Galleria Rossonera

Russo ci crede: "Voglio fare il salto di qualità in questa categoria"

giovedì, 7 dicembre 2017, 09:05

di diego checchi

Federico Russo si racconta e parla di sé, delle sue emozioni e del suo percorso di crescita che deve essere ancora completato ovviamente. Il ragazzo classe 1997 ha tanta voglia di imparare e di mettersi a disposizione del proprio mister e della propria squadra.

"Mi chiedete che bilancio faccio di questo inizio di stagione? Un bilancio positivo. Personalmente sono partito bene anche se sono un po' calato e mi sto allenando per ritrovare la migliore condizione".

Come ha accolto il punto che la squadra è riuscita ad ottenere ad Olbia? 

"È stato un buon punto contro una buona squadra. Avremmo potuto vincere ma ripeto è buon punto su un campo difficile".

In che cosa mister Lopez l'ha fatta migliorare? 

"Mi ha fatto migliorare un po' in tutto. È un tecnico che cura i particolari e questo soprattutto per noi giovani è fondamentale".

Qual è il suo obbiettivo da qui alla fine della stagione?

"Sicuramente è quello di affermarsi in questa categoria dopo due anni di dilettanti. Sono stati due anni fondamentali per la mia crescita ma adesso devo fare il salto di qualità in questa categoria".

Ha ricevuto un premio dal suo comune, Serravalle Pistoiese, ci può raccontare questa emozione?

 "Mi ha fatto molto piacere. Serravalle è un piccolo paese e sono stato premiato per i meriti sportivi fin ora raggiunti. Mi ha premiato l'assessore del mio paese alle attività sportive, Max Bruschi, insieme all'alpinista Bergamini".

Che cosa deve fare la Lucchese a partire dalla gara di Piacenza?

"Deve continuare su questa linea anche se ancora ci mancano elementi importanti come Mingazzini".

Qual è stato il compagno che l'ha aiutato ad inserirsi al meglio?

"Se devo dirne uno, faccio il nome di Nicola Mingazzini che mi ha dato una grande mano nelle dinamiche sia del campo che dello spogliatoio. Anche Arrigoni è stato un altro compagno di squadra fondamentale. Sono molto legato a Pagnini e Bragadin visto che abbiamo giocato insieme fin da piccoli."


Altri articoli in Galleria Rossonera


mercoledì, 25 luglio 2018, 12:26

Russo: "Chiunque comandi deve aggiustare i conti societari"

Bruno Russo è come tutti amareggiato per la piega presa dagli eventi: "Trovo scandaloso che la Lucchese negli ultimi tre anni si sia indebitata senza un progetto legato ai giovani che permettono di generare plusvalenze in grado di tenere i conti in ordine"


mercoledì, 13 giugno 2018, 08:24

Lopez a cuore aperto: "Grazie a tutti, spero sia un arrivederci e non un addio"

Intervista esclusiva con l'ex tecnico rossonero che lascia tanti estimatori: “Rifarei tutto, errori compresi: quando si dà tutto si sbaglia in buona fede. Il momento più bello con l'Albinoleffe. Sapevo che sarei andato via, ma ringrazio Lucchesi che mi ha dimostrato stima e ne sono orgoglioso”



sabato, 19 maggio 2018, 17:05

Play off, Giovannini: "Catania, Trapani, Pisa e Alessandria favorite"

Il direttore generale del Pontedera, che ha rinnovato il suo contratto con la società granata, fa le carte agli spareggi per la serie B: "E' un terno al lotto, si è già visto anche in regular season che si può vincere e perdere con tutti.


giovedì, 5 aprile 2018, 18:31

Russu, l'ex di turno: "Arzachena, squadra ostica e scorbutica"

L'esterno che ha scontata la squalifica parla della sua ex squadra: "Il mister non dà mai riferimento agli avversari. L'ultima partita hanno giocato con il 4-1-4-1 modulo che non avevano mai provato ma mister Giorico preferisce giocare con il 4-3-1-2"