisa ci saranno due gare in casa e li dovremmo cercare di fare sei punti per metterci in una posizione tranquilla". 

Mister Lopez è ancora il valore aggiunto per questa squadra? 

"Certamente sì. E' stato lui che ci ha portato ai quarti di finale del playoff ed è stato sempre lui a portarci fino al quinto posto in classifica in questa stagione. Quindi solo seguendolo e lavorando sodo sulle sue convinzioni potremmo uscire da questa situazione".

Dica la verità: nonostante questo momento difficile lei crede ancora ad un possibile posizionamento ai playoff? 

"I margini ci sono ancora ma noi dobbiamo pensare partita dopo partita e raggiungere al più presto alla salvezza. Niente voli pindarici per guardare troppo in là".

Che messaggio vuol mandare ai tifosi?

 "Loro sono sempre stati meravigliosi con noi ed è comprensibile che non siano contenti di questo momento e ce l'hanno fatto capire anche domenica scorsa. Spero che ci sostengano sempre perchè sono fondamentali per noi". 

Cosa c'è nel futuro di Mingazzini? 

"Intanto arrivare a fine anno nel migliore dei modi e godermi al massimo ogni allenamento ed ogni partita cercando di dare il mio contributo per la squadra. Poi a fine stagione dovrò capire che cosa fare anche se credo che questo sia l'ultimo anno da calciatore. Quello che mi preme di più è lasciare Lucca con un ricordo positivo". 


Altri articoli in Galleria Rossonera


giovedì, 29 novembre 2018, 22:45

Giordani: "Favarin ha alzato la voce per spronare la squadra"

L'ex allenatore del Bagni di Lucca parla del momento rossonero: "Non ho dubbi che la Lucchese si salverà e inizierà a fare risultati dalla partita contro l'Olbia. L'attaccante preferito? Sorrentino: domenica sarà decisivo. Anche gli altri hanno dimostrato di avere qualità ma in lui vedo qualcosa in più"


venerdì, 23 novembre 2018, 08:18

Baraldi: "Lucchese, vai a Busto per vincere, ma non sarà una gara facile"

L'ex difensore rossonero, nato a due passi da Busto Arsizio, analizza la partita di domenica con la Pro Patria: "E' una squadra scorbutica da affrontare, piena di giovani ma con qualche elemento di esperienza che può fare la differenza. Non sarà, a mio avviso, una partita spettacolare"



giovedì, 15 novembre 2018, 12:27

Scandurra: "Salvarsi sarà un'impresa, ma la Lucchese ce la farà"

L'ex attaccante rossonero ripercorre le sue tappe nella Lucchese: "Tornare a Lucca è come tornare a casa. Sono arrivato a Lucca nel 1996 e ho fatto tutto il settore giovanile nella Lucchese. Sono diventato calciatore professionista con questa maglia. É la piazza a cui sono più legato"


venerdì, 9 novembre 2018, 07:50

Di Masi: "Domenica sarò al Porta Elisa a sostenere i rossoneri"

L'ex portierone rossonero parla del derby: “Il Pisa a livello di organico è sicuramente strutturata meglio ma la Lucchese in questo momento ha grande entusiasmo: vincere un derby dà grandi energie emotive ed i ragazzi di questo gruppo se lo meritano"