Detto tra noi


Detto tra noi

Urge vittoria. Stop

lunedì, 17 dicembre 2018, 07:45

di fabrizio vincenti

Pisa. Siena. Pro Patria. Olbia. Novara. Pro Vercelli. Piacenza. La vittoria, in casa rossonera, manca ormai da otto turni, l'ultima è stata colta l'ormai lontano 4 novembre, in casa del Pro Piacenza e al termine di un entusiasmante trittico di successi. Da allora un alternare di buone prestazioni a altre decisamente più modeste, ma che hanno portato pochi punti nelle casse rossonere.L'ultima gara in bianco, quella di Piacenza, lascia l'amaro in bocca, a differenza dei tre pari precedenti: contro gli uomini di Franzini, i rossoneri potevano centrare un risultato positivo. E' mancata lucidità sotto porta e, come sempre, la Lucchese ha trovato un super Fumagalli sulla sua strada. L'esperto portiere, con le maglie di Pro Piacenza e Piacenza, ha sottratto punti su punti nel corso degli anni. Davvero straordinario nei riflessi e nella personalità. Ma riconosciuti i meriti all'estremo difensore emiliano, non si può non guardare con qualche apprensione al filotto di gare senza vittorie. La Lucchese è in linea di galleggiamento in queste settimane anche e soprattutto per due fattori: chi ha davanti non corre, a riprova di un campionato decisamente mediocre e la restituzione di tre punti per le note (e tristi) vicende estive. Senza quei tre punti recuperati davanti alla Corte d'Appello Federale, la zona salvezza sarebbe a sei punti, senza dimenticare che...


Detto tra noi

La forza dei numeri

martedì, 4 dicembre 2018, 18:16

di fabrizio vincenti

I numeri parlano chiaro. Si possono forzare, talvolta inquadrare nell'ottica che più conviene, stiracchiare di qui o di là, ma mantengono quasi intatta la loro la forza. Due più due, insomma, fa sempre quattro. Anche quando si parla di presenze allo stadio. I numeri aggiornati del Porta Elisa sono sconfortanti. Si viaggia a una media di 1454 spettatori a gara. Lo scorso anno furono, a partita, 2128 e in un campionato tutt'altro che esaltante. Peraltro, il meglio, ovvero il derby con il Pisa, c'è già stato. Come a dire che la media, salvo scenari impensabili, è destinata a rinculare ulteriormente. Contro l'Olbia, per esempio, in un orario domenicale e non serale, c'erano 800 persone. Roba imbarazzante, al punto da dare nell'occhio anche a alcuni aedi abituati a magnificare in lungo e in largo i meriti di questa società. Magari dal divano di casa se la Lucchese è lontana dal Porta Elisa. Crediamo che una riflessione si imponga, a meno che non si voglia continuare a far finta di nulla, oppure a gettare le colpe dell'umanità intera alla penosa parentesi societaria guidata da Grassini. Se la Lucchese ha falcidiato spettatori su spettatori non può essere certo soltanto responsabilità di venti giorni di sciagurato governo della società. Oltretutto quella parentesi è alle spalle. Qualcosa di più deve esserci. E quel qualcosa si chiama...


Detto tra noi

Guardare con ottimismo non è un esercizio di stile, quanto una necessità. Fino a prova contraria

lunedì, 26 novembre 2018, 08:35

di fabrizio vincenti

Tre partite, un punto. Il ruolino è di quelli da sudori freddi, anche pensando al pesantissimo fardello di penalizzazioni che la Lucchese deve portare sulle proprie spalle. Il punto di Busto Arsizio, in verità, somiglia più a una sconfitta che a un pari, tanta era la possibilità per i rossoneri di portare a casa la posta piena. In campo abbiamo visto una sola squadra, ma la solita Lucchese. Quella che con la Juventus B o anche a Piacenza ha fatto bottino pieno solo grazie a un miracolo del proprio portiere o all'imprecisione degli avversari. Partite dominate che meritavano un punteggio ben più largo. Episodi che alla fine hanno girato bene in quelle circostanze e male nei due derby casalinghi come a Busto Arsizio. Ma il problema di fondo rimane e la sensazione è che questa squadra difenda male, abbia cali di concentrazione e a volte sia troppo bellina da vedersi ma poco pratica. Tutto vero, ma non possiamo dimenticare che è stata costruita alla bell'e meglio nel corso di una estate sportivamente drammatica. Che è stata assemblata da almeno tre mani diverse. E non certo con il portafoglio aperto. Morale: nonostante...


Pagina: « 1 2 di 2 totali

Ultime notizie brevi


mercoledì, 20 marzo 2019, 23:23

Fallimento Coam, condannati Bacci e Bettucci

Due anni con patteggiamento per Andrea Bacci, ex presidente della Lucchese, per il fallimento della Coam, la società di costruzioni che ha posseduto il sodalizio rossonero per lungo tempo; un anno e mezzo per l'ex amministratore di diritto della società Fabio Bettucci: ecco la sentenza di primo grado emessa dal...


mercoledì, 20 marzo 2019, 19:49

Settore giovanile, i tifosi garantiscono le riparazioni al pulmino per trasportare i ragazzi

I tifosi non finiscono mai di stupire, per la Lucchese farebbero qualsiasi cosa e questa volta hanno fatto un grande sforzo per il settore giovanile. Infatti, grazie ad alcuni di loro e all'aiuto fattivo del meccanico Mauro Novelli, è stato possibile effettuare il tagliando completo ad un pulmino per garantire...



mercoledì, 20 marzo 2019, 19:48

Aiolfi vicino al rientro

Con un post su Instagram, Stefano Aiolfi ha fatto capire che va verso il rientro. Il portiere rossonero si sta allenando in palestra e fa esercizi sulla cyclette sperando di tornare presto a tuffarsi sul campo di gioco.


mercoledì, 20 marzo 2019, 10:37

Tredicesima di ritorno, tutte le gare in programma

Tredicesima di ritorno che nel girone A della serie C si giocherà tutta sabato 23 marzo. Ecco gli incontri in programma: